in

Come evitare la condensa nel bagno: Alcuni consigli da condividere

L’aria più fredda provoca una maggiore condensa nei bagni, sapere come prevenirla prima che insorgano problemi di muffa o umidità è incredibilmente importante.

Bagno pulito ed igienizzato - Foto di Christa Grover/Pexels.com
Bagno pulito ed igienizzato - Foto di Christa Grover/Pexels.com

Nel post di oggi spieghiamo come puoi fermare la formazione di condensa nel tuo bagno. La condensa è causata dall’aria calda e umida che tocca superfici fredde come specchi, pareti o finestre. È più comune nei bagni o nelle cucine dove la temperatura varia di più rispetto ad altre stanze.

La muffa è fin troppo comune nei bagni, soprattutto quando è relativamente facile da prevenire. Oltre a sembrare e avere un odore sgradevole, la muffa nera può anche essere un pericolo per la salute. La muffa può anche rappresentare un grave rischio per la salute se si è esposti a lungo termine. La muffa può prosperare fuori dal sito (dietro un lavandino o sul davanzale di una finestra, ad esempio) e potrebbe causare danni senza che tu lo sappia. Con i bagni costantemente caldi e bagnati, la muffa può moltiplicarsi rapidamente.

I due maggiori fattori che contribuiscono alla riduzione della condensa nel tuo bagno sono l’aumento del flusso d’aria e il mantenimento della stanza calda. Lasciando uscire l’aria umida e umida e impedendo alle superfici di raffreddarsi, è possibile ridurre la quantità di condensa creata nel bagno. Mentre non smetterai mai di formare completamente la condensa, puoi ridurre notevolmente l’impatto che ha.

Utilizzando la ventilazione naturale, è possibile ridurre rapidamente l’accumulo di condensa durante la doccia. Anche se hai le persiane o le tende chiuse, il sollievo istantaneo della ventilazione renderà molto più facile controllare il flusso d’aria rimuovendo l’aria umida. Quando le temperature esterne sono molto fredde potresti non voler avere la finestra aperta. Puoi chiuderlo non appena hai finito di fare la doccia per tenerti al caldo mentre ti asciughi.

Gli effetti della muffa sulla nostra salute possono essere sorprendentemente gravi. Essenzialmente una coltura batterica di muffa è un organismo vivente che quando cresce inizia a produrre spore sospese nell’aria contenenti sostanze tossiche. L’esposizione alle spore della muffa può causare eruzioni cutanee, prurito agli occhi, starnuti, tosse, vertigini e nausea.

Mentre il corpo va in overdrive cercando di combattere gli agenti patogeni estranei, viene lasciato indebolito, esposto e vulnerabile ad altre malattie. Ovviamente ci sono rischi amplificati per anziani e bambini, quindi c’è ancora da fare più attenzione. Le piante sono grandi assorbitori naturali di umidità e alcune piante prosperano in condizioni umide. Scegliendo piante che assorbono naturalmente l’umidità in eccesso nell’aria, è possibile ridurre la quantità di acqua e prevenire la condensa. Specie come piante ragno, felci Boston e pothos dorati sono facili da coltivare e sono perfette per i bagni.

Scritto da Vincenzo Tiano

Innovativo, creativo e professionale. Sono un ragazzo molto ambizioso, cerco di raggiungere gli obiettivi prefissati con impegno e dedizione.