Alopecia Areata: Cos’è? Cause, Cura, Bambini e Stress

Alopecia areata: cos’è? Le cause della sua comparsa, la cura, la comparsa nei bambini e il come può lo stress condizionare e far sviluppare questa tipologia di calvizie. L’alopecia areata è una patologia in cui la caduta dei capelli avviene molto rapidamente e assume una forma particolare. Nell’alopecia areata, infatti, ritroviamo la tipica barba a chiazze piuttosto che un cuoio capelluto a macchie. L’alopecia areata ha una storia alle spalle molto lunga, le prime testimonianze risalgono agli antichi Egizi.

Si tratta di una malattia di capelli che provoca molti danni all’autostima a causa dell’effetto estetico. Una delle domande più frequenti è: alopecia areata, cura? Spesso questa forma particolare di calvizie si risolve senza particolari trattamenti, nell’1% dei casi provoca una perdita di peli e capelli in tutto il corpo. Una barba a chiazze piuttosto che capelli con macchie del tutto glabre possono provocare un profondo senso di disagio. Andiamo a vedere più nel dettaglio le caratteristiche di questa condizione.

Alopecia areata: cos’è?

Alopecia areata (AA), è una malattia dei capelli e dei peli che provoca una caduta del tutto irregolare. La conseguenza tipica dell’alopecia areata è infatti quella di cuoio capelluto, barba e altre zone del corpo ricoperti di peli con chiazze del tutto glabre. La perdita di peli e capelli risulta anche molto repentina, questo aggrava i sintomi di disagio di chi ne fa esperienza.

L’alopecia areata si differenzia dalla calvizie androgenetica e anche da altri tipi di calvizie, in nessun caso infatti la perdita di capelli avviene a chiazze. Le aree interessate sono infatti circoscritte, la perdita non è quasi mai omogenea e completa. D’altra parte, nelle aree glabre della testa e del corpo non sono visibili infiammazioni o irritazioni. Non si tratta dunque di un problema di tipo dermatologico. Questa forma di alopecia colpisce una persona su 1000, il 60% di questi casi ha meno di 20 anni. Vediamo ora le diverse tipologie di alopecia areata esistenti.

Alopecia Areata monolocularis e multilocularis

È la condizione che troviamo più spesso, è caratterizzata da un singolo punto da cui ha origine la perdita di capelli o peli. Di solito questo punto si trova sul cuoio capelluto e ha una misura tra i 2 e i 5 centimetri, di forma tipicamente circolare.

Cambia rispetto all’Alopecia Areata monolocularis perchè i punti di lesioni sono multipli. Le zone glabre sul cuoio capelluto sono diverse e possono arrivare a formare una singola chiazza maggiore senza capelli.

Alopecia Areata universale

Nella forma universale la manifestazione si estende a tutti i capelli e i peli del corpo. Dunque colpisce anche i peli pubici, quelli ascellare, le sopracciglia e persino le ciglia. Tendenzialmente non risponde alle cure in questa forma.

Alopecia Ophiasis

Questa perdita di capelli è limitata alla zona posteriore del capo, da orecchio a orecchio. Questa forma è caratterizzata da una forma sinuosa di serpente, nella zona glabra del cuoio capelluto.

Alopecia Areata dei capelli scuri

Questa forma di alopecia è caratterizzata dal fatto che si limita ad attaccare capelli scuri o ancora pigmentati. Non si perdono infatti quei capelli che hanno perso melanina, ormai senza colore. Predominano così capelli grigi o bianchi, dando al soggetto un aspetto più vecchio rispetto alla sua età.

Questo forma risulta essere connessa allo stress, soprattutto di tipo emotivo.

Alopecia Barbae

Questa forma si limita alla zona della barba, senza intaccare cuoio capelluto o altre zone ricoperte di peli.

Alopecia Areata diffusa

Questa condizione specifica è una delle più difficili da diagnosticare, perché può essere confuso con l’alopecia androgenetica. Questo avviene perchè la perdita dei capelli è diffusa sul cuoio capelluto, non presenta aree circoscritte o lesioni che solitamente caratterizzano questa malattia.

Alopecia areata: cause

Alopecia areata, cause? Questa è una delle domande più ricorrenti per chi soffre o sente parlare di questa malattia dei capelli. Alla base di questo disturbo troviamo senza ombra di dubbio un fattore genetico, avere parenti o familiari che soffrono di questa forma di alopecia aumenta la probabilità di svilupparla a nostra volta. Non ci sono preferenza tra maschi e femmine, costituisce sicuramente un fattore di rischio per la sindrome di Down.

L’incidenza sulla popolazione è di 1,7%, l’alopecia areata ha una base multi fattoriale dunque le cause da ricercare sono diverse. Questa condizione viene aggravata da una esposizione cronica allo stress e all’ansia, in soggetti che hanno già una predisposizione a svilupparla. Altro fattore importante è il meccanismo neurogenico: i nervi si attivano e provocano infiammazione intorno al follicolo pilifero, rendendo impossibile la crescita di nuovi capelli o peli. Alla base, i globuli bianchi attaccano le cellule dei follicoli piliferi causando la perdita repentina di peli e capelli. La componente immunopatologica alla base è la più sostenuta, perchè la reazione del sistema immunitario danneggia i follicoli ed è patologica.

