Errori che mettono k.o. una dieta

Pensando di fare bene, commettiamo degli errori che portano ad un fallimento totale della dieta.

Iniziare una dieta è un passo molto importante, dato che la forza di volontà che si deve mostrare di avere deve raggiungere livelli altissimi. Ovviamente, deve essere accompagnata da grande costanza.

I buoni propositi non mancano mai quando si decide di perdere quei chili di troppo e di bruciare quel tanto odiato grasso in eccesso; così come la voglia di mettersi in gioco, per dimostrare che si può tagliare il traguardo tanto ambito, in quella che può essere tranquillamente etichettata come una corsa ad ostacoli molto dura.

Il primo passo ci porta a scegliere la dieta giusta per noi tra le numerose opzioni ormai conosciute e testate, come ad esempio la famosa dieta plank tanto di tendenza in questi ultimi mesi (10 kg in un mese), ma è fondamentale indirizzare quel passo nella giusta direzione, cioè quella della costanza e della grande forza d’animo.

Non è una decisione da prendere sottogamba, ma una dieta è un qualcosa che impegna il fisico e, soprattutto, in maniera esponenziale la mente.

Un errore, che ad una analisi non attenta potrebbe sembrare innocuo, è in grado di dare il via ad un susseguirsi di eventi che potrebbero portare al fallimento totale della dieta.

Per una dieta da campioni, tanta pazienza e obiettivi realistici

E’ inutile porsi degli obiettivi che noi stessi consideriamo quasi come “impossibili”: si perde già in partenza. Fondamentale è restare con i piedi per terra, e focalizzare la nostra mente su ostacoli che sicuramente, anche se con fatica, riusciremo a saltare. Solo così la nostra gara potrà continuare. Scoraggiarsi è davvero facile.

La perfetta dieta non mira alla perfezione assoluta, ma al benessere del nostro corpo e della nostra mente.

Un altro fattore importantissimo è la pazienza: nulla si ottiene con uno schiocco di dita, ma le avversità da superare saranno tante e si dovrà lottare con grinta per cercare di raggiungere ciò che tanto si desidera. Un passo alla volta, pian piano, si potrà scalare anche la vetta più alta.

Il digiuno o il semplice pensiero di saltare un pasto dovranno abbandonare i pensieri: non serviranno assolutamente a niente. Ma, ciò che servirà è una costante attività fisica: è questo l’unico modo, o meglio l’unica corretta strategia, per cercare di velocizzare il processo di dimagrimento e farlo nel modo più intelligente che ci sia. Non serviranno allenamenti estenuanti, ma pochi minuti al giorno (30/40) da dedicare alla cura del nostro corpo. Sicuramente, a breve distanza, quest’ultimo ringrazierà. Poi, l’attività fisica aiuterà ad allontanare lo stress e a non avere qual pensiero fisso della dieta.

Privarsi si, ma nel modo giusto! Mai privarsi di acqua e liquidi in generale perché magari “gonfiano” e nemmeno eliminare del tutto i tanto odiati carboidrati: il nostro corpo ne ha bisogno.

Intraprendere una dieta è un qualcosa che cambierà la propria vita, che trasformerà il proprio aspetto e che migliorerà la salute mentale, ma è necessario intraprendere questo cammino tenendo stretta la mano di un nutrizionista. Quest’ultimosicuramente, mai vi negherà uno strappo alla regola, per evitare che il muro da scavalcare sembri sempre più alto.

Scoraggiarsi? Mai! Mai gettare la spugna. Si può cadere al tappeto, ma ci si può rialzare e continuare a combattere.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.