Come aiutare il metabolismo e sgonfiare l’addome!

Rimanere ben idratati è fondamentale se stai cercando di sgonfiare, poiché bere acqua regolarmente durante il giorno può prevenire la ritenzione di liquidi causata dalla disidratazione

Spesso, la sensazione di avere la pancia permanentemente gonfia è accompagnata da altri fastidi, come mal di stomaco, flatulenza, crampi e tensione addominale. Le cause alla base di questo disturbo sono, come avrete intuito, moltissime, da quelle psicologiche (anche lo stress fa gonfiare la pancia) a quelle prettamente alimentari e mediche.

Oltre a cercare da soli le possibili cause del problema, se il gonfiore dovesse presentarsi frequentemente, sarà quindi opportuno consultare il proprio medico e, se necessario, un gastroenterologo. Le cause comuni di gonfiore allo stomaco includono: Difficoltà digestive; Sindrome premestruale; Intolleranza a; determinati alimenti o sostanze (come il lattosio per esempio); Sindrome dell’intestino irritabile; Masticare; cibi troppo poco e troppo velocemente; Bere troppe bevande gassate e/o alcoliche.

Stomaco piatto
Stomaco piatto – Foto di Karolina Grabowska/Pexels.com

Rimanere ben idratati è fondamentale se stai cercando di sgonfiare, poiché bere acqua regolarmente durante il giorno può prevenire la ritenzione di liquidi causata dalla disidratazione. Inoltre, può prevenire la stitichezza, che è una causa comune di gonfiore. Idealmente, attenersi a bevande come acqua o tè quando possibile ed evitare bevande zuccherate come soda, succo e bevande sportive.

La fibra è un composto presente negli alimenti vegetali. Si muove lentamente attraverso il tratto digestivo, aggiungendo massa alle feci e ritardando lo svuotamento dello stomaco. L’aggiunta di più fibre alla tua dieta offre molti benefici per la salute. Questi includono una maggiore regolarità, che può aiutare a prevenire la stitichezza e il gonfiore. Tuttavia, è importante aggiungere gradualmente fibre alla tua dieta. Aumentare l’assunzione troppo rapidamente può peggiorare problemi digestivi come gas, gonfiore e diarrea

L’aloe vera è una pianta dalle proprietà sorprendenti. Grazie ai suoi effetti idratanti e antiossidanti, la pianta viene utilizzata nel trattamento di numerose condizioni, da quelle della pelle a quelle dell’intero organismo. Devi sapere però che il succo di aloe vera è anche in grado di riequilibrare la flora batterica intestinale, aiuta a drenare i liquidi in eccesso e a sgonfiare la pancia. Basta assumere ogni giorno qualche cucchiaino di estratto di aloe per sperimentare gli effetti benefici di questa pianta.

Stomaco malfunzionante
Stomaco malfunzionante – Foto di Kat Smith/Pexels.com

Oltretutto, l’ananas è una straordinaria fonte di bromelina, un enzima in grado di combattere il gonfiore associato all’infiammazione. L’ananas è anche in grado di migliorare la digestione e favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso. È importante essere consapevoli di eventuali allergie o intolleranze alimentari che potresti avere, in quanto possono contribuire al gonfiore. Ad esempio, l’intolleranza al lattosio – l’incapacità di digerire lo zucchero naturale presente nel latte – può causare sintomi come gonfiore, pienezza, gas, mal di stomaco e diarrea.

Allo stesso modo, quelli con malattia celiaca – una sensibilità al glutine – possono sperimentare problemi digestivi come gonfiore dopo aver consumato cibi contenenti glutine come grano, orzo e segale. Inoltre, alle persone con sindrome dell’intestino irritabile (IBS) viene talvolta consigliato di limitare i cibi ricchi di oligo-, di-, mono-saccaridi e polioli fermentabili (FODMAP), che sono carboidrati scarsamente assorbiti nel tratto digestivo, per ridurre la sintomi