in

Tre metodi per curare i punti neri ed evitarne la ricrescita

Crema viso economica - Foto di Anna Tarazevich/ Pexels.com
Crema viso economica - Foto di Anna Tarazevich/ Pexels.com

Tutti noi li abbiamo avuti almeno una volta, ma come liberarcene per sempre?

I punti neri, quei fastidiosi piccoli puntini (o a volte proprio peletti) che escono quando le cellule morte della pelle e l’eccesso di olio ostruiscono i pori, possono essere fonte di frustrazione per molte persone, soprattutto quando si presentano in grande quantità tutti insieme, diventando una problematica ancora più evidente!

Anche se l’istinto di schiacciarli o spremerli all’inizio è forte… è importante resistere a queste tentazioni, perché possono peggiorare la situazione e portare a ulteriori problemi della pelle in futuro, comprese cicatrici che potrebbero restare lì per anni.

Fortunatamente, i punti neri sono estremamente comuni, quindi ad oggi, dopo anni e anni di tentativi di rimozione e soluzioni efficaci, vi sono diversi trattamenti provati, sicuri ed efficaci disponibili per sbarazzarsene! Scopriamone i tre principali!

punti neri-sam lion-Pexels.com

Detergenti a base di acido salicilico

L’acido salicilico è un ingrediente potentissimo presente in molti detergenti che puoi facilmente trovare in farmacia o in negozi specializzati in prodotti per la pelle. Questo acido rompe le cellule morte della pelle e l’eccesso di olio, impedendo loro di ostruire i pori e formare i punti neri.

Quando si seleziona un prodotto, è essenziale controllare le etichette degli ingredienti e iniziare con una concentrazione più bassa di questo acido, aumentando gradualmente se necessario.

Sarebbe duopo, in realtà, utilizzarlo per un breve periodo di prova per assicurarsi che non si abbiano reazioni cutanee, poiché alcune persone con pelle più sensibile tendono ad averne. In ogni caso, è buono utilizzarlo un giorno sì e un giorno no, invece che quotidianamente.

Creme e lozioni a base di retinoidi

I retinoidi, derivanti della vitamina A, sono rinomati per la loro capacità di sbloccare i pori e di incentivare il ricambio delle cellule della pelle. Mentre alcune formulazioni di retinoidi sono disponibili senza prescrizione medica, altre possono richiederne una.

Poiché i retinici possono potenzialmente aumentare la sensibilità della pelle ai raggi UV, secondo alcuni studi, tutte le creme e le lozioni con questo ingrediente dovrebbero essere applicate sulla pelle prima di coricarsi e lontano dalla luce solare diretta. Questi prodotti sono anche utili non solo per curare o migliorare la tua situazione coi punti neri, ma possono anche aiutare a prevenire la formazione di nuovi. Complessivamente, la pelle tende anche ad avere un aspetto più fresco e più sano quando si usano queste creme.

skin care-Andrea Piacquadio-Pexels.com

Estrazione professionale e peeling chimici

L’estrazione, eseguita da professionisti qualificati, comporta la rimozione dei punti neri utilizzando strumenti specializzati. Anche se sono disponibili sul mercato kit di estrazione “fai da te”, questi presentano il rischio di cicatrici e altre complicazioni se non utilizzati correttamente. Un rischio in cui si può sempre incorrere se non si è qualificati.

L’altro metodo, è il peeling chimico! Anche questo può sbloccare efficacemente i pori e stimolare la crescita di una nuova pelle. Come già accennato prima, però, queste procedure dovrebbero essere eseguite solo da dermatologi qualificati per ridurre al minimo il rischio di effetti collaterali come arrossamento, cicatrici e perfino infezioni.

Suggerimenti per la prevenzione

Oltre a questi metodi di trattamento, adottare una routine di skin care può sempre aiutare a prevenire la formazione di punti neri.

Ecco i consigli degli esperti:

  1. Lavare il viso due volte al giorno, possibilmente prima di andare a letto e dopo aver sudato.
  2. Utilizzare detergenti non abrasivi e evitare lo scrubbing aggressivo.
  3. Scegliere prodotti per la cura della pelle che non contengano alcol.
  4. Proteggere la pelle dall’esposizione al sole.
  5. Cercar di non toccarsi il viso spesso durante il giorno.
  6. Cambiare frequentemente le federe del letto.
creme per il viso-Karolina Grabowska-Pexels.com

Cose da evitare

Quando si combattono i punti neri, è importante evitare detergenti a base di oli e alcol, poiché possono irritare la pelle grassa e peggiorare di parecchio le condizioni della pelle. È sempre consigliato, quindi, utilizzare prodotti non comedogenici, cioè che non favoriscano la formazione di comedoni sulla pelle ( come appunto i punti neri e brufoli ) e che sono, quindi, specificamente formulati per non ostruire i pori.

Mentre le persone con pelle normale o secca possono trarre beneficio da creme o lozioni idratanti contenenti oli leggeri, coloro con pelle grassa dovrebbero evitare i prodotti con oli pesanti che possono peggiorare i brufoli.

Liberarsi dei punti neri e prevenire la loro ricomparsa richiede una combinazione di trattamenti efficaci, pratiche di cura della pelle e l’evitare fattori aggravanti. Non esistono soluzioni semplici e veloci, è sempre meglio, come in qualsiasi caso si tratti del corpo umano, prendersi cura di sé in più modi e integrare queste abitudini nella propria quotidianità.

Scritto da Luca Petrone

Sono un giornalista pubblicista dal 2021 ed ho conseguito un MA in Journalism alla Birkbeck University di Londra. I miei interessi sono troppo vasti per essere riassunti in una descrizione, ma ogni cosa che faccio inizia dalla scrittura. Attualmente sono web writer ed ho collaborato con svariati siti e testate online. Il mio profilo LinkedIn.