Come cucinare un secondo piatto degno di uno chef stellato

La carne è uno degli ingredienti principali dei secondi piatti. Ecco quale scegliere e come cucinarla.

Uno degli ingredienti principali dei secondi piatti è la carne. Quella di maiale è senza dubbio meno nutriente di quella di vitello, ma è comunque ricca di proteine, vitamine e sali minerali, l’unica cosa è leggermente più grassa. Quando acquistiamo la carne fresca dobbiamo prima verificare che sia di qualità e proveniente da una filiera controllata. Per essere fresca deve avere un colore intenso con la parte grassa lucida e bianca. Dobbiamo controllare anche la consistenza, che deve essere soda e compatta. Una volta acquistata e portata a casa, dobbiamo conservarla nella parte più fredda del frigo per 2 o 3 giorni al massimo. La carne ci permette di ottenere piatti super gustosi.

Il taglio giusto della carne

Se come secondo piatto vogliamo le scaloppine possiamo usare il filetto, che è la parte più magra, a patto di non cuocerle troppo perché altrimenti diventerebbero dure. Può andare bene anche la lonza, un taglio più economico ma che richiede una cottura più lunga con base di vino o brodo in modo tale che non rimanga asciutta. Se vogliamo preparare un secondo piatto alla grigia possiamo pensare alle costolette o alle braciole. Prima di cuocerle dobbiamo marinarle.

Se come secondo piatto vogliamo un arrosto possiamo scegliere ancora una volta il filetto, ricordando di regolare la temperatura del forno. Il filetto deve rimanere rosato per non far sì che si indurisca. Possiamo scegliere anche la lonza o l’arista. Per le costolette, per la guancia o per la pancetta è ideale una cottura al forno.

Secondo piatto - Foto di Malidate Van/Pexels.com
Secondo piatto – Foto di Malidate Van/Pexels.com

Il secondo piatto perfetto per l’autunno

Siamo in pieno autunno e a chi non passa per la testa l’idea di voler cucinare un piatto perfetto per questa stagione? La carne di maiale può essere la soluzione perfetta. Per preparare un secondo piatto degno di uno chef stellato abbiamo bisogno della lonza di maiale. La prima cosa da fare è tagliarla in fette sottili lasciando unita la parte inferiore tra le due fettine, in modo tale da formare una tasca. Dobbiamo scegliere la parte della lonza più marezzata per avere un gusto ricco e ben definito. La marezzatura è ovviamente la presenza di sottili vene di grasso che si trovano tra le fibre rosse della carne.