Dieta vegetariana bilanciata nell’apporto dei nutrienti

Approccio iniziale

La dieta vegetariana può avere innumerevoli vantaggi, sicuramente occorre ben bilanciare quanto più possibile i vari nutrienti che vanno a sostituire la mancanza o la notevole riduzione della carne e del pesce inclusi gran parte dei derivati, come ad esempio gli insaccati.

Latticini in quantità adeguata in base all’età e a esigenze fisiche, da preferire i formaggi magri e freschi a quelli stagionati, questo per il semplice motivo che i latticini stagionati sono molto più grassi, una scelta non facile specie se si tratta di un primo approccio e se la scelta non è stata fatta per motivi etici.

Come iniziare il cambio alimentare

Il passaggio da un’alimentazione tradizionale onnivora a quella vegetariana va fatto in modo progressivo per non avere traumi da ricaduta, quindi carne e pesce devono essere ridotti nei consumi gradualmente, vediamo un piccolo esempio:

  • Prima settimana riduzione del 30% del consumo di carne, pesce e insaccati
  • Seconda settimana altro 30% sulla base della settimana precedente
  • Terza settimana ancora un 3% fino ad arrivare alla quarta settimana in totale assenza di carne e pesce

Sostanzialmente adottando questo piccolo espediente della riduzione programmata, nel giro di un mese si può fare il cambio senza grandi problemi, il passaggio è quasi naturale, ovviamente carne, pesce e derivati vanno sostituiti con verdure e frutta.

I vantaggi della dieta vegetariana

E’ ormai provato che una dieta vegetariana migliora molto le condizioni di salute e fisiche delle persone che la adottano, i principali vantaggi sono:

  • Aiuta a perdere peso e tenerlo sotto controllo, compresa la riduzione del colesterolo cattivo causa di patologie come ictus e ischemie
  • Stimola e aiuta le regolarità e le funzioni renali, il consumo di vegetali favorisce la diminuzione del fosforo nel sangue causa primaria dei problemi renali
  • Previene i tumori legati in molti casi al consumo di carne e derivati, come ad esempio quelli al colon, polmoni e seno
  • Combatte l’osteoporosi, grazie ai vegetali l’organismo riesce a conservare meglio il calcio e non intacca le riserve dell’organismo
  • Gastrite e colite, entrambi trovano grandi benefici e spesso la soluzione definitiva del problema, non assumendo più carne e insaccati si ha una minore acidità e la digestione è molto più efficace
  • Ipertensione sotto controllo, con i vegetali si mantiene meglio sotto controllo il sodio responsabile dell’ipertensione, e assumendo più potassio questo ne favorisce il mantenimento a un buon livello
  • Previene il diabete, come noto questa patologia è tipica dei tempi moderni, e, infatti, è in costante aumento, con la dieta vegetariana il diabete è più facilmente gestibile per le persone affette, in tutti gli altri casi è prevenzione quotidiana

Questi sono i principali benefici ma non gli unici, in effetti, la dieta vegetariana porta molti altri benefici tutti importanti, concretamente migliora la qualità della vita di chi la sceglie.

I contro risolvibili

I contro se pur non drammatici ci sono, ad esempio la mancanza di vitamina B12 che si trova nella carne, che tuttavia possiamo trovare in molti alimenti di natura vegetale che contengono vitamine del gruppo B e sono:

  • Le verdure a foglia verde, tipo cicoria, spinaci, rucola e bietole, queste per le vitamine del gruppo B
  • Per la B12 una discreta quantità la troviamo nei legumi, riso integrale, cereali, pane e pasta
  • Mentre la B9 la troviamo nelle noci, banane bacche e lievito di birra

Considerazioni

I vantaggi sono sicuramente superiori ai contro, che tuttavia sono ben risolvibili, un dato rilevante sulla qualità della dieta vegetariana, è che, in media un vegetariano vive almeno 7 anni in più di un onnivoro, a voi la scelta.

Vitamina B12 e fonti vegetali

Dato che una lettrice ha commentato circa la vitamina B12 inseriamo dei link di approfondimento, scritti da una nutrizionista.

[quote]Per quanto riguarda l’integrazione della vitamina B12 il gruppo sostiene la posizione della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana (SSNV);
qui di seguito trovate gli articoli a riguardo, una tabella riassuntiva degli integratori disponibili sul mercato e una bibliografia per eventuali approfondimenti:
Fonte: grupp fb Prodotti e Cibi Vegan – Consigli per l’acquisto[/quote]

2 Commenti

  1. quest’articolo non ha alcun fondamennto scientifico. Alcune considerazioni sono del tutto sbagliate! non esistono fonti vegetali di vitamina b12! INFORMATEVI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.