Montascale per anziani e disabili guida all’acquisto

Molto spesso, per le persone anziane o a ridotta abilità motoria, anche ostacoli apparentemente banali, come una breve rampa o qualche gradino, possono diventare un serio e gravoso impedimento, persino fra le mura domestiche. Quando immaginiamo le classiche barriere architettoniche, infatti, non dobbiamo solo pensare agli ostacoli su strada, come un marciapiede rotto o troppo alto, piuttosto che una scala imponente per entrare in un museo o in un ufficio pubblico: anzi, quelle delle abitazioni, rappresentano problemi ancor più insormontabili, proprio perché da affrontare quotidianamente e, peraltro, nel primo luogo che dovrebbe garantire sicurezza e cura della persona, vale a dire la propria casa.

Ecco perché è utile, anzi doveroso, occuparci di tutti quei dispositivi che possono abbattere tali barriere, al fine di consentire alla persona, anziana o malata, di superare le difficoltà e riacquistare, almeno in parte, una certa libertà di movimenti. In questo, fortunatamente, la tecnologia oggi fornisce una grossa mano, grazie a sistemi studiati appositamente per riottenere, almeno in parte, l’autonomia o, comunque, la possibilità di spostarsi in casa, pur in presenza di scale, persino se la persona è costretta sulla sedia a rotelle, riducendo, di fatto, anche il timore di un isolamento soggettivo che, purtroppo, potrebbe subentrare nell’individuo che non riesce più ad avere una vita regolare.

Stiamo parlando, essenzialmente, del montascale, la soluzione perfetta sia per le persone di una certa età, ormai impossibilitate a salire e scendere le scale del proprio appartamento, sia a chi, per problematiche gravi, non possiede la corretta abilità motoria per eseguire la stessa operazione.  Disponibile in diverse versioni in base alle necessità, adattabile anche alla personalizzazione architettonica e di arredamento, per consentire un’armonia nell’alloggio, offre totali garanzie di sicurezza e velocità di installazione. Vediamo insieme i dettagli.

Servoscala con poltrona e a piattaforma

Una differente terminologia, nata per distinguere i diversi tipi di dispositivo, senza comunque che ci siano particolari e sostanziali distingui nell’esecuzione del servizio, suggerisce di chiamare “servoscala” i modelli che si installano sulla scalinata, e “montascale” quelli che possono invece spostarsi da un posto all’altro mediante ruote o cingolati, in base alla scelta del meccanismo, anche se poi, nell’uso corrente, le due denominazioni finiscono per diventare sinonimi.

In ogni caso, per comodità di riferimento, manterremo questa distinzione, illustrando, in questo paragrafo, i servoscala. A loro volta, possono essere suddivisi in due tipologie, a poltroncina e a piattaforma. La distinzione si basa sulla necessità di trasporto, intendendo forzatamente con piattaforma nel caso in cui l’utilizzatore sia seduto su una carrozzina.

Sono dispositivi, specie quello a poltroncina, semplici da installare e che, quasi sempre, non richiedono opere murarie né interventi particolari. Possono essere montati su scale dritte, ma anche curve, a più piani e addirittura a chiocciola. Nei modelli a pedana, su richiesta, ma anche in base allo spazio disponibile, può essere montato un piccolo seggiolino per un accompagnatore.

Prima di scegliere, è consigliabile, oltre che affidarsi a ditte di comprovata esperienza, un sopralluogo di un tecnico specializzato, in modo da verificare spazi, materiali, misure ed eventuali personalizzazioni in base alle specifiche esigenze del cliente, sia di tipo qualitativo che di spesa.

Montascale a Ruote

Il montascale a ruote è costituito da una poltroncina, relativamente stretta, la quale, mediante l’intervento di un accompagnatore, ma senza comunque sforzi fisici per il passeggero, consente di superare gli ostacoli domestici, in ambienti interni ed esterni, allo stesso modo dei precedenti servoscale, pur se in minore autonomia. Il vantaggio è che, comunque, questo dispositivo è mobile, e in molti casi anche pieghevole o smontabile, perfetto, quindi, per esempio, per essere trasportato nel bagagliaio dell’auto, magari per una vacanza. Tale facile mobilità consente anche di usarlo in diversi ambienti della casa, o in giardino piuttosto che nel parcheggio, fermo restando lo scopo primario, vale a dire salire e scende gradini in tutta sicurezza.

Alcuni modelli, di ultima generazione, sono dotati di un piccolo motore elettrico mediante il quale l’utilizzatore diventa più autonomo nei brevi spostamenti, tranne ovviamente che per salire o scendere le scale. In effetti, questa tipologia a ruote si configura quasi come un veicolo, dall’aspetto simile ad uno scooter, comunque realizzato esclusivamente per anziani e disabili, ideale per la loro guida in ampi ambienti domestici, sempre interni o esterni, in autonomia.  

Per accennare ai montascale a cingoli, possiamo altrettanto definirli ottimi strumenti per il trasporto di una persona non deambulante in carrozzina, in quanto facilitano gli spostamenti anche di grandi sedie a rotelle, e su qualsiasi pendenza. Anch’essi facilmente smontabili e trasportabili, sono dotati di testati dispositivi per assicurare comfort e affidabilità, grazie ad un’attenta e calibrata gestione dei pesi e della meccanica.

Quanto Costa un Montascale

La gamma dei modelli e delle relative personalizzazioni è talmente vasta che risulta davvero difficile indicare con precisione dei prezzi di acquisto dei montascale, considerando poi che aziende diverse possono fornire quotazioni altrