Libero Mail: come funziona, Login, Registrazione e App

Bianca Pesenti
Bianca Pesenti
Indice

Libero Mail è uno dei portali italiani più conosciuti, nato nel 1994 col nome di Italia Online. Di questo gruppo fa parte anche Virgilio Mail. All’inizio, si trattava di un sito di assistenza agli utenti nella navigazione internet e nella configurazione della posta elettronica. Ad oggi, Libero Mail è una delle caselle di posta elettronica più usate e scaricate dagli utenti.

A partire dall’inizio dell’avvento di Internet fino al 1999, l’accesso a Internet avveniva a pagamento e la navigazione implicava un costo da pagare a parte. Al tempo, Italia OnLine (IOL) divenne famosa perchè vendeva la rivista Internet Facile, con il Cd per l’accesso a Internet e il codice di attivazione. Questo permetteva la navigazione attraverso un abbonamento trimestrale e, solo in questo modo, era possibile navigare sul Web, accedere a chat, newsgroup e utilizzare anche la posta elettronica. Le cose nel periodo successivo al 1999 cambiarono in maniera estremamente rapida, grazie anche all’avvento del nuovo millennio e alla scoperta di nuove tecnologie che permettevano una navigazione più rapida.

libero mail

A questo punto, con il lancio di Libero Mail free, oltre alla casella “posta ricevuta” era possibile accedere ad alcune sottocartelle. Tra queste, c’erano “posta inviata”, “bozze” e la “posta indesiderata”, con tanto di filtro per lo spam. Tra gli strumenti più all’avanguardia che Libero presentava, fin dal suo primo formato, c’era la possibilità di ottenere un avviso di recapito, impostare l’alta priorità delle mail e il controllo ortografico in fase di scrittura dei testi. Da allora, parecchie cose sono cambiate. Vediamo meglio come funziona Libero Mail, come ci si registra e quali sono le sue funzionalità.

Libero Mail: come funziona?

Il funzionamento di Libero Mail è piuttosto facile da intuire. Non a caso, per accedere alla casella di posta elettronica Libero Mail non è indispensabile avere l’applicazione. L’operazione di accesso alla propria casella mail può essere effettuata anche tramite un normalissimo browser. In genere i più utilizzati sono, appunto, Google Chrome e Safari. Cercando su internet “libero mail”, è possibile accedere direttamente al login da questo indirizzo login.libero.it. 

Una delle grandi funzionalità a favore di Libero coincide con la possibilità di inserire uno o più account Libero, come libero.it – iol.it – blu.it – giallo.it e inwind.it oppure Virgilio. In questo modo, è possibile attivare la sincronizzazione di messaggi di posta elettronica differenti, tutti consultabili dallo stesso sito o applicazione. Per quanto riguarda gli account multipli, è importante differenziare la funzionalità a seconda del sistema operativo:

  • Per app da dispositivi Android, è sufficiente toccare l’icona Account nella fascia in basso a destra dello schermo. Selezionando il segno + in alto, è sufficiente scegliere il provider (Libero, Virgilio, Gmail, Outlook, Yahoo …) e inserire i dati di accesso richiesti.
  • Nel caso invece di applicazioni iOS, bisogna toccare l’icona Menu, selezionando il segno + in alto a sinistra sotto le icone degli account. Per passare da un account all’altro, da qui è sufficiente selezionare l’account desiderato.libero mail

Organizzazione di Libero Mail

La suddivisione dei messaggi in arrivo è organizzata da libero tra principale, dove vengono raccolti la maggior parte dei messaggi, ma anche la sezione dedicata a offerte, ordini, prenotazioni e social network. Oltre a bozze, posta inviata, spam e cestino, Libero Mail offre anche la possibilità di creare cartelle per suddividere i messaggi ricevuti.

Il calendario di Libero Mail ci permette di sincronizzare e salvare gli eventi, dando vita a una agenda online, insieme al servizio di Libero Drive e Libero Docs, gratis per i primi 3 mesi.

Un altro servizio molto conosciuto di Libero è JumboMail, lanciato del 2010. Si tratta di un servizio basato su Cloud gratuito per l’invio e la memorizzazione di file di grandi dimensioni. Non a caso, nella maggior parte delle caselle di posta elettronica non è possibile inviare allegati di grandi dimensioni. Con JumboMail, gli utenti possono gestire e manipolare file di grandi dimensioni in rete, senza ricorrere a Drive. Di solito, file di questo tipo non possono essere trasferiti tramite servizi di posta elettronica regolari.

