in

Camminare 10mila passi, un’attività dalle numerose proprietà benefiche

L'OMS suggerisce di compiere circa 10mila passi al giorno per condurre una vita sana ed essere sempre in forma.

Se vogliamo davvero condurre una vita sana ed essere sempre in forma è per forza necessario fare 10.000 passi al giorno? Se stiamo a quel che dice l’OMS non ne possiamo fare a meno. Infatti, qualche anno fa l’Organizzazione Mondiale della Sanità lanciò proprio una campagna sui “10.000 passi al giorno per invitare tutti i cittadini a condurre uno stile di vita sano, che diminuisce i rischi di attacchi cardiaci, migliora la pressione arteriosa e contribuisce anche ad un generale dimagrimento delle persone a rischio obesità.

Camminare, quindi è un’attività che fa davvero così bene? La risposta è sicuramente positiva, ma questa non è certo una novità. Sappiamo benissimo che camminare, soprattutto all’area aperta è un’attività dalle numerose proprietà benefiche. Ma perché sono 10.000 mila i passi da fare ogni giorno e da dove arriva questo numero? Nel corso degli anni questa misura ha suscitato diversi dubbi infatti, ci sono state diverse alternative scientifiche. Alcuni studi hanno suggerito che anche 3 mila passi al giorno ci permettono di condurre uno stile di vita sano, altri hanno puntano su 7 mila. Quest’ultimo è sicuramente un obiettivo più equilibrato. Cerchiamo di scoprire qualcosa in più sull’argomento.

La storia dei 10 mila passi

La storia di questi 10 mila passi è davvero molto interessante e può essere collegata al mercato dei braccialetti fitness, tipo orologi GPS, smartband o accessori simili. Questa pratica è in continua espansione dal 2018. Non tutti sanno però che il primo dispositivo di questo tipo è nato in Giappone nel 1964, l’anno delle prime olimpiadi di Tokyo. Il dispositivo con il nome di Manpo-Kei, letteralmente “il contatore dei 10.000 passi” venne spinto da una campagna marketing dell’agenzia nipponica Yamasa Tokei.

Per la prima volta è stato distribuito un dispositivo automatico che indicava il numero esatto di passi da compiere per essere in forma e salute. In seguito, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, interessata all’argomento, iniziò una serie di studi e arrivò alla conclusione che 10mila è il numero giusto per condurre una vita sana. L’OMS però ci tenne a precisare che questa pratica non aveva niente a che fare con il braccialetto giapponese ma il tutto nacque grazie ad un lancio pubblicitario. Oggi, il mercato ha finalmente lanciato il prodotto migliore per contare i passi senza cambiare il numero: sempre 10 mila che in sostanza corrispondono a ben 8 km.