Bacche di Goji: La bacca dalle virtù straordinarie

La bacca di goji è l’ultima stella nel panorama mondiale dei super alimenti, si esatto super alimenti: ci sono cibi in natura che possono aiutare l’uomo a vivere meglio, se conosciuti e usati in maniera corretta, possono essere utilizzati in sostituzione di alcuni dei più comuni farmaci.

Esistono bacche, spezie, frutti ma anche semi, germogli… tutti utilissimi per il nostro organismo. Questi particolari alimenti hanno da qualche tempo preso appunto il termine super food, in quanto si presentano con caratteristiche organolettiche veramente uniche, che fanno di questi alimenti veri e propri tesori organilettici.
A studiare per primo i Super Alimenti è stato il medico americano Steven Pratt che nel corso degli anni ha identificato diversi alimenti ricchi di antiossidanti, principi nutritivi e minerali che ci aiutano a vivere una vita più sana ed equilibrata, come vedremo questi alimenti sono un vero e proprio toccasana per l’uomo e dovremmo imparare a conoscerli e ad utilizzarli nel migliore dei modi, per far si che la loro risposta biologica si esplichi in noi, ricevendo così tutti quei benefici che sono in grado di darci.

Ma cosa possono fare esattamente queste perle naturali? Alcuni di questi Super Alimenti sono in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare, alcuni sono dei veri e propri antitumorali, alcuni prevengono malattie cardiovascolari e aiutano con i problemi della pressione arteriosa, abbiamo chiari esempi di alimenti con spiccata attività immunomodulante e antinfiammatoria, arrivando anche ad effetti veramente molto particolari ed unici.

Con questo articolo vorrei approfondire la bacca di goji, sicuramente tra i primi posti dei super food, in quanto veramente si è affermato durante le ricerche come un vero e proprio miracolo della natura.

Di cosa parliamo? Della sua capacità senza precedenti di promuovere la salute, il benessere fisico e una pelle senza rughe.
Abbiamo dalla nostra parte oltre 2700 studi di tantissimi ricercatori che ne confermano le proprietà miracolose, la bacca di goji si presenta soprattutto come un potente antiossidante, nell’ottobre 2000 furono misurate le cosiddette unità ORAC (Oxigen Radical Absorbancy Capacity), è considerato il metodo più efficace e veritiero per la misurazione del potenziale  antiossidante degli alimenti, così facendo la totalità degli antiossidanti viene rappresentata da un numero.
Con grande sorpresa durante le analisi gli antiossidanti posseduti dalle bacche di goji non solo erano molto alti, ma talmente alti da staccare di gran lunga qualsiasi altro frutto analizzato.

Gli scienziati consigliano un’assunzione di una dose giornaliera di 3000-5000 unità ORAC per essere sicuri di andare incontro a qualsiasi bisogno della totalità degli individui (significa che a molti di noi ne bastano molti meno… fino a chi, avendo vite stressanti per qualsivoglia motivo, arrivando a 3000-5000 la dose diventa più che sufficiente a soddisfare quei determinati bisogni), teniamo conto che 5 porzioni di frutta o comune verdura arriviamo circa a 1500-2000 unità ORAC.
Ora, incredibilmente esistono frutti che possono farci arrivare alla copertura con pochissime assunzioni, in quanto la loro quantità di antiossidanti è veramente alta e prima di tutti troviamo le nostre mitiche bacche.

Ora vediamo, come spiegato nella seguente tabella, che un’arancia, una sana arancia, arriva se va bene a 750 unità ORAC (le nostre arance… Ma come?), una grande porzione di spinaci arriva a 2500 unità ORAC, andando a salire fino al nostro caro melograno, che si distingue con le sue 10450 unità antiossidanti.

Dulcis in fundo, come abbiamo prima accennato, le bacce di gogj si distinguono con una capacità di assorbimento dei radicali liberi con un punteggio di 30000 unità ORAC, più di tutti gli altri frutti messi insieme! Inutile dire che questa quantità risulta essere oltre che miracolosa, molto molto affascinante.

 

Che cosa significa questo? All’università di Hong kong fu condotto uno studio molto promettente per il nostro benessere mentale in vecchiaia: la bacca di goji si rivelò visibilmente in grado di proteggere il nostro cervello dal decadimento, infatti la loro azione protettiva fu testata nei confronti dei peptidi amiloidi (principali promotori del morbo di Alzheimer), il risultato? Nelle cavie tantissime cellule nervose si salvarono grazie alle bacche di goji, da qui l’entusiasmo, ed altri tantissimi studi a seguire, che prospettavano l’utilizzo di questa bacca nelle terapie.

Vogliamo parlare di altro? La bacca di goji entrò nelle prime discussioni dopo il 1980 quando gli scienziati della regione cinese Ningxia durante le prime ricerche scoprirono come questa bacca sia una incredibile capsula multivitaminica e miltimineralica, risultato sempre più confermato nelle successive ricerche anche occidentali, abbiamo un grandissimo e completo spettro amminoacidico e anche, una buona dose di acidi grassi essenziali contenuta nella buccia, caratteristiche che nel mondo della frutta sono veramente molto, molto difficili da trovare, soprattutto se sono insieme!

Inoltre abbiamo la maggior componente di vitamina B di qualsiasi altro frutto!
Tutti noi conosciamo l’importanza delle vitamine per conservare la nostra efficienza, di origine vegetale, animale o batterica questi componenti biologici tengono in vita ed in movimento il corpo umano.
Un’altra caratteristica unica della bacca si goji è l’abbondante presenza di vitamine del gruppo B! è in grado di fornirci una dose di vitamine come qualsiasi altra frutta a guscio (tipicamente ricca di questa vitamina), ma risulta che il suo tenore di vitamina B 1, 2, 3 e anche 5 è il più altro tra tutti i frutti ancora studiati, e ancora, il suo pattern multivitaminico risulta essere pienamente e facilmente assorbibile!

E ancora, fanno bene al nostro sistema immunitario, riscontriamo anche effetti nella sessualità delle persone, è adatta ai diabetici grazie alla sua bassa glicemia, aiuta il fegato a depurarsi e a riprendersi dagli affaticamenti, grazie alla grande presenza di provitamina A risulta essere persino un sollievo per gli occhi! Insomma questa bacca ha veramente tutto quello che potremmo desiderare! (e non sono stati neanche lontanamente descriutti tutti gli effetti benefici! In fondo… 2700 studi sono veramente tanti).

Ogni volta che si nomina questa bacca personalmente, mi sento sempre di consigliarla, e siamo fortunati dato la sua grande reperibilità in qualsiasi supermercato, investiamo qualche euro nel suo acquisto e prendiamo l’abitudine di mangiare 20-30 grammi di questo miracolo ogni giorno, e cominciamo ad osservare il mondo dei superfood, i quali non finiranno mai di stupirci.

Abbiamo delle vere e proprie pillole mediche in natura, e non ce ne rendiamo neanche conto.

(letture consigliate: “Goji. La bacca dalle straordinarie virtù terapeutiche” di Shaila sharamon)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.