Libero Mail: Login e Registrazione

La fase di registrazione è molto semplice e intuitiva. Il consiglio è quello di partire con la nuova registrazione direttamente dalla pagina web, per poi accedere in un secondo momento all’applicazione. Questo perché è importante visualizzare con chiarezza le indicazioni e le informazioni da inserire in fase di creazione di un nuovo account. Per registrarsi è sufficiente andare alla pagina dedicata, per poi scegliere il tipo di mail che si desidera attivare, Mail Free o Mail Plus. Entrando nella relativa pagina di registrazione, è necessario inserire tutti i dati richiesti e cliccare poi sul tasto Registrati.

  • In fase di scelta della username, è importante tenere a mente che quest’ultima andrà a comporre il nostro indirizzo di posta elettronica di libero mail. La username deve sempre essere compresa tra 6 e 20 caratteri, può contenere lettere minuscole, numeri e i caratteri speciali (. _ -) che non possono però essere usati come primo o ultimo carattere. Essendo attivo da parecchi anni, è probabile che la username ideale per noi non sia più disponibile su Libero. In questo caso, la pagina ci segnalerà la necessità di cambiarla per sceglierne una nuova e diversa.
  • Anche nella scelta della password, teniamo a mente che i casi di e-mail che subiscono un attacco hacker sono sempre più frequenti. Una password sicura viene indicata da un led colorato, differente a seconda del livello di sicurezza della parola chiave inserita. Il nero, indica una Password insicura e facile da indovinare, che mette a rischio i propri dati di accesso. D’altra parte, il rosso indica una Password poco sicura e il verde invece segnala una buona scelta di Password.

libero mail

Curiosità

Ultimo step, durante la registrazione, viene richiesto anche un indirizzo di e-mail secondaria e/o un numero di cellulare. Queste informazioni non sono opzionali ma molto importanti, proprio perché verranno utilizzate, in caso di perdita della password, per recuperarla più velocemente. Se in futuro, capitasse di dimenticare la password, sarà possibile recuperarla in base all’opzione che inserita in fase di registrazione: numero di cellulare, email secondaria o domanda segreta.

Libero Mail: App

Una delle comodità principali di avere una casella di posta elettronica è anche la possibilità di poter controllare mail inviate e ricevute in qualsiasi momento, ovunque ci troviamo. In questo frangente, nasce anche Libero Mail App, per dispositivi sia che iOS che Android. Fate attenzione, negli store di app online, a quale app decidete di affidarvi: l’unica App ufficiale di Libero Mail è quella rilasciata da Italiaonline. In caso contrario, Libero Mail non ha alcun controllo, soprattutto sulla privacy e sulla tutela dei dati personali di accesso.

libero mail app

Uno dei principali vantaggi, come abbiamo già sottolineato, è la possibilità di gestire un multiaccount. Infatti, è possibile accedere all’applicazione con qualsiasi account di posta e con una applicazione unica, gestendo tutte le tue caselle mail, di qualsiasi provider, in modo semplice e intuitivo. Cambiare account o visualizzarli tutti è molto facile, dato che nella barra dei comandi in basso è presente la voce account. In questo modo, cliccando su questa voce, si accede al pannello generale dove è possibile visualizzare tutti gli account configurati. Da qui, è possibile selezionare quello a cui si vuole accedere, oppure semplicemente cliccando su +, è possibile aggiungerne degli altri.

Per il resto, le funzionalità sono molto simili a quelle offerte dalla versione browser. Lettura mail, scrittura e personalizzazione dell’interfaccia: piccola nota, le cartelle per organizzare i messaggi di posta elettronica è meglio crearli da PC perchè capita che l’applicazione non si aggiorni alla perfezione.

Curiosità

Con lo scopo di aumentare la sicurezza e di proteggere maggiormente le informazioni e i messaggi presenti nella applicazione, Libero Mail App offre anche una funzionalità di blocco che permette di impostare un PIN, un touch ID oppure un Face ID. L’accesso sarà più sicuro ed eviterà brutte sorprese. Se tale funzionalità è attiva, ogni volta che si accede alla app è necessario identificarsi.

Libero Mail: Assistenza

Il servizio di assistenza offerto da Libero Mail non è telefonico, questa è la prima informazione importante da tenere a mente. Non esiste un centralino ma possiamo chiedere aiuto a partire da questo link https://aiuto.libero.it/contattaci/. Prima di porre una domanda o segnalare un problema, il consiglio è quello di guardare gli articoli e le FAQ offerte dal sito. L’obiettivo è fornire indicazioni e suggerimenti creati sulla base della domande degli utenti, in caso di problemi e dubbi riscontrati di frequente.

libero mail assistenza

Curiosità

Il form web è una valida alternativa, nel caso in cui le risposte già fornite non fossero sufficienti. Si tratta di un vero e proprio modulo da compilare, con la possibilità anche di allegare screen e foto della schermata. In fondo a ogni articolo dedicato alle domande più frequenti, è possibile visionare il pulsante contattaci, dal quale accedere al servizio di assistenza.

