Cani e gatti possono mangiare cioccolato?

E ovviamente no, neppure i cani possono mangiare il cioccolato. Sebbene non tutti i cani siano così suscettibili di ammalarsi mangiando cioccolato

No, i gatti non dovrebbero mangiare cioccolato. Anche se è meno probabile che provino a rubartelo da sotto il naso, il cioccolato fa ancora male ai gatti, proprio come lo è per i cani. Mentre una barretta di cioccolato potrebbe non piacergli, qualsiasi tipo di bevanda al cioccolato a base di latte può certamente essere un rischio per qualsiasi felino!

E ovviamente no, neppure i cani possono mangiare il cioccolato. Sebbene non tutti i cani siano così suscettibili di ammalarsi mangiando cioccolato, non va bene per nessun cane. Dare da mangiare al tuo cane un po’ del tuo uovo di Pasqua come regalo probabilmente avrà l’effetto opposto che intendi e può comportare alcune pesanti fatture veterinarie.

Polvere di cacao
Polvere di cacao – Foto di samer daboul/Pexels.com

Alcuni cioccolatini contengono livelli più elevati di teobromina rispetto ad altri. Cioccolato fondente e da cucina e cacao hanno i livelli più alti, mentre il cioccolato al latte e bianco hanno i più bassi. Ci vuole solo meno di 30 grammi di cioccolato fondente per avvelenare un cane di 19 kg, quindi se sospetti che il tuo cane abbia ingerito anche la più piccola quantità, cerca subito un aiuto veterinario. Sfortunatamente, non c’è modo di determinare l’esatta quantità di cioccolato che un cane deve consumare per diventare a rischio di malattie gravi, poiché il tasso metabolico di ogni animale è diverso.

Se ti stai chiedendo perché i gatti e il cioccolato non si mescolano, è perché cioccolato e cacao contengono un ingrediente chiamato teobromina, che viene metabolizzato naturalmente nel corpo umano, ma non nei cani o nei gatti. Questo porta ad un accumulo tossico della sostanza, che può portare ad alcuni sintomi molto gravi, in particolare insufficienza epatica.

Il tuo gatto non deve mangiare una grande quantità di cioccolato per soffrire di problemi di conseguenza, quindi cerca di tenerlo fuori dalla portata e dalla vista di tutti i tuoi animali domestici. È impossibile calcolare esattamente la quantità di cioccolato necessaria per far ammalare un gatto, poiché il metabolismo di ogni animale è diverso, ma ci sono alcuni fattori che puoi tenere in considerazione. Ciò include le dimensioni e il peso del tuo animale domestico e il tipo di cioccolato che ha mangiato. Il cioccolato fondente, amaro, ha un contenuto di teobromina molto più elevato rispetto al cioccolato al latte o bianco.