Dieta Senza Carboidrati: Menù Settimanale e Quanto si Perde

La dieta senza carboidrati con il menù settimanale associato è uno degli argomenti più ricercati quando si ha necessità di perdere peso in modo veloce ed efficace: ma quanto si perde in kg con una dieta senza carboidrati e quali sono le conseguenze? Per rispondere a queste domande, è necessario analizzare i pro e i contro di questo regime alimentare limitato, anche perché si tratta di andare ad eliminare uno dei cardini della dieta mediterranea: il carboidrato.

La dieta senza carboidrati prevede l’abolizione di pane e pasta, ovvero i principali carboidrati che dominano le tavole italiane. Pane e Pasta sono presenze costanti in qualsiasi regime alimentare (magari poco controllato), i quali non sempre si rivelano amici della linea. Infatti, per chi decide di intraprendere il lungo e duro percorso del dimagrimento, eliminare pane e pasta dal proprio regime alimentare è d’obbligo (o forse no?): ecco la dieta senza carboidrati per dimagrire velocemente.

Dieta senza carboidrati: quanto si perde?

Con una Dieta senza carboidrati è possibile perdere dai 4 ai 5 kg in una settimana ma eliminare completamente i carboidrati dalla propria alimentazione, ad un occhio attento, potrebbe manifestarsi come un’azione negativa per la nostra salute. Magari nel breve periodo potrebbe portare ad incredibili risultati, ma nel lungo periodo potrebbe trasformarsi in una scelta poco sensata. Perché? La dieta senza carboidrati prevede un rigido regime alimentare che si basa essenzialmente sull’assunzione di proteine, vitamine e grassi (similmente alla Dieta Parker o Dieta Plank). I carboidrati, specialmente quelli assunti attraverso il consumo di pane e pasta, sono considerati come nemici pubblici.

Questi punti della dieta senza carboidrati si traducono come un piano strategico, studiato per perdere peso, che poggia su solide basi. In poco tempo, infatti, è possibile perdere molti Kili, i quali però, in futuro, potrebbero essere ripresi facilmente e in maniera ancor più veloce. Si tratta del tipico “effetto yo-yo” con cui molte donne hanno dovuto fare i conti. Quindi, la dieta senza carboidrati, che elimina in primis pane e pasta non presenta solo vantaggi. Può tuttavia essere un buon inizio per smaltire velocemente i kili di troppo e perdere 10 kg in un mese! Successivamente vi assesterete con una dieta bilanciata e controllata che preveda i carboidrati ma in misura regolata oppure potreste decidere di intraprendere diete diverse (Dieta Vegana, Vegetariana, Fruttariana ecc).

Dieta Senza Carboidrati: cosa mangiare

Cosa mangiare o cosa non mangiare quando si segue una Dieta senza Carboidrati? Forse, si fa prima ad elencare tutti gli alimenti da evitare per non ingerire gli spietati carboidrati (si, perché secondo questa dieta sembrano essere davvero pericolosi). Gli alimenti “vietati” sono:

  • Zucchero
  • miele
  • dessert di ogni genere
  • pasta
  • pane
  • pizza
  • patate
  • cereali
  • succhi di frutta
  • bibite gassate
  • alcolici

Niente di tutto ciò deve essere assolutamente toccato (ugualmente nella Dieta Lipofidica). Quindi, cosa mangiare? Carni bianche e magre, tanta verdura, pochi formaggi, yogurt bianco e al massimo qualche fettina di pane integrale quando non potete resistere. Nel programma settimanale della dieta senza carboidrati il menù si compone di ben pochi elementi:

  • Colazione (caffè e tè senza zucchero accompagnati da frutta di stagione e fette biscottate integrali)
  • Pranzo (preferibili sono le uova, le carni bianche, pollo o tacchino accompagnati da insalate o verdure varie)
  • Cena (arrosto di tacchino, filetto di manzo e verdure a volontà)
  • Attenzione all’olio e al sale: non superate i 2 cucchiaini al giorno a crudo di olio ed evitare di condire con troppo sale.

Dieta senza carboidrati: Menù Settimanale

Abbiamo preparato un menù settimanale per la dieta senza carboidrati che elimina completamente pane e pasta, ma mantiene una piccola dose di legumi (che contengono carboidrati in bassa misura). L’obiettivo, infatti, è quello di limitare i rischi di un affaticamento di reni e fegato e contemporaneamente ottenere i risultati sperati. Per qualsiasi domanda o chiarimento non esitate a contattarci nei commenti!

LUNEDI – Proteine di carne e pesce

  • Colazione: con latte di mandorle (a basso contenuto calorico) o latte magro
    Un frutto o frutta secca(pesca, pera, mela, ananas, ecc)
  • Pranzo: Petto di pollo (o tacchino) alla piastra con un cucchiaino l’olio evo
    Radicchio alla piastra (o invidia)
  • Spuntino: yogurt magro
  • Cena: Merluzzo al vapore, verdura lessa (a scelta) con un cucchiaino di olio extra vergine di oliva

MARTEDI – Legumi e pesce

  • Colazione: Latte magro con cacao magro in polvere
    Frutta o Frutta secca
  • Pranzo: Fagioli Spagna lessati al pomodoro / aceto)
    zucchine lesse o alla griglia condite con un cucchiaino di olio evo
  • Spuntino: pinoli e yogurt
  • Cena: spigola/orata/altro pesce al cartoccio con pomodorini

MERCOLEDI – Carne rossa e formaggio magro

  • Colazione: Latte magro/soia. Frutta o frutta secca
  • Pranzo: Filetto o Controfiletto di Vitello (max 300 grammi) con insalata verde mista
  • Spuntino: frutta secca e yogurt
  • Cena: Ricotta di mucca da latte scremato/parzialmente scremato, melanzane grigliate