Il team specializzato di Libero Mail è a disposizione dell’utente, per compilare il form è infatti necessario autenticarsi, inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica e la propria password. In caso di difficoltà di accesso, sarà quindi necessario creare un’altra casella di posta per questa necessità.

Qui, di seguito, i passaggi da effettuare, come segnalati sul sito:

  1. Compilazione del form online, in modo accurato e dettagliato, inserendo prima di tutto oggetto e tipologia di richiesta. Inseriamo tutte le informazioni richieste nei campi contrassegnati dall’asterisco, che sono obbligatori. In questa sezione, è importante segnalare l’argomento del contatto, l’area di interesse e la descrizione dettagliata del problema. Solo così, l’assistente più adatto potrà rispondere alla nostra richiesta.
  2. Al secondo posto troviamo l’invio del form al team di supporto. Dopo aver compilato e spedito il form, la segnalazione arriva in breve tempo al team specializzato. Tramite mail sulla nostra casella, verranno chieste altre informazioni o dettagli utili per individuare il problema.
Curiosità

Per leggere le risposte alla nostra richiesta oppure rispondere alle eventuali domande dell’operatore, è possibile farlo direttamente rispondendo alla mail che arriverà nella casella di posta. Ogni volta, viene indicato il numero di ticket della segnalazione (es: Ticket #410372), accessibile anche nella sezione segnalazioni attive a cui accedere dopo l’autenticazione con mail e password.

Libero Mail PEC

Sempre più richiesta, la mail PEC è un servizio nato e diffuso a partire dal 2005, con riconoscimento legislativo. Di cosa si tratta? La posta elettronica certificata o PEC è un tipo particolare di posta elettronica, che offre la possibilità di dare a un messaggio di posta elettronica lo stesso valore legale di una tradizionale raccomandata con avviso di ricevimento, garantendo così la prova dell’invio e soprattutto della consegna. Abbiamo già detto che Libero Mail, di norma, offre la possibilità di richiedere l’avviso di lettura del messaggio di posta elettronica. Con la PEC, l’utente ha la certezza a valore legale dell’invio e della consegna. In altre parole, aderendo all’offerta di Posta Elettronica Certificata, è possibile sostituire la raccomandata, il fax o altri strumenti tradizionali usati di norma.

La posta certificata di Libero offre due soluzioni all’utente. Da una parte, ideale per privati o simili, Family PEC, con 1 gb di spazio e un prezzo annuale di 14,99€. Il rinnovo è annuale, salvo disdetta, e la fruizione del servizio immediata. L’alternativa per aziende, privati e liberi professionisti è PEC Unlimited, con uno spazio illimitato e un prezzo di 30€ all’anno, più IVA. Libero Mail PEC è progettata per essere usata con comodità da pc, tablet e smartphone. Pagamento con carta, assistenza prioritaria via chat e possibilità di fatturazione elettronica per i possessori di partita IVA.

libero mail pec

L’accesso alla Libero Mail PEC è possibile sia da web che con programmi di posta Client. Andando alla pagina specifica,  https://pec.libero.it, è possibile inserire l’indirizzo mail PEC per esteso e la password. Se decidiamo di usare programmi di posta, dobbiamo optare per soluzioni che consentano l’utilizzo dei protocolli: SMTP/S per l’invio, POP3/S e IMAP/S per la ricezione. Il programma di posta (Client) deve essere configurato con i parametri relativi ai servizi IMAP (o POP3) e SMTP su connessione sicura.

Libero Mail Plus

Concludiamo l’articolo parlando di Libero Mail Plus, un servizio offerto per aumentare lo spazio della casella elettronica e anche per eliminare le pubblicità, fastidiose soprattutto sulla applicazione. Nello specifico, lo spazio aggiuntivo messo a disposizione sulla casella di posta è di 5 GB o 1 TB, per conservare tutti i messaggi senza il fastidio di dover svuotare la memoria dei messaggi regolarmente. Senza banner e comunicazioni pubblicitarie, anche in questo caso l’assistenza clienti è prioritaria: le richieste vengono prese in carico prima ed è possibile comunicare via chat con un assistente.

libero mail plus

Curiosità

Nel primo caso, il costo per i 5 GB di memoria è di 19,99€ all’anno, IVA incluso, con rinnovo automatico mentre l’opzione di 1 TB è disponibile con un costo annuale di 49,99€, IVA incluso. Anche l’accesso da qualsiasi programma di posta è semplificato per gli utenti plus.

condividi articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email