Pillole Dimagranti efficaci: in farmacia ed erboristeria con le novità 2019

Quando si parla di dimagrimento, di perdita di peso e di salute, spesso le tre cose non viaggiano di pari passo tra loro. Il sogno, spesso condiviso, di avere un fisico perfetto o di raggiungere un peso forma ottimale, può avere delle ritorsioni contro la nostra stessa salute. Per tale motivo, quando si parla di pillole dimagranti o di integratori a base naturale, bisogna avere tutte le informazioni necessarie per proseguire con un trattamento.

Uno dei metodi più veloci per avere un quadro generale delle tipologie di farmaci ideali per la perdita di peso è, sicuramente, quello di rivolgersi, in primis, al proprio medico di fiducia. Una buona abitudine è quella di possedere, prima di iniziare con un trattamento farmacologico, un quadro clinico ben definito per non incorrere in effetti collaterali o problematiche gravi.

Vediamo, nello specifico, tutte le tipologie di farmaci e di integratori in commercio, quali sono le loro caratteristiche principali e le novità del 2019.

Le pillole per dimagrire si dividono in:

  • Pillole acquistabili in farmacia con la ricetta
  • Pasticche dimagranti, che sono un presidio medico chirurgico (non un medicinale), ottenibili senza alcuna prescrizione
  • Pillole acquistabili in erboristeria. Queste ultime sono pressoché prive di effetti collaterali e possono essere provate in qualsiasi situazione fisica.

Nell’articolo andremo ad analizzare le varie tipologie e vedremo le novità del 2019 per quanto riguarda le pillole dimagranti più in voga sopratutto in erboristeria e in farmacia, ma senza ricetta.

Pillole dimagranti: qual è la migliore?

Pillole dimagranti: un rimedio di cui molte persone sentono l’esigenza, sopratutto se sono efficaci. Tante persone si chiedono, infatti, se ne esistono di efficaci e di non dannose per la salute. La nostra risposta è che ci sono, esistono, ma bisogna conoscere a fondo l’argomento prima di poterle usare correttamente.

Come testimoniato da recenti studi, sovrappeso e obesità sono problemi sempre più diffusi nella società odierna e dimagrire senza sforzo rappresenta un desiderio condiviso da molti. Per soddisfare tale necessità sono presenti sul mercato molti prodotti che promettono un dimagrimento veloce, efficace e senza effetti collaterali.

Quindi viene spontaneo domandarsi: pastiglie dimagranti davvero efficaci, esistono davvero?

Per rispondere a questa domanda è importante verificare quali ingredienti si trovano nella composizione delle migliori pastiglie dimagranti e l’esistenza di ricerche o studi a riguardo. Leggi anche “Come dimagrire?

pillole dimagranti

Pillole dimagranti in farmacia (con prescrizione medica)

In Italia attualmente esiste un solo farmaco autorizzato per il trattamento medico dell’obesità: lo Xenical. Questo prodotto è realizzato sotto forma di compresse dimagranti da assumere prima, durante o subito dopo un pasto e utilizza come principio attivo l’orlistat (una molecola in grado di inibire l’azione degli enzimi che metabolizzano il grasso, le lipasi).

Grazie al meccanismo di questa pasticca dimagrante, parte del grasso ingerito transita attraverso l’intestino senza essere assimilato dall’organismo. Lo stesso principio attivo, seppur presente in maniera ridotta, è alla base anche di Alli, un farmaco da banco acquistabile senza prescrizione.
 
L’utilizzo di Xenical e Alli dovrebbe essere sempre consequenziale ad una visita medica ed è comunque indicato solo per coloro che hanno un indice di massa corporea (IMC) superiore a 28
 
Ovviamente si devono aggiungere anche i possibili effetti collaterali provocati dall’assunzione di simili pillole per dimagrire, i quali si manifestano soprattutto nel tratto intestinale. I grassi non digeriti infatti passano direttamente nelle feci, rendendole oleose e poco formate e causando in molti casi coliche, flatulenze e aumento della defecazione.

Pillole dimagranti in Erboristeria

Per chi preferisse un approccio più naturale, le pillole dimagranti dell’erboristeria possono aiutare molto a riconquistare il proprio peso forma. Ci vorrà un po’ più di tempo visto che come tutti i prodotti naturali agisce per accumulo e costanza. Vediamo quali sono i prodotti di erboristeria più efficaci sostituibili alle pillole dimagranti classiche.

