NoiPa: Cos’è, Come Funziona, Novità 2020 e Guida all’Uso

NOIPA: il portale dedicato ai dipendenti pubblici e alle aziende della pubblica amministrazione, è online ormai dal 2012. Nel corso del tempo questo portale ha subito numerose modifiche, volte ad ampliarne le funzionalità. Il portale è gestito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dal Dipartimento dell’Amministrazione Generale del personale e dei servizi. La sua creazione rientra nell’ambito della digitalizzazione dei processi correlati alla Pubblica Amministrazione, cominciata ormai da anni e che solo negli ultimi tempi ha subito una evidente accelerazione.

Si tratta a tutti gli effetti di una sorta di interfaccia informatica tra il dipendente pubblico e la pubblica amministrazione. Attraverso le pagine del sito è infatti possibile svolgere una serie di attività che riguardano la propria posizione lavorativa e contributiva come vedere il cedolino stipendio mensile Noipa. Ad oggi quasi il 70% delle aziende della pubblica amministrazione hanno aderito al sistema gestionale del portale, questo consente a vari milioni di dipendenti pubblici di utilizzare tale piattaforma per svolgere una serie di attività.

Come si accede al sito NoiPa

Per poter accedere al sito NoiPa è necessario essere dipendenti pubblici e creare un account. Lo si può fare inoltrando una richiesta di attivazione dell’account al responsabile di amministrazione, o al Responsabile dell’identificazione dei dipendenti di ogni singolo ufficio di servizio. In questa sede il dipendente pubblico ha la possibilità di verificare che l’azienda o il settore in cui opera abbia aderito all’utilizzo dei servizi offerti dal portale NoiPa, per avere la certezza di poter sfruttare le opportunità offerte dal sito.

Il dipendente pubblico deve quindi rivolgersi a questi soggetti, comunicando loro l’intenzione di avere a disposizione un account sul portale NoiPa, insieme con il codice fiscale e il numero telefonico, oltre a un indirizzo email valido.
Presso tale indirizzo si riceverà il link valido per la creazione del nuovo account sul sito, insieme con una password provvisoria, da cambiare non appena si effettua il primo accesso. Volendo è possibile accedere anche con la Carta Nazionale dei Servizi, o con un certificato di identità digitale (SPID).

Cosa si può fare sul portale NoiPa

Sul sito NoiPa sono disponibili tutte le informazioni che riguardano lo stato lavorativo del dipendente pubblico. Ogni mese il sito pubblica i cedolini delle diverse categorie professionali, in modo che insegnanti, Vigili del Fuoco, personale sanitario, supplenti e il personale dei Ministeri e di numerosi Enti Pubblici possano visionare tutti gli elementi che compongono lo stipendio mensile.

Sono disponibili sul sito numerosi documenti consultabili, tra cui il modello 730 e il cartellino delle presenza mese per mese.

Oltre a questo il portale può essere utilizzato per approfittare di alcuni servizi. Oltre al codice fiscale e la password di accesso, quando si intende approfittare dei servizi disponibili sul portale è necessario avere a disposizione il PIN, un codice univoco che viene inviato ad ogni amministrato solo nel momento in cui modifica la password temporanea ottenuta in fase di registrazione.

I servizi disponibili riguardano la consultazione dello stato di servizio del singolo dipendente pubblico, ma non solo. Infatti è possibile utilizzare questa interfaccia per:

  • Richiedere detrazioni per familiari a carico
  • Compilare il 730
  • Pianificare le ferie
  • Modificale i dati riguardanti la residenza
  • Modificare la modalità di riscossione dello stipendio
  • Considerare proposte riguardanti la previdenza complementare
  • Verificare la disponibilità dei buoni pasto
  • Verificare l’inquadramento contrattuale vigente
  • Valutare possibilità di formazione

Sul portale il dipendente pubblico ha anche la possibilità di richiedere direttamente il cosiddetto piccolo prestito ex-Inpdap. Sono disponibili anche informazioni riguardanti il trattamento pensionistico e fiscale, le riduzioni, le ritenute volontarie e altre notizie riguardanti lo stipendio mensile percepito.

Il portale oggi propone anche corsi di formazione, così come la possibilità di pianificare le ferie o di verificare la disponibilità di buoni pasto. Ovviamente questo tipo di opzioni dipende strettamente dal comparto di cui il lavoratore pubblico fa parte.

Novità 2019 – 2020

Anche se negli anni il sito NoiPa ha subito numerosi aggiornamenti e piccole modifiche, il 4 Settembre 2019 il sito è stato completamente rivoluzionato, aggiungendo una serie di funzionalità prima non disponibili.

In particolare è stata modificata l’intera veste grafica del sito, che oggi è molto più accattivante, oltre a rendere più chiare le varie pagine che riguardano i servizi dedicati ai dipendenti pubblici.

Ad oggi il sito permette anche di visualizzare i cedolini degli ultimi anni, così come di richiedere direttamente alcune modifiche. Il lavoratore pubblico ha quindi una comoda interfaccia attraverso cui comunicare direttamente con l’amministrazione della propria azienda. Può, ad esempio, modificare l’IBAN per il versamento dello stipendio, o modificare lo Stato di Famiglia.

NoiPa e le Amministrazioni Pubbliche

NoiPa propone servizi di vario genere al dipendente pubblico, ma non solo. Sono vari i servizi proposti anche alla pubblica amministrazione. Il sistema di gestione dei servizi giuridici, economici e della rilevazione presenza per il personale della PA offerto da NoiPA può infatti essere adottato da qualsiasi azienda pubblica.

I servizi disponibili per le amministrazioni sono di varia natura, a partire da quello base, che comprende la semplice gestione delle problematiche stipendiali, che riguardano: “servizi di gestione, elaborazione, liquidazione e distribuzione del cedolino stipendiale e le attività previste dalla normativa in tema di adempimenti fiscali e previdenziali”, come recita la piattaforma stessa.

Le amministrazioni pubbliche possono accedere anche al sistema di gestione avanzato, così come concordare servizi aggiuntivi di vario genere, da concordare caso per caso. Per tali servizi ovviamente la pubblica amministrazione contribuisce mensilmente, calcolando quanto dovuto in base al Decreto Ministeriale del 6 luglio 2012. Il costo è maggiore in base al numero degli amministrati e alla posizione lavorativa di ogni singolo amministrato.

Per aderire a questo tipo di funzionalità l’amministratore pubblico deve accedere al sito, scaricare il modulo di adesione al portale NoiPa e inviarlo ad uno specifico indirizzo di posa elettronica entro il mese di febbraio dell’anno precedente all’attivazione del servizio.
In molti casi è poi necessario organizzare un incontro conoscitivo con gli Uffici Responsabili di NoiPA, per modulare in maniera corretta la tipologia di servizio di cui usufruire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.