Centrifugati dimagranti: confronto con l’estrattore, benefici, ricette

Preparare in casa centrifugati dimagranti a base di frutta e verdura è la giusta mossa per perdere peso e mantenersi in salute, ma qual è lo strumento migliore per raggiungere l’obiettivo: centrifuga o estrattore?

Risponderemo a questa domanda comparando due ‘compagni in cucina’ sempre più richiesti anche in Italia. Vi spiegheremo perché sono considerati importanti alleati nella dieta dimagrante, in che modo favoriscono il buon funzionamento dell’organismo e concluderemo consigliandovi alcune tra le migliori combinazioni di ingredienti per le vostre ricette.

Centrifugati dimagranti: proprietà e benefici

Per la nostra salute, dovremmo assumere almeno 500 grammi di frutta e verdura al giorno. I beveroni (o centrifugati) a base di frutta e verdura apportano i seguenti benefici all’organismo:

  • Aiutano a sentirsi sazi evitando grassi e zuccheri
  • Fanno dimagrire in quanto aiutano a smaltire calorie e favoriscono la diuresi per contrastare la ritenzione idrica
  • Stimolano il metabolismo
  • Potenziano il sistema immunitario
  • Disintossicano il sangue e gli organi
  • Combattono il diabete, i livelli alti di colesterolo, problemi cardiocircolatori e gastrointestinali.

Un centrifugato preparato ad hoc è ricco di micronutrienti (vitamine, sali minerali, enzimi, oligoelementi, antiossidanti). Ovviamente, la ‘ricchezza’ delle suddette sostanze dipende da quale frutto e verdura scegliamo di usare come base delle nostre ricette perché ognuno ha le sue proprietà. Ad esempio, il cetriolo è indicato in particolare come diuretico per combattere la ritenzione idrica, l’ananas serve per smaltire più velocemente i grassi, gli asparagi depurano, il sedano abbassa i livelli di glicemia, ecc.

Raccomandiamo di preparare i centrifugati dimagranti in casa sia perché potrete scegliere voi gli ingredienti sia perché il centrifugato va assunto subito dopo averlo fatto: quello al bar contiene oltretutto troppi zuccheri, conservanti e coloranti.

Centrifuga o estrattore: qual è il migliore?

Potreste ‘accontentarvi’ della centrifuga per assumere vitamine, sali minerali ed antiossidanti utilizzando frutta e verdura fresca ma, se dobbiamo paragonare questo apparecchio all’estrattore, vince quest’ultimo.

La centrifuga è rumorosa, si surriscalda e, soprattutto, ‘sacrifica’ durante il processo buona parte dei nutrienti dei centrifugati.

L’estrattore (detto anche slow juicer), girando meno velocemente e con meno forza, è in grado di mantenere intatte nel succo estratto le proprietà della frutta e della verdura. In più, lo slow juicer produce meno scarti (completamente privi di prezioso succo) perché riesce ad estrarre il 30% di succo in più rispetto alla centrifuga.

Perché raccomandare il succo di frutta e verdura anziché consigliare di mangiarle a pezzi? La risposta è tanto semplice quanto importante: per digerire un frutto solido l’organismo necessita di 3 ore, mentre per digerire un succo bastano 15 minuti. Oltretutto, il succo facilita il tasso di assorbimento che dal 17% del frutto solido passa al 65%.

Come si preparano i centrifugati dimagranti?

Per preparare un succo con la centrifuga (o estrattore) bisogna seguire questo procedimento:

  • Pulire frutta e verdura privandole dei semi e tagliandole a piccoli pezzi
  • Inserire i pezzi nell’apparecchio e centrifugarli
  • Bere il succo estratto appena preparato.

Vi consigliamo di bere il centrifugato fatto al momento per impedire al succo di perdere le sue proprietà nutritive.

Cercando di abbinare la frutta giusta per non eccedere con gli zuccheri, si possono bere fino a 3 succhi al giorno. Quando? Mattina, pomeriggio e prima di cena per spezzare la fame e sostituirli a merendine, spuntini sbagliati e cibo spazzatura.

Centrifugati dimagranti: gli abbinamenti perfetti per le migliori ricette

Le ricette ideali per preparare centrifugati dimagranti contengono ingredienti come sedano, carote, finocchio, cetriolo, asparagi, fragole, ananas, pere, zenzero, limone, curcuma, kiwi, anguria. E’ importante abbinare al meglio le varie tipologie di frutta e verdura. Vi diamo qualche spunto per le giuste combinazioni di frutta e verdura, di seguito:

  • Pera e cetriolo aggiungendo succo di limone e pepe per dimagrire (spezza la fame), depurare ed aiutare l’intestino
  • Cetriolo e zenzero per depurare e bruciare i grassi
  • Ananas e curcuma per bruciare grassi, stimolare il metabolismo e (contenendo curcuma) per contrastare l’invecchiamento cellulare
  • Cetriolo e sedano per spezzare la fame
  • Cetriolo e finocchio con aggiunta di limone per saziare e depurare
  • Anguria e fragole per favorire la diuresi: si consiglia di non berne più di uno a settimana
  • Carote e sedano con aggiunta di limone o zenzero per saziare, è una buona alternativa allo spuntino
  • Spinaci, broccoli e sedano per stimolare il metabolismo e spezzare la fame
  • Zenzero e limone (molto piccante) per bruciare i grassi e stimolare il metabolismo
  • Cetriolo e fragole con aggiunta di limone per dimagrire, rimineralizzare, favorire la diuresi e spezzare la fame
  • Pera e zenzero per depurare, saziare e bruciare grassi: non esagerate con le pere in quanto sono caloriche.

 

Abbiamo accennato (solo per alcune combinazioni) l’aggiunta di limone, pepe o zenzero (a scelta) ma, per i vostri centrifugati dimagranti, sarebbe il caso di aggiungerli sempre allo scopo di potenziarne l’efficacia in termini di smaltimento dei grassi e stimolazione del metabolismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.