Yasmin Pillola: caratteristiche e differenze con Yasminelle

Pillola Yasmin e pillola Yasminelle, il nome è quasi identico ma l’utilizzo dell’abbreviativo nel caso di Yasminelle suggerisce un’importante differenza: questa infatti rispetto a Yasmin pillola, contiene una quantità minore di ormone estrogeno, la cui dose è la maggiore responsabile tra l’altro degli effetti collaterali delle pillole contraccettive combinate. L’altro ormone contenuto in Yasmin e Yasminelle, il drospirenone, contribuisce a minimizzare gli effetti collaterali degli estrogeni.

Estrogeni nelle pillole contraccettive, a cosa servono

La pillola basa il proprio effetto contraccettivo sulla presenza di un ormone estrogenico che “inganna” l’apparato riproduttivo femminile, facendo credere all’asse ormonale che la donna sia già in gravidanza e quindi impedendo la maturazione dell’ovulo all’intero delle ovaie. Inoltre, l’estrogeno modifica la composizione del muco cervicale e dell’endometrio, rendendo difficile la risalita del liquido seminale e creando un ambiente sfavorevole all’impianto dell’embrione.

Le pillole di primissima generazione (anni ’60 e ’70) contenevano alte dosi di solo estrogeno ed erano responsabili di grossi effetti collaterali. Con il tempo sono state messe in commercio pillole combinate (che contengono progestinico ed estrogeno) ed il dosaggio degli estrogeni è stato man mano abbassato, fino ad arrivare alle pillole di quarta generazione, il cui contenuto di estrogeni è minimo e grazie alla presenza dell’ormone progestinico sono pochissimi gli effetti collaterali. Gli ormoni progestinici non steroidei come il drospirenone hanno un effetto diuretico che diminuisce la ritenzione idrica.

differenza tra yasmin e yasminelle

Yasmin pillola, le differenze con Yasminelle

Il blister di Yasmin contiene 21 pillole contraccettive, al termine delle quali bisogna sospendere l’assunzione per 7 giorni; in questo periodo si verifica il cosiddetto sanguinamento da sospensione. Dopo 7 giorni, si inizia un nuovo blister. In caso di dimenticanza inferiore alle 12 ore, l’efficacia contraccettiva non diminuisce, ma bisogna prendere immediatamente la pillola dimenticata. Dopo più di 7 giorni senza assumere la pillola la funzionalità ipotalamica, ipofisaria e quindi riproduttiva viene ripristinata.

Sia Yasmin pillola che Yasminelle contengono la stessa quantità di drospirenone (3 mg/compressa): ciò che varia è il dosaggio dell’ormone estrogenico (etinilestradiolo), che nel caso di Yasmin è di 0,03 mg/compressa e per Yasminelle è 0,02 mg/compressa. Yasminelle è quindi considerata più leggera di Yasmin, che è stata introdotta nei primi anni 2000 e già rappresentava una grande novità grazie al dosaggio ridotto di etinilestradiolo ed alla presenza del diuretico drospirenone. Yasminelle è arrivata nel 2005 e presenta la stessa efficacia contro la ritenzione idrica, con una dose leggermente minore di estrogeno ed uguale efficacia contraccettiva.

Sono state effettuate comparazioni tra le diverse pillole contraccettive ed è stato scoperto che Yasmin pillola ha un maggiore effetto sui segni di androgenizzazione (acne, irsutismo) e presenta minori rischi di trombosi venosa, rispetto alle pillole precedenti. Le pillole combinate con minore quantità di estrogeni come Yasminelle presentano meno effetti collaterali, ma maggiori probabilità di sanguinamento inter-ciclo (spotting).

Effetti collaterali, Yasmin e Yasminelle a confronto

Le pillole contraccettive combinate di quarta generazione sono tollerate molto bene dall’organismo e la coorte di effetti collaterali si riduce a pochi casi di nausea, seno dolente, cefalea, mal di stomaco, sbalzi d’umore, secchezza vaginale. Da questo punto di vista Yasmin pillola presenta un’incidenza di effetti collaterali leggermente più alta di Yasminelle, perché il dosaggio di estrogeni è maggiore; alcuni studi però sostengono che l’incidenza di effetti indesiderati sia identica. In ogni caso Yasminelle presenta un minore dosaggio di etinilestradiolo quindi pazienti che hanno sofferto di effetti indesiderati con Yasmin pillola possono trarre vantaggio passando a Yasminelle.

È controversa la teoria secondo la quale i contraccettivi orali combinati possono provocare trombosi venosa; si è osservato un lieve aumento del rischio, per cui le pazienti che presentano già fattori di rischio trombo-embolici (fumo, ipertensione, patologie cardiovascolari, dislipidemia, ipercolesterolemia, diabete, eventi cardiovascolari pregressi…) non dovrebbero assumere contraccettivi orali combinati fuori dal controllo del medico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.