collagene e acido ialuronico
Francesca Lolli
Francesca Lolli

Collagene e acido ialuronico: integratori contro le rughe

Indice

La continua esposizione a fattori inquinanti, raggi ultravioletti ed agenti pro-ossidanti, come il fumo di sigaretta, sostiene fortemente i processi degenerativi, causa di invecchiamento cutaneo.

Le conseguenti alterazioni strutturali e funzionali che coinvolgono le proteine della pelle, come l’elastina, la fibronectina, il collagene e l’acido ialuronico, determinano la comparsa di una serie di evidenti segni cutanei, tra i quali per l’appunto le rughe naso-labiali, frontali ecc. La cute, interessata da questo fenomeno, apparirà così meno tonica e lucente, disidrata, spenta, raggrinzita e costellata di numerosissimi solchi e piccole lesioni.

Ecco quali sono i rimedi utili per stacolare, o per lo meno rallentare, il processo di invecchiamento cutaneo: integratori a base di collagene e di acido ialuronico.

Collagene

Tra le proteine più abbondanti presenti nell’organismo umano, in particolare nella matrice extracellulare, ritroviamo il collagene. Il collagene è infatti una proteina, particolarmente diffusa anche nel derma. Ha una struttura tridimensionale molto complessa, responsabile delle sue proprietà biologiche. Costituita da filamenti proteici intrecciati a formare veri e propri fasci, il collagene dona alla cute compattezza, resistenza e flessibilità. Aiuta a contribuire, inoltre, il mantenimento dell’opportuno stato di idratazione.

Tuttavia, in presenza di eventi ossidanti e pro-infiammatori o con il fisiologico avanzare degli anni, il collagene subisce ripetuti insulti che ne alterano le proprietà strutturali e funzionali. A minarne ulteriormente l’equilibrio cutaneo, è l’espressione di una serie di enzimi dotati di attività proteolitica, noti come collagenasi. I collagenasi ne accelerano la degradazione, riducendone così il contenuto cutaneo. Il tutto predispone evidentemente a quello spiacevole fenomeno di aging cutaneo, descritto in precedenza.

Acido ialuronico

L’acido ialuronico è una macromolecola, anch’essa ben rappresentata a livello dermico, appartenente alla vasta famiglia dei glicosaminoglicani. La grande complessità strutturale, dona all’acido ialuronico una serie di proprietà chimico-fisiche e biologiche, tra le quali quelle visco e pseudoelastiche, lubrificanti e reidratanti. Per questo motivo, l’acido ialuronico contribuisce a preservare le caratteristiche cutanee di lucentezza, turgidità e tono, elasticità e idratazione.

Tuttavia, con l’avanzare degli anni e con la persistente presenza di agenti infiammatori e pro-ossidanti, le caratteristiche strutturali e funzionali di questa molecola vengono seriamente minate. La progressiva riduzione delle concentrazioni intradermiche di acido ialuronico, assieme alle variazioni strutturali, facilita l’insorgenza di spiacevoli inestetismi cutanei.

Integratori di collagene e acido ialuronico contro le rughe

Definiti con precisione alcuni degli eventi molecolari alla base del processo di invecchiamento cutaneo, diverse aziende farmaceutiche hanno cercato di mettere a punto integratori utili nel contrastare tale fenomeno.

Da diversi anni di sperimentazione è ad esempio nato l’integratore X115+Plus, in grado di agire a 360° sul processo di invecchiamento cutaneo. X115+Plus, infatti, oltre a fornire collagene marino, particolarmente utile anche nell’indurre la sintesi di collagene endogeno, e acido ialuronico, aiuta a contrastare il processo di invecchiamento cutaneo a monte grazie alla presenza di numerosissimi antiossidanti, tra i quali il resveratrolo, l’acido alfa-lipoico, i polifenoli da cacao e olivo, la vitamina E, la vitamina C, lo zinco e il rame.

X115+Plus, integratore effiace

L’efficacia di integratori a base di collagene, acido ialuronico e antiossidanti come X115+Plus è stata ampiamente dimostrata da diversi studi, sia sperimentali che clinici.

Infatti, la combinazione di questi fattori sembrerebbe efficace nel:

  • Controllare la sintesi di enzimi deputati alla degradazione di collagene e acido ialuronico;
  • Aumentare il contenuto di collagene e acido ialuronico a livello dermico;
  • Migliorare la sintesi endogena di proteine della matrice;
  • Ottimizzare il microcircolo cutaneo, garantendo un miglior processo di nutrizione intradermica:
  • Ridurre i danni indotti dalle radiazioni ultraviolette, ed in particolare dai raggi UVB.

Quindi, così come osservato nei vari studi, e come documentato dai diversi utilizzatori di simili integratori, un accurato utilizzo di questi prodotti potrebbe:

  • Migliorare il livello di idratazione cutanea:
  • Rendere la pelle più turgida e lucente;
  • Appiattire la profondità dei solchi cutanei soprattutto a livello naso-labiale, peri-orbitale e frontale;
  • Promuovere il processo di riparazione cutanea.

In conclusione, se fino a poco tempo fa l’unico rimedio utile contro le rughe era rappresentato da metodi invasivi come i fillers o il lifting chirurgico, oggi esistono supporti nutrizionali utili nel prevenire e correggere gli inestetismi cutanei tipici dell’invecchiamento.

L’uso costante di questi integratori, in un contesto di sane abitudini alimentari e uno stile di vita sano, potrebbe quindi risultare particolarmente efficace nel mantenere una pelle giovane e lucente.

Ti potrebbe interessare anche…

condividi articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email