GIOVEDI – Affettato magro e pesce

  • Colazione: Latte magro/soia. Frutta o frutta secca
  • Pranzo: 150 grammi di bresaola. Verdura lessa a scelta (potete pensare anche al broccolo o ai cavoletti di bruxelles in inverno) con un cucchiaino di olio evo
  • Spuntino: noci secche (10 grammi)
  • Cena: Spigola alla piastra, asparagi lessi

VENERDI – Frittata e legumi

  • Colazione: yogurt magro
  • Pranzo: frittata di albume
    insalata verde condita con un cucchiaino di olio evo
  • Spuntino: Mandorle (10 grammi)
  • Cena: Lenticchie lesse (100 grammi), pomodori conditi con un 1 cucchiaino di olio evo

SABATO – Carne e Pesce

  • Colazione: Latte magro/soia, frutta o frutta secca
  • Pranzo: pollo alla piastra con pomodori
  • Spuntino: arachidi (10 grammi)
  • Cena: Merluzzo lesso (300 grammi), pomodori e insalata conditi con un cucchiaino di olio evo

DOMENICA – Affettato magro e legumi

  • Colazione: yogurt
  • Pranzo: Fesa di tacchino (150 grammi max)
  • Spuntino: anacardi (10 grammi)
  • Cena: zuppa di verdure e legumi (senza pasta)

Alla dieta dimagrante potete aggiungere degli spuntini composti da alimenti a calorie negative come il pompelmo, carote, cicoria, spinaci, zenzero, cetrioli, lattuga.

E gli Zuccheri?

Gli zuccheri sono dei carboidrati. Chiaramente vanno tolti dalla dieta alla stregua di pane, pasta ecc. Gli zuccheri semplici e composti andrebbero quindi eliminati per seguire questa dieta che, ripetiamo, deve essere seguita per un breve periodo al fine di non affaticare i reni e squilibrare troppo il corpo. Vi diamo dei consigli per affrontare meglio la privazione dello zucchero: cosa mettere nel caffè e nel thè la mattina? Possiamo usare il dolcificante dietor – praticamente privo di calorie oppure imparare uno dei piaceri della vita: il caffè amaro. Una volta che si impara a bere in questo modo, lo si apprezza in pieno e non si torna più indietro. Inoltre se vi prende un calo di pressione e avete bisogno di rialzarla cosa potete fare? Vi consigliamo di tenere della liquirizia pura in borsa, vi aiuterà grazie alle sue capacità di alzare la pressione. Mangiare sano senza mai esagerare e fare tanta attività fisica: è questo il programma perfetto per perdere i Kg di troppo.

La dieta senza carboidrati funziona?

Se l’obiettivo è solo quello di perdere peso, senza aver nessun riguardo per la salute, allora la risposta è “sì, la dieta senza carboidrati funziona!”. Ma, se si è alla ricerca di un valido regime alimentare, in grado di coniugare sia la possibilità di perdere peso, che un’azione a tutela della salute, allora la dieta senza pane e pasta è la scelta sbagliata. Perché? Semplice: eliminando pane e pasta e i carboidrati in genere, l’alimentazione poggerà necessariamente su altri pilastri, nello specifico rappresentati da proteine e grassi.

Perfetto, allora, dato che le proteine aiutano l’incremento della massa magra e non fanno ingrassare. Ma non è tutto oro quel che luccica: un consumo smisurato di proteine, mai accompagnato dall’azione dei carboidrati, affatica i reni e, quindi, anche se si dimagrisce in soli 10 giorni, a lungo andare i rischi legati alla propria salute potrebbero essere davvero tanti.

Chi non può fare la Dieta senza carboidrati?

La dieta senza carboidrati, o Dieta Low Carb, è principalmente indicata per contrastare i disturbi dell’obesità. In generale, l’abuso di una dieta ferrea come questa di cui trattiamo in questo articolo è sempre un male. In effetti, è la dieta mediterranea quella considerata più bilanciata, equilibrata e molto efficace. Ma chi non può assolutamente seguire questa dieta?

  • Donne in gravidanza e in allattamento
  • Persone in insufficienza epatica
  • Persone in insufficienza renale
  • Uomini e donne con un diabete di tipo I
  • Chi soffre di porfiria, angina, infarto miocardico recente
  • Soggetti che soffrono di alcolismo
  • Soggetti caratterizzati da disturbi mentali

Dieta Senza Carboidrati: Conseguenze

Come abbiamo già avuto modo di anticipare, una dieta senza carboidrati potrebbe avere conseguenze negative sul nostro organismo. Ciò accade perchè, se la Dieta Mediterranea è considerata come uno dei regimi alimentari più equilibrati ed efficaci, quella senza carboidrati è l’esatto opposto perchè va ad eliminare i punti cardini della Dieta Mediterranea. Andare ad eliminare completamente i carboidrati, e di conseguenza anche gli zuccheri, si potrebbe rivelare altamente pericoloso. I rischi, infatti, sono diversi, dal semplice calo dell’energia all’insonnia, fino a condizioni limitanti per fegato e reni. Vediamo, nello specifico, tutte le conseguenze di una Dieta Senza Carboidrati seguita in modo sbagliato e, soprattutto, per un lungo periodo:

  • Aumento di rischi cardiovascolari
  • Insorgenza di tumori (soprattutto al fegato)
  • Problematiche gravi al fegato e reni (sovraccarico)
  • Chetosi (disidratazione con aumento colesterolo e trigliceridi)
  • Perdita di calcio nelle ossa
  • Sonnolenza e spossatezza cronica
  • Irrascibilità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.