– La Aboca: si muove anche nel campo dei prodotti dimagranti e nella sua linea chiamata “Fitomagra”, ci sono delle pillole denominate Fitomagra Adiprox Capsule. Queste pillole sono utili per aiutare la fisiologica funzionalità del tessuto adiposo, combattendo lo stress ossidativo, migliorando il microcircolo e supportando i processi di termogenesi e lipolisi.

– MySlim della ESI: un integratore alimentare a base di Garcinia Cambogia e Caffé Verde che aiuta sopratutto il controllo del senso di fame, simulando in modo naturale i farmaci anoressizzanti. Questo prodotto è utile anche perché la combinazione di Garcinia e Caffè verde aiuta a ridurre la sintesi del metabolismo dei lipidi (i grassi).

Pillole Dimagranti di origine naturale: i dispositivi medici

La maggior parte dei prodotti per dimagrire venduti in farmacia, non sono rappresentati da medicinali, ma da dispositivi medici. Si tratta di integratori dimagranti, composti per lo più da sostanze di origine naturale, che dovrebbero assicurare risultati efficaci solo se usati in abbinamento a un regime dietetico ipocalorico e ad una buona attività fisica.

Un integratore / pillola dimagrante, per poter essere venduto, deve superare controlli che dimostrino l’assenza di effetti collaterali gravi, ma non vi è alcun obbligo di esibire studi clinici che ne provino l’efficacia.

Per tale ragione, è bene informarsi accuratamente prima di effettuare qualunque acquisto. Tra gli strumenti a disposizione per tale scopo c’è Google Scholar, un motore di ricerca in grado di mostrare gran parte della letteratura relativa a qualunque materia.

Per dimagrire si può agire a tre livelli e anche i farmaci come pillole dimagranti da banco, possono agire in queste tre direzioni:

-impedire all’intestino di assorbire i nutrienti

-farmaci anoressizanti, ovvero quelli che bloccano lo stimolo della fame.

-alzare il metabolismo: con sostanze spesso illegali come anfetamine o simili (abbiamo visto la synefrina nel paragrafo precedente tra le pillole dimagranti illegali)

-NOVITA’: L’ irisina, la sostanza naturalmente presente nel nostro corpo e che aumenta quando facciamo attività fisica. Ha una grande capacità: è in grado di imbrunire (rendere di colore marrone) il tessuto adiposo.

Si tratta, cioè, del processo per cui un determinato numero di cellule adipose bianche, normalmente presenti negli individui adulti, si trasformano in cellule adipose brune. Le cellule brune sono principalmente presenti nei feti e nei neonati e  hanno lo scopo di regolare termicamente il nostro organismo, causando un aumento del dispendio energetico.

pillole dimagranti irisina

Pillole dimagranti: precauzioni d’uso

Le pillole dimagranti agiscono sul nostro corpo ed è molto importante sapere se si hanno problemi di tiroide, latenti o conclamati, prima di acquistarle. Sia l’ipotiroidismo che l’ ipertiroidismo possono portare a problemi con diversi tipi di sostanze contenute nelle pillole. La cosa migliore è, quindi, rivolgersi al medico e fare gli esami del caso per controllare lo stato della propria tiroide.

Gli esami del sangue per la tiroide sono: TSH (che mostra il funzionamento della tiroide, valori alti o bassi indicano il modo in cui sta funzionando la ghiandola); FT4 ( è l’ormone principale prodotto dalla tiroide); Ft3 (altro ormone prodotto dalla tiroide). La loro quantità e concentrazione negli esami del sangue ci fa capire lo stato della tiroide, accompagnato da un’ecografia realizzata da un medico endocrinologo.

Pillole dimagranti: le novità della ricerca

Dopo la recente approvazione negli Stati Uniti da parte della FDA, è disponibile anche in Italia il secondo farmaco ufficialmente approvato per il dimagrimento: la Liraglutide. Stando al test medico eseguito (un trial randomizzato contro placebo) favorisce la perdita di grasso fino all’8% l’anno. Il gruppo di controllo a cui era stato somministrato un placebo ha perso solo il 2,6%.

