Elettrauto sostituzione lampadina allo Xenon ricavo del 300%

Acquistare in rete una lampadina singola allo Xenon costa dai 30 ai 35€, quanto chiede un elettrauto per cambiarla? Molte sono le situazioni che possono considerarsi truffaldine, anche relative a singoli comportamenti umani, e oggi andiamo a narrare una vicenda di questo tipo dove la truffa può avvenire ai danni di chiunque.

Prendiamo il caso di una persona che da oltre 10 anni ha un auto e che si trova a dover effettuare il cambio di una lampadina con una manodopera che può impiegare un tempo variabile tra i 10 ed i 20 minuti al massimo.

Un costo congruo per un lavoro di questo tipo potrebbe essere orientativamente tra i 10 ed i 15€ di manodopera che vanno sommati ad un costo di meno di 30€ (29 per l’esattezza, e talvolta anche meno) se a comprare la lampadina allo Xenon è un elettrauto, calcolando anche che non è usurante cambiare una semplice lampadina. Beh abbiamo testato varie auto officine in giro per l’Italia e per questo semplice lavoro il costo minimo che ci hanno chiesto è stato di 120€ il massimo di 160€. Quando il prezzo congruo poteva essere:

1. Senza lampadina (questa sarebbe acquistata dalla persona che deve cambiarla) 10-15€ per 10-15 massimo 20 minuti di lavoro

2. Con la lampadina fornita dall’elettrauto 39-44€ per 10-15 massimo 20 minuti di lavoro

Abbiamo ulteriormente chiesto in diversi luoghi d’Italia se il costo era determinato dal pezzo da cambiare o se invece era determinato dalla manodopera. La risposta è stata la seconda, 100€ per la sola manodopera.

Qui ci è sorto un paragone con le persone che svolgono le pulizie dentro le case private. Bene, se queste persone sono regolarmente iscritte all’INPS il datore di lavoro verserà loro (obbligatoriamente) 1.50€ di ora lavorata e pagherà la persona che svolge questa mansione – assai più pensate dello smontare e rimontare una lampadina – 8.50€ l’ora. Esiste anche chi paga al nero 7.00€ l’ora lavorata una persona che fa le pulizie ma appunto non 100€ per 20 minuti.

Ovviamente nessuno pretende che si facciano prezzi concorrenziali alla Amazon, ne prezzi offerte varie che si possono trovare esclusivamente sul web, ma un cambio pezzo nel quale si impiegano di lavoro effettivo 10 minuti non può costare 100€ di manodopera, se l’alimentazione fosse saltata allora il costo della manodopera per un operazione più complessa poteva essere di 30€, ma anche in questo caso non di 100€.

La lungimiranza talvolta si rende necessaria così come fare memoria viva di alcune frasi.

Primo Levi scriveva:

Sopravvivevano di preferenza i peggiori, gli egoisti, i violenti, gli insensibili, i collaboratori della “zona grigia”, le spie. Non era una regola certa (non c’erano, né ci sono nelle cose umane, regole certe), ma era pure una regola. Mi sentivo sì innocente, ma intruppato tra i salvati, e perciò alla ricerca permanente di una giustificazione, davanti agli occhi miei e degli altri. Sopravvivevano i peggiori, cioè i più adatti; i migliori sono morti tutti.

Questo nostro post vuole essere dedicato ad un caso specifico che abbiamo preso ad esempio, dobbiamo anche dire però che se da una parte ci sono i furbi, dall’altra ci sono coloro che notano questo e decidono di portarlo a conoscenza delle persone. Un altro fenomeno legato alla crisi economica dimostra che le persone in generale per non incorrere in costi alti – e magari considerabili anche vessatori sotto certi aspetti visto che non tutte le persone possono permettersi di essere spremute come limoni – decidono di girare, girare e girare ancora per trovare il luogo giusto che non si prenda gioco di loro. Altre optano per il faidate in modo da pagare solo il pezzo che devono cambiare. Esistono ormai tutorial su tutto in rete e molti sono realizzati davvero bene. La lezione che viene fuori da questo test è che un unico elettrauto ci ha risposto che il costo della manodopera era sui 15€ e la lampadina acquistata da lui, ci sarebbe costata 27€ per un totale di 42€.

Purtroppo abbiamo potuto constatare che su 15 autoofficine alle quali abbiamo posto la stessa domanda una solamente ci ha fornito questa risposta e ciò ci lascia amareggiati. Abbiamo voluto citare Primo Levi non per il fatto in sé ma per la furbizia che è una nota di demerito delle persone che non comprendono il potenziale di una crisi economica, quello di far in modo di ribaltare l’esistente invece di pensare unicamente a se stessi perché poi in tale contesto essere soli significa essere perdenti alla lunga. La storia dimostra che non sono i furbi a salvarsi, ma gli intelligenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.