La Nike torna a correre

È uno dei brand più famosi e forti al mondo, e sta cercando di battere l’agguerrita concorrenza di Adidas e Converse, tra gli altri, nel settore degli sneakers. Andiamo a vedere cosa propone la Nike per questa estate.

Tra le tante cose che simboleggiano gli anni Novanta, c’è soprattutto un marchio di scarpe: la Nike. È stato il decennio delle calzature sportive, grazie in particolare al genio e al carisma di Michael Jordan, atleta simbolo del decennio e forse di tutto il basket americano; delle pubblicità originali che sembrano brevi film, dei calciatori famosi messi sotto contratto (da Ronaldo, l’attaccante brasiliano, a Eric Cantona e a quel suo “au revoir” di una mitica serie di spot), dei trionfi nelle Olimpiadi “di casa”, di colori sgargianti e prezzi accessibili.

La parabola del marchio con lo sbaffo (lo “swoosh”) è andata un po’ diminuendo nel periodo successivo, ma oggi la Nike vuole tornare a contendere con le altre aziende in ogni settore delle calzature, compreso quello degli sneakers, per intaccare il dominio “fashion” di Adidas e Converse (marchio peraltro acquisito nel 2003, pur lasciando intatta la sua libertà e unicità).

Il passo della rinascita. Negli ultimi tempi, appunto, le vetrine dei negozi e gli archivi virtuali di store online specializzati come Susi.it sono tornati a riempirsi delle novità prodotte dalla Nike, che riesce ad andare da semplici scarpe da corsa (comode e pratiche) a sneakers leggeri, adattabili a ogni occasione e look e molto curati nel design, ideali per una passeggiata in città.

Creazioni originali. Uno dei modelli che continua a riscuotere più successo è lo storico “Air Huarache”, disegnate per la prima volta nel 1991 dal grande Tinker Hatfield (papà, tra le altre, delle scarpe Air Max 1 e delle Jordan III). Oggi questa running viene proposta in diverse varianti di colore, ciascuna contraddistinta e ispirata a una città del mondo (richiamandone appunto i colori degli stemmi): Londra, ad esempio, punta sulla combinazione di rosso e blu per la tomaia in pelle col bianco della suola in gomma; Berlino sull’effetto di oro e nero, sempre con suola in bianco; Parigi usa tonalità più tenui, quasi in total white eccezion fatta per qualche sprazzo di una nuance di verde acqua; Milano, infine, è in predominante rossa con contrasti in bianco.

Qualcosa di nuovo. È invece una delle novità dell’anno lo slip on Free Socfly completamente nero (per la precisione, nero antracite), adatto a chi cammina a lungo in città e vuole una scarpa perfettamente adattabile a ogni stile e abito, oltre che situazione. Inoltre, rispetto ai modelli in grigio chiaro e bianco, il nero ha anche un vantaggio ulteriore: copre lo sporco che inevitabilmente si accumula nel corso del tempo. La Free Socfly è perfetta per l’estate, grazie al rivestimento superiore in neoprene leggero che favorisce l’aerazione, alla suola assolutamente flessibile e alla comoda chiusura a fascia che rende agevole la calzata.

Essenzialità al piede. Altra variante introdotta nell’anno 2015 è Nike Roshe Run nera o grigia (per meglio dire, cool grey), una scarpa dal design apparentemente semplice ed essenziale, ma che, a uno sguardo più attento, rivela tutto lo studio necessario per rendere la massima funzionalità fin nei minimi dettagli: non a caso, come raccontato dal designer Dylan Raasch, si ispira ai principi dello zen, e in effetti, specialmente nel modello base, è possibile rintracciare alcuni degli elementi caratteristici della filosofia orientale, come il motivo della suola, che richiama i tipici giardini rocciosi rastrellati. Di sicuro, queste scarpe sono comode (grazie alla qualità dei materiali usati) ed estremamente versatili, così da rendere bene sia a completamento di un abbigliamento elegante che informale, con o senza calzini, per una camminata a piedi o per una corsetta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.