Cellulite, le cause, i rimedi, le novità per la cura nel 2018

La cellulite è l’inestetismo più odiato dalle donne perché colpisce una buona parte della popolazione ed è un “difetto” estetico sgradevole. La famosa pelle a “buccia d’arancia”, l’incubo della prova costume delle donne e talvolta degli uomini.

Cellulite cos’è

La cellulite, chiamata anche cellulite estetica, è in termini medici chiamata “panniculopatia edemato-fibro-sclerotica”. Altro non è che una alterazione del tessuto sottocutaneo dovuta ad una ritenzione idrica dei tessuti in questa maniera si assiste ad un deposito di grassi. In pratica questa alterazione è la causa di ulteriori alterazioni della pelle al punto di rendersi visibile con una modifica estetica del tessuto. La famosa “buccia d’arancia”. La cellulite è molto diffusa nella popolazione, si calcola che interessi oltre la metà della popolazione con picchi molto elevati sul sesso femminile (si parla di 8-9 donne su 10), molto meno diffusa tra gli uomini dove comunque si può manifestare.

Cellulite: 3 tipologie

Spesso si tende a generalizzare la cellulite considerando un difetto “unico” e assolutamente identico tra persona e persona, quando invece esistono delle varie “fasi” dell’inestetismo che si manifestano in maniera diversa e che richiedono ovviamente trattamenti risolutivi differenziati.

Cellulite compatta

Proviamo ad analizzarle: il primo stadio definito “cellulite compatta” si manifesta generalmente in soggetti in condizione fisica ottimale, cioè che pratico abbastanza regolarmente sport. Si manifesta con smagliature nei punti “strategici”: glutei, cosce e ginocchi. È anche la cellulite più diffusa ed è quella più combattuta. Normalmente si tratta di soggetti giovani di età.

Cellulite braccia

Il secondo stato è la cellulite “molla”. I soggetti sono generalmente di mezza età oppure si tratta di persone che hanno variato in maniera significativo il peso. I punti in cui si manifesta sono le cosce e le braccia. Rispetto alla “compatta” presenta noduli.

Cellulite terzo stadio

Il terzo stato la cellulite “edemosa” si presenta, generalmente, in persona avanti con l’età ed è fortemente collegata alla ritenzione idrica nei glutei e nel bacino. È collegata a problemi nella circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori. È una tipologia di cellulite particolarmente dolente. È l’ultima evoluzione della cellulite ed è pertanto la più difficile da trattare. Viene affrontata con terapie e con ginnastica adattata.

Cellulite cause

Ma cosa provoca la cellulite? Quali fattori fanno si che avvengano queste alterazioni? Si deve considerare che diversi fattori sono “naturali” cioè non hanno dirette responsabilità sulla condotta di vita né possono essere combattute modificando gli stili di vita.

Ci sono poi, invece, delle cause che hanno stretti legami sulla tipologia di stile di vita e che quindi possono essere attenuati o addirittura ridotti. Infine consideriamo quelle cause che sono legate a fattori esterni in toto, ad esempio particolari malattie  o l’assunzione di determinati farmaci che interagiscono sul nostro corpo.

Come detto precedentemente uno dei fattori “naturali” è senza dubbio il sesso della persona. Le donne la sviluppano naturalmente più dell’uomo, le percentuali sono ben diverse: nella donna si supera l’80% mentre nell’uomo la percentuale è ben più bassa. Rientrano in questi il ciclo mestruale e la gravidanza. Fattori del tutto “naturali” che però interagiscono in maniera talvolta determinate sull’insorgere della cellulite.

Cellulite alimentazione

Vediamo ora invece alcune “cause” che possono essere controllate dal soggetto e, nei limiti del possibile, controllate al  fine di ridurne l’influenza sul disturbo. La mancanza di attività fisica assieme ad una repentina diminuzione del peso influiscono sulla tonicità del corpo e di conseguenza sulla circolazione e la funzionalità del metabolismo. Legato a ciò c’è uno sbagliato stile alimentare. Infatti una alimentazione ricca di calorie, grassi e sali creano una ritenzione idrica che provoca un aumento troppo elevato di grasso, origine della cellulite.

A questo si aggiunge: sovrappeso, obesità, posture o posizione giornaliere sbagliate, abbigliamento sbagliato, fumo, stress, e altri stili di vita sbagliati. In linea di massima una vita sana e attività fisica regolare aiuta sempre il nostro corpo e anche la cellulite ne risente di abitudini sbagliate. La prima prevenzione quindi nasce dagli atteggiamenti quotidiani.

Cellulite 3 rimedi efficaci

È bene differenziare i rimedi dai trattamenti. I primi possono essere messi in atto senza ricorrere ad uno specialista e sono corretti stili di vita che aiutano a controllare lo sviluppo della cellulite. Anzi, sono rimedi che valgono in generale per qualsiasi malattia o problema di salute legata allo stile di vita.

La prima cosa è fare attività fisica in maniera regolare e costante. Ciò aiuta a mantenere pienamente in funzione il nostro corpo e il nostro metabolismo. Oltre al mantenimento di un peso corretto contribuisce alla riduzione del grasso e al miglior funzionamento del metabolismo.

Inevitabile poi è ridurre, ma meglio eliminare, il fumo e l’alcool. Due “vizi” che mettono a repentaglio non solo la vita ma anche la qualità della vita, aspetto forse più importante. Perché la cellulite ha un legame con fumo e alcool.

Gli altri consigli sono generali ma legati sempre alla corretta alimentazione. Una dieta sana ed equilibrata contribuisce all’attivazione completa del metabolismo e di conseguenza alla riduzione del grasso. Sempre parte della dieta, o meglio, delle abitudini alimentari: bere tanta acqua, mangiare in quantità verdura e frutta e, infine, evitare cibi “non sani”.

Cellulite 4 trattamenti efficaci

La cellulite può essere combattuta, ci sono trattamenti adatti per ridurla e per combatterla. I trattamenti in linea di massima si suddividono tra quelli farmacologici e non. Tra quelli di carattere non medico c’è la ginnastica adattata fatta da specialisti in grado di seguire il paziente in maniera precisa ed efficace. Poi ci sono i vari drenaggi da svolgere in centri specializzari. Il linfodrenaggio ad esempio è un massaaggio che favorisce la riattivazione della circolazione linfatica. Nei centri specializzati vi sono diversi trattamenti che possono essere eseguiti da personale specializzato.

I trattamenti medici invece sono per la maggior parte iniezioni locali che interferiscono direttamente con il tessuto sottocutaneo. I trattamenti medici sono consigliati in casi specifici in cui gli altri trattamenti non hanno sortito l’effetto sperato. E sopratutto nei casi in cui l’inestetismo si presenti in maniera particolarmente violenta. Altrimenti vi sono rimedi avanzati che sono una via di mezzo tra il trattamento medico e quello estetico, ma sempre sotto controllo medico: ad esempio trattamenti specifici con macchinari tecnologici. Se vi interessa l’argomento potete leggere il nostro approfondimento sulle varie tecniche di cura della cellulite tramite chirurgia estetica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.