Squilibri ormonali e disturbi di vario tipo alla tiroide aumentano la probabilità di sviluppare questa forma di alopecia (indicata come AA). Altro fattore di rischio è costituito dalla malnutrizione, in modo particolare con una carenza di ferro nonostante questo filone di ricerca debba ancora essere sviluppato.

Una causa ben definita di perchè tutto questo accada è ancora da ricercare. Non rientra ancora a far parte dell’elenco delle malattie rare del SSN Italiano ma può essere considerata tale così come malattia cronica recidivante. Avviene spesso che, dopo un primo episodio e la sua risoluzione, il problema si ripresenti nello stesso soggetto. Il disagio che deriva da questa condizione è forte, i soggetti tendono a indossare cuffie o cappelli per nascondere il problema. Vedremo che esistono alcuni rimedi per risolvere l’alopecia areata, per migliorare la qualità di vita di questi pazienti.

Alopecia areata: cura

Esiste una cura per l’alopecia areata? Non proprio ma ci sono alcune informazioni importanti. Questa forma di alopecia non è pericolosa per la salute, gli effetti riguardano soprattutto la sfera psicologica del soggetto, con una forte sensazione di disagio e di imbarazzo. Nella maggior parte dei casi di alopecia areata si assiste a una risoluzione spontanea del problema nel giro di qualche mese, soprattutto quando le chiazze glabre sono poco. (Vedi anche: trapianto di capelli in Turchia)

Ci sono però casi in cui l’evoluzione è negativa, fino ad arrivare a una perdita totale di capelli e peli sul corpo. Questi sono i casi più gravi, in cui peggiora anche la condizione psicologica dell’individuo. Non esistono cure definite a questa condizione ma solo alcuni trattamenti temporanei, a causa anche delle poche ricerche relative a questa forma di alopecia.

Caso particolare è quello dell’alopecia areata associato alla celiachia, una perdita di capelli e peli che si conclude quando viene adottata una dieta priva di glutine. La ricrescita dei capelli e dei peli avviene in modo permanente in questo caso. Vediamo ora quali sono i rimedi e i trattamenti associati normalmente all’alopecia areata.

Rimedi e trattamenti

  • Minoxidil 5%, un farmaco di cui abbiamo parlato anche in riferimento alla calvizie androgenetica. La soluzione di Minoxidil può essere usata anche in questa forma di alopecia, proprio perchè stimola la crescita di peli e capelli entro 3 mesi. Si tratta di un farmaco con ottime recensioni, non sempre efficace per l’alopecia areata.
  • Antralina, un principio attivo utilizzato nella cura anche di alcuni disturbi dermatologici come la psoriasi. Agisce a livello dei meccanismi immunitari, che qui danneggiano il funzionamento del follicolo pilifero. Viene applicata, per via topica, 1 o 2 volte al giorno per un periodo minimo di 10 minuti fino al massimo di 1 ora.
  • Azatioprina, sotto forma di compresse, capace di ripristinare il normale funzionamento degli anticorpi.
  • PUVA terapia, utile in questa forma di alopecia. Si tratta di una terapia che sfrutta l’impiego della luce e della radiazione ultravioletta per curare soprattutto malattie dermatologiche. La PUVA terapia sembrerebbe funzionare meglio per l’alopecia areata universale. Rientra nella fotochemioterapia.
  • Acido squarico, un sensibilizzatore cutaneo che può aiutare anche nella ricrescita di capelli. Gli effetti collaterali di questi prodotti, tra cui infiammazione e desquamazione del cuoio capelluto, vanno considerati prima di iniziare la terapia.
  • Tricopigmentazione, una tecnica utilizzata per ridurre il disagio di vari tipi di calvizie. La perdita di capelli viene infatti mascherata attraverso il deposito puntiforme di pigmento color cenere.

Alopecia Areata nei Bambini

L’alopecia areata colpisce anche una buona percentuale di bambini, il 60% dei casi di AA ha meno 30 anni. Avere un genitore con questa condizione può aumentare la percentuale di ritrovarla anche nei più piccoli. Si tratta infatti di un problema che ha alla base un meccanismo genetico, il sistema immunitario inizia a funzionare come non dovrebbe attaccando i follicoli piliferi. Vediamo alcune delle caratteristiche.

  • Gemelli monozigoti presentano frequentemente lo stesso tipo di alopecia areata, alla stessa età e con le stesse modalità.
  • La familiarità per questa condizione aumenta la percentuale di svilupparla
  • L’esposizione allo stress cronico, anche nei più piccoli, peggiora la condizione di AA.
  • La perdita può colpire sia capelli che peli, in diverse zone del corpo.

I prodotti che possono essere utilizzati per porre fine o per provare a risolvere il problema, nei bambini, devono essere approvati da un pediatra o da uno specialista dell’infanzia.

Stress

Perchè avviene l’associazione tra stress e alopecia areata? Alla base del disturbo rimane la causa genetica, altamente ereditabile, ma esiste una forma di AA associata allo stress cronico. Come capirlo? La perdita di peli e capelli avviene in concomitanza con un forte periodo di tensione e nervosismo. Si tratta però di una condizione reversibile, facilmente eliminabile grazie alla fine dell’esposizione allo stress.

Le cause di questa forma di AA sono spesso la gravidanza, malattie infettive, operazioni chirurgiche impegnative piuttosto che denutrizione, patologie alla tiroide o traumi di varia entità. Una terapia a base di cortisoni e la riduzione dello stress possono portare a un miglioramento repentino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.