in

Colesterolo alto: cosa fare e i rimedi per combatterlo

rimedi colesterolo

Sapete quante sono le persone in Italia che soffrono di colesterolo alto? Secondo le statistiche si tratta del 58% delle donne e del 57% degli uomini, a fronte di rischi importanti per la salute, in primo luogo a livello cardiovascolare.

L’età media di riferimento dei soggetti affetti da tale problematica va dai 35 ai 74 anni e vede una colesterolemia uguale e persino superiore ai 200 mg/dl.

L’ipercolesterolemia, questo il nome scientifico del disturbo, è considerata una malattia del progresso e vede ogni anno un incremento di casi: basti pensare al fatto che ognuno di noi conosce almeno qualcuno che ne è affetto.

In questo articolo andiamo a vedere quali sono i rimedi per il colesterolo alto e come prevenire o limitare i rischi che può comportare, agendo in primo luogo sullo stile di vita.

rimedi per il colesterolo alto

Cos’è il colesterolo: le informazioni da conoscere

Partiamo dal definire cosa si intende per colesterolo. Si tratta di una sostanza di origine grassa fondamentale per il nostro corpo la quale tende a diventare dannosa nel momento in cui è presente in percentuali in eccesso nel sangue.

Il corpo produce in maniera naturale circa l’80% del colesterolo totale: soltanto una piccola percentuale è quindi introdotta in altro modo, ovvero attraverso la dieta. Quando tale rapporto non si verifica si induce una situazione di disequilibrio, andando a ottenere un livello di colesterolo alto.

Il colesterolo è prodotto soprattutto nel fegato, il quale lo riceve a sua volta tramite l’assorbimento intestinale. È dopo questo passaggio che viene poi distribuito nel resto del corpo. Il solo organo capace di eliminare un eccesso di colesterolo è il fegato.

Insieme ai trigliceridi, va a costituire la parte grassa dell’organismo. Entrambi sono trasformati in lipoproteine, le quali possono essere:

  • a densità molto bassa o VLDL (si fa riferimento ai trigliceridi);
  • a densità bassa o LDL (si parla anche di colesterolo cattivo);
  • a densità alta o HDL (si parla anche di colesterolo buono).

Il colesterolo alto può essere sia quello LDL che HDL, ma soltanto nel primo caso si rivela pericoloso per la salute, comportando il rischio prima di tutto di arteriosclerosi e andando a influire in maniera rilevante in presenza di diverse patologie, cardiovascolari su tutte.

Rimedi per il colesterolo alto: l’importanza dell’alimentazione

I rimedi per il colesterolo alto devono necessariamente partire da un cambiamento all’interno dello stile di vita, il fattore che più di ogni altro influisce sul verificarsi di una simile patologia.

La buona notizia, quindi, è che diversamente da altre condizioni quando si verifica una situazione di ipercolesterolemia è possibile cambiare non poco quanto in essere, agendo su fattori modificabili.

Un discorso che vale prima di tutto per tali parametri: fumo, sedentarietà e un regime alimentare che presenta una considerevole assunzione di cibi che contengono grassi saturi.

Altri fattori che tendono a influire sul colesterolo, portando un aumento, sono la pressione alta e il diabete, una situazione di forte stress e la mancanza di vitamina D, derivante da una scarsa esposizione ai raggi del sole: in questo caso tende a verificarsi un abbassamento delle difese immunitarie.

Per rimediare a una situazione di colesterolo alto è indispensabile, dunque, cambiare abitudini e prendersi cura di sé, fare attività fisica, esporsi con le opportune protezioni ai raggi solari e mangiare bene. Vediamo di seguito quali sono gli alimenti che aiutano ad abbassare il colesterolo.

Gli alimenti per contrastare il colesterolo alto

Quando si interviene sull’alimentazione in maniera mirata, l’abbassamento del colesterolo tende ad avvenire velocemente e in maniera naturale.

Riportiamo alcuni consigli riguardo alla dieta per ridurre i livelli in eccesso del colesterolo  e riportare i valori emersi durante le analisi del sangue nella norma:

  • Legumi, cereali e alimenti di origine vegetale sono l’ideale per il contenimento dei livelli del colesterolo in eccesso.
  • Da privilegiare i vegetali ricchi di fibre, i quali consentono l’assorbimento del colesterolo e aiutano ad alimentare il livello intestinale.
  • Non esagerare con i cereali né i legumi per quanto riguarda la quantità, diversamente il rischio è di andare incontro a valori sballati.
  • I cereali da preferire sono pasta, pane, riso, farro, avena e orzo, specialmente nella versione integrale.
  • Nessun limite al consumo di frutta e verdura: ingredienti leggeri e ricchi di proprietà. Il consiglio è quello di seguire l’andamento delle stagioni.
  • Per quanto riguarda le proteine, queste andrebbero consumate per non più di tre volte a settimana. Da preferire quelle più leggere come pesce azzurro e carni quali tacchino o pollo.
  • Attenzione ai formaggi, in primo luogo per quanto concerne la qualità: non basta scegliere quelli in versione light per evitare l’innalzamento del colesterolo.
  • Attenzione anche al metodo di cottura. Da evitare quelle ricche d’olio come soffritti o fritti. Perfette, invece, cottura alla griglia, al vapore e con friggitrice ad aria.

Nota finale

Il colesterolo alto è una cosa seria e non andrebbe mai preso alla leggera. Nel dubbio, meglio confrontarsi con il proprio medico di fiducia.

Oltre a prestare attenzione alla dieta e allo stile di vita si rivela molto utile l’assunzione periodica di integratori, in grado di portare importanti benefici per la salute. A patto di non intenderli come un sostituto a una corretta alimentazione e a uno stile di vita equilibrato.