Assicurazione vita: come funziona in caso di mutuo?

Gianluigi Salvi
Gianluigi Salvi

Nell’epoca attuale che si caratterizza per la situazione di incertezza economica, dove è sempre più difficile per i giovani ma non solo trovare lavoro, è importante tutelare i propri cari in caso possa venire a mancare la fonte primaria di reddito, garantendo loro sicurezza e serenità. La salute, lo diciamo spesso, è quel bene che non ha prezzo, è davvero la cosa più importante nell’esistenza di una persona. Quell’elemento che quando c’è quasi non ci si fa caso ma che quando viene a mancare può rappresentare un vero problema.

In un contesto di questo tipo, tra le soluzioni sempre più valutate c’è quella della polizza vita che può affiancare alla tutela assicurativa in caso di decesso (il cosiddetto rischio morte) della persona tutta una serie di clausole complementari per la tutela della salute, con pratiche di prevenzione di base ma anche a tutela dell’abitazione per cui si è contratto un mutuo.

In questo articolo parleremo dell’assicurazione sulla vita, di cosa consiste e di quali opzioni sono presenti sul mercato rispondendo a una domanda: è possibile sostenerla in caso di mutuo? La risposta è affermativa. Vediamo di cosa si tratta!

Che cos’è una polizza vita

Per polizza vita, come abbiamo accennato si intende un tipo di assicurazione che prevede una tutela in caso di rischio morte e quindi, nello specifico, un capitale per i beneficiari a cui è intestata in caso di decesso dell’assicurato. Solitamente si tratta di una forma di sostegno che viene pensata per quei nuclei familiari in cui può venire a mancare la principale fonte di reddito.

Sul mercato sono presenti tipologie diverse oggi anche grazie allo sviluppo del mercato libero, sempre più intese in un’ottica di alta personalizzazione, attraverso la quale il contraente è posto nelle possibilità di trovare le condizioni più vantaggiose rispetto alla sua situazione. Alla formula di cui abbiamo parlato, ovvero di scomparsa prematura della persona, è possibile aggiungere altre clausole, riguardanti più precisamente:

  • Garanzia sugli infortuni.
  • Tutela in caso di malattie gravi.
  • Intervento assicurativo in caso di invalidità.

In tal senso si tratta di un sistema assicurativo che è capace di fornire una tutela non solo ad altri soggetti, ma anche a colui che si trova a vivere in prima persona una situazione di rischio.

La polizza può essere stipulata sia sulla propria vita sia su quella di un terzo. Il premio viene pagato normalmente secondo l’erogazione di un canone mensile, anche se è possibile accordarsi per un pagamento semestrale o annuale.

E il costo? È diverso caso per caso, a seconda dei fattori considerati e delle clausole sottoscritte, quali ad esempio costi della compagnia, rischio che l’evento per cui si è fatta l’assicurazione si verifichi. Queste alcune delle coperture previste:

  • Assicurazione in caso di morte. In caso di morte dell’assicurato è data ai beneficiari una somma in denaro o una rendita.
  • Assicurazione in caso vita. Una tutela per disporre in vecchiaia, a una scadenza concordata, di una cifra per vivere più serenamente.
  • Polizze miste. Le più complete e personalizzabili capace di tutelare in caso di morte come di vita, ma anche in infortuni, malattie gravi e invalidità.
  • Polizza mutuo casa. Una polizza che porta al saldo della casa nel caso di scomparsa prematura, perdita del lavoro o invalidità, garantendo la tutela della propria dimora abitativa.

Come si può vedere le soluzioni assicurative possono essere davvero molteplici e adattabili al singolo caso. Per una tutela a misura della persona.

Per chi è consigliata

Le categorie per le quali una polizza vita è consigliata sono molteplici. Non si tratta solo di quelle persone che rappresentano la principale fonte di reddito familiare, ma anche, ad esempio, delle casalinghe, lavoratori dipendenti (nel caso di cambio dell’occupazione) e persone che hanno una storia clinica che si caratterizza per problemi di salute.

Quali fattori entrano in gioco nella stipulazione

Solitamente la compagnia presenta un questionario per cercare di visualizzare l’interlocutore con cui si sta relazionando, le sue caratteristiche e le sue esigenze. Questo vale anche in caso di preventivo online. Nello specifico gli elementi che entrano in gioco sono: età anagrafica, condizione di salute, abitudini e stile di vita, sesso; particolare vantaggio è dato dal non essere fumatori da almeno un certo periodo (messo nero su bianco dalla compagnia). A tali fattori è necessario abbinare:

  • Dati anagrafici del beneficiario e dell’assicurato (che come accennato non necessariamente coincide con il contraente).
  • Tipo di copertura assicurativa.
  • Capitale che si vuole assicurare.
  • Modalità di pagamento.
  • Ammontare del premio assicurativo.
  • Durata della polizza.

Questi sono gli elementi che portano all’elaborazione del preventivo, anzi dei preventivi, diversi non solo nel caso di aziende assicurative differenti, ma anche all’interno della medesima compagnia che potrà fornire al contraente più opzioni di scelta.

Nota: nel caso si verifichi un cambiamento delle condizioni di partenza, ad esempio quelle lavorative, di salute o di rischio è necessario dare comunicazione alla compagnia di modo che possa provvedere a ricalcolare il rischio e l’ammontare del premio. False dichiarazioni non sono auspicabili: è facile che portino a un mancato risarcimento.

Polizza vita in caso di mutuo

L’assicurazione vita può essere costituita anche come pegno per saldare il mutuo in corso dell’abitazione ma non solo, anche a garanzia per richiedere un investimento per ottenere un mutuo ex novo. Quest’ultima situazione è più frequente di quanto si possa pensare ed è sempre più posta dalle banche come condizione necessaria per la stipula di un accordo finanziario in caso di prima casa. Il motivo? Perché si tratta di una tutela capace di sopperire non solo alla situazione improvvisa di decesso della persona, anche in casi quali invalidità, perdita del lavoro, infortunio, previa contrazione, naturalmente, di tali clausole.

Anche in questo caso, come per le altre tipologie di polizza vita, la compagnia si impegna nel rimborso al verificarsi degli eventi concordati, rimborsando solitamente in un’unica soluzione e comunque secondo le modalità previste al momento della stipulazione, come nel caso di quelle di tutela temporanea quale è ad esempio un infortunio.

Anche nel caso della polizza vita mutuo il premio viene calcolato secondo i medesimi fattori che abbiamo elencato. Tutelare i propri cari ma anche sé stessi oggi è indispensabile. Per essere pronti ad affrontare gli imprevisti, in un’epoca dove sono sempre più difficili da prevedere.

Siti partner

condividi articolo

Condividi su facebook
Condividi su print
Condividi su email