Come lavare bene i piatti a mano, la guida completa.

Per portare a termine il lavoro, avrai bisogno di una spugna o di un panno per piatti di qualità. Tra i nostri piatti preferiti le spugne c’è la spugna Scrunge.

Tutti noi abbiamo lavato montagne di piatti a mano, tuttavia spesso siamo dozzinali e lasciamo molti passaggi al caso. Scopriamo invece quali sono i segreti per ottenere una pulizia veloce e ottimale. Con l’uso diffuso delle lavastoviglie, lavare i piatti a mano è diventata un’arte perduta. Ma se non hai una lavastoviglie o possiedi pezzi che non sono lavabili in lavastoviglie, il lavaggio delle mani è un’abilità importante da padroneggiare. Ecco come lavare i piatti a mano, quindi piatti, bicchieri e pentole e padelle brillano.

Impilare piatti sporchi nel lavandino crea una pila intimidatoria. Ti impedisce anche di poter usare il lavandino per strofinare e immergere i tuoi piatti. Invece, investi in un cestino per i piatti per contenere i tuoi piatti sporchi sul bancone. (Questo cestino per piatti è pieghevole in modo da poterlo riporre quando non è in uso.) Avrai un posto per i piatti sporchi e un lavandino aperto per l’acqua pulita.

lavare piatti
Foto di cottonbro studio

Certo, strofinare qualsiasi salsa in crosta può farti pensare che una ciotola è ora pulita come può essere, tuttavia a meno che tu non abbia efficacemente disinfettato un piatto immergendolo in soluzione detergente o acqua sufficientemente calda, non è pulito. E non solo un po ‘caldo. L’acqua deve raggiungere almeno 170 °, che è generalmente molto più calda di ciò che esce dal rubinetto ed è più calda di quanto probabilmente si voglia toccare a mani nude.

Ti consigliamo di pulire le cose in questo ordine: dal più pulito al più sporco. Lavare prima i bicchieri: se aspetti fino a tardi, saranno ricoperti di grasso. Una volta tolta di mezzo la vetreria, affronta le forchette e i cucchiai. Quindi passa a piatti e ciotole, facendo durare le pentole e le padelle. Gli esperti dell’organizzazione sanitaria affermano che è necessario sciacquare accuratamente o immergere completamente i piatti per almeno 30 secondi al fine di uccidere eventuali germi nocivi. Se vuoi pulire correttamente i tuoi piatti per una sicurezza ottimale, assicurati di avere un buon paio di guanti da cucina e possibilmente un termometro.

Per portare a termine il lavoro, avrai bisogno di una spugna o di un panno per piatti di qualità. Tra i nostri piatti preferiti le spugne c’è la spugna Scrunge. Ha una superficie di lavaggio resistente su un lato per il cibo bloccato e un lato morbido per piatti più delicati. Se preferisci un canovaccio, dai un’occhiata agli strofinacci svedesi super assorbenti o ai panni in microfibra ad asciugatura rapida. Ricorda solo di lavare gli strofinacci e sostituire regolarmente le spugne: lavare i piatti con un panno o una spugna coperta di batteri è controproducente!