in

La bicicletta hi-tech di Orbic, tutte le sue incredibili caratteristiche

Oggi analizzeremo insieme una bicicletta ultra moderna prodotta dalla casa statunitense Orbic

simbolo di una pista ciclabile
simbolo di una pista ciclabile-Cristiana Raluca-pexels.com

Nel seguente articolo ci occuperemo di hi-tech, nello specifico analizzeremo una nuovissima bicicletta, ipertecnologica, presentata sul mercato globale da una azienda statunitense.

Sebbene infatti negli ultimi 5 anni siano stati fatti dei passi in avanti incredibili nel settore automobilistico, moltissime aziende occidentali stanno cercando di implementare le tecnologie su una sempre maggiore gamma di veicoli.

Un esempio è proprio quello che vi proponiamo oggi, la bicicletta di proprietà della Orbic, ma analizziamola insieme nel dettaglio.

Alcune informazioni aggiuntive e le caratteristiche tecniche della bici di Orbic

Il 26 febbraio, durante il Mobile World Congress a Barcellona, l’azienda statunitense Orbic ha rivelato una nuova bicicletta elettrica avanzata, dotata di connettività 5G. Questa innovazione sottolinea l’impegno verso il progresso tecnologico, poiché la bicicletta integra una serie di funzionalità all’avanguardia. Tra queste, spicca un sofisticato sistema di prevenzione delle collisioni, alimentato da un’intelligenza artificiale, che contribuisce in modo significativo alla sicurezza dell’utente durante la guida.

l’Orbic 5G è dotata di un motore Bafang mid-drive e una batteria rimovibile da 960 Wh, offrendo una combinazione impeccabile di potenza e flessibilità. L’eBike è pronta ad affrontare qualsiasi sfida grazie alla sua struttura robusta e alla tecnologia all’avanguardia.

Per garantire la massima sicurezza e comodità, l’Orbic 5G è dotata di illuminazione a LED, pneumatici fat Kenda, parafanghi, portapacchi e un cambio a nove velocità, garantendo un’esperienza di guida completa e senza compromessi. Con queste caratteristiche, la bicicletta offre un equilibrio ideale tra prestazioni, praticità e stile.

Uomo adulto immerso nel verde con una bicicletta elettrica
Uomo adulto immerso nel verde con una bicicletta elettrica-Team EVELO-pexels.com

Le incredibili tecnologie di cui è munita la bicicletta, la connessione internet

Nel mondo del ciclismo, le innovazioni high-tech stanno prendendo sempre più piede. Tra caschi connessi, tracciamento GPS e airbag per ciclisti, le possibilità sembrano infinite. Quella che stiamo mostrando ai lettori risulta essere dunque una bicicletta elettrica connessa ad internet tramite 5G, presentata per la prima volta al Mobile World Congress di Barcellona lo scorso 26 febbraio dall’azienda americana Orbic.

Ma a cosa serve davvero una bicicletta connessa al web? A prima vista, sembrerebbe che una bici abbia solo bisogno delle sue componenti base per funzionare: una catena, due ruote, una sella e un manubrio per portare una persona alla sua destinazione. Ciò detto, la connessione 5G ad alta velocità svolge un ruolo cruciale nel funzionamento ottimale della batteria integrata in questa bici, che può raggiungere una velocità massima di 45 km/h.

Bici elettrica di colore rosso
Bici elettrica di colore rosso-Daniel Frank-pexels.com

Il suo incredibile sistema che evita le collisioni

Come detto in precedenza la bici è munita di altri sistemi, questi avanzamenti tecnologici mirano principalmente a migliorare la sicurezza dei ciclisti. La bicicletta è dotata, ad esempio, di un sofisticato sistema alimentato dall’intelligenza artificiale che monitora il traffico grazie a un sensore posizionato nella parte posteriore della bicicletta con un angolo di visione di 140°. Quando viene rilevato un potenziale rischio di collisione, il sistema emette un avviso acustico e visivo per avvertire l’utente, contribuendo così a rendere le strade più sicure per tutti.

La fotocamera integrata e lo schermo touch

Sul manubrio è presente uno schermo touch da 7 pollici che fornisce informazioni in tempo reale come velocità, livello della batteria e percorso da seguire. Inoltre, offre la possibilità di effettuare videochiamate grazie alla fotocamera frontale da 64 milioni di pixel. In definitiva, queste caratteristiche, seppur di dubbia utilità per alcuni, danno l’impressione di trovarsi di fronte a un vero e proprio abitacolo di un’auto ultra moderna, piuttosto che a una semplice bicicletta.

Scritto da Pasquale Arrichiello

A 24 anni ho conseguito una laurea magistrale in Scienze Storiche alla Federico II di Napoli. Oltre alla storia ed alla filosofia, due delle mie principali passioni, ho da sempre coltivato un profondo amore per la scrittura, ed è proprio questo legame ad avermi condotto nel mondo dei copywriter.