Sono inoltre in commercio alcune pillole dimagranti di nuova generazione contenenti ingredienti naturali, come ad esempio:
– Revolyn, un complesso realizzato con estratti di tè verde, guaranà ed altre piante che agiscono contro il grasso corporeo. Alcuni studi sostengono che assumere regolarmente Revolyn possa aiutare a dimagrire più velocemente: il tè verde, infatti, è un potente antiossidante che dona energia ed aiuta a prevenire i problemi cardiovascolari, rallentando inoltre l’invecchiamento cellulare.
– PhenQ, un complesso multifattoriale che rappresenta una novità non tanto per gli ingredienti (che come ammette il produttore, sono presenti anche in altri prodotti) quanto per la particolare formulazione. I principi attivi contenuti in PhenQ sono calcio, cromo, caffeina, Nopol, L-carnitina, Capsimax polvere e a-Lacys Reset. Quest’ultimo ingrediente è stato brevettato e contiene antiossidante e dimagrante.
pillole dimagranti erboristeria– Phen375, un dimagrante a base di ingredienti naturali la cui composizione è carbonato di calcio, cromo, L-carnitina, caffeina, capsaicina ed estratto di Dendrobium nobile. L’utilizzo di Phen375 è stato approvato dalla FDA a scopri dimagranti, ma è possibile acquistarlo solo sullo store ufficiale.

– Meratol è un altro integratore naturale al 100% composto da 4 ingredienti dalle proprietà dimagranti, drenanti, bruciagrassi, anti-fame ed anti-fatica. Contiene estratto di Capsicum (capsaicina), un acceleratore del metabolismo, estratto di alghe brune ricche di iodio ed alginato essenziali per la funzionalità tiroidea, estratto di cactus, il quale contiene una fibra solubile in grado di impedire la digestione delle molecole di grasso.

Le novità del 2019

L’anno in arrivo sta portando molte novità di mercato per quanto riguarda i metodi di dimagrimento veloce. Sempre più persone stanno optando per integratori naturali, metodi biologici o pillole a basso rischio; anche perchè il dimagrimento non dovrebbe causare problemi di salute, anzi il contrario.

Vediamo insieme quali sono i prodotti più efficaci per il 2019:

Kankusta Duo, un integratore a base di Garcinia Cambogia e Ortica Indiana, che promette di far perdere centimetri dal girovita già pochi giorni dopo l’assunzione delle pastiglie. Nel complesso, le pastiglie Kankusta Duo inibiscono la generazione delle molecole di grasso ed accelerano il metabolismo, aiutando nella perdita di peso nell’ambito di una dieta ipocalorica.

Piperine Forte, pillole per il dimagrimento veloce che stimolano l’Istamina (sostanza che aumenta i succhi gastrici e favorisce, dunque, l’assorbimento del cibo).

Peso Block dimagrante forte: questo prodotto, che viene definito come un potente riduttore di assorbimento di grassi e zuccheri, è indicato per donne e uomini. Minimizza l’assorbimento di grassi e favorisce l’aumento di muscoli; oltre a ridurre il senso di fame.

Capsule di CLA: è un bruciagrassi molto vantaggioso che deve essere abbinato a una regolare attività fisica. Aumenta il metabolismo, porta al massimo le energie ed è indicato, soprattutto, per il rassodamento della pancia; oltre ad essere adatto per un miglioramento muscolare.

Garcinia Cambogia: pillole naturali derivate dal tamarindo africano. Questo prodotto funziona da bloccante per la conversione di carboidrati in grassi, sopprime il senso di fame e se utilizzato in maniera ottimale è un ottimo prodotto per la perdita di peso; oltre ad essere molto naturale.

Rischi e sostanze dannose

Disponibili nei più disparati formati (pastiglie, pasticche, integratori, pillole) esistono principi attivi che, seppur prescritti dai medici per curare altri disturbi, sono anche in grado di garantire un effetto dimagrante. Tali molecole, però, possono causare effetti collaterali tanto gravi da essere considerate pericolose e illegali se assunte a tale scopo. Non parliamo del rischio di quell’unico caso su diecimila allergico al medicinale (comune a decine di farmaci), ma di problemi seri e percentuali di rischio spesso elevate.

Tra le sostanze più note troviamo l’efedrina. Si tratta di una sostanza che attualmente viene prescritta quasi esclusivamente in casi di ipotensione e che ha come effetto principale quello di accelerare il metabolismoAssumere efedrina per perdere peso porta però gravi conseguenze nell’organismo: si va dalla tachicardia all’insonnia, passando per la possibilità di avere allucinazioni e psicosi. L’efedrina può portare anche a potenziali ictus e infarti cardiaci dovuti all’aumento eccessivo della pressione; oltre ad avere come conseguenza anche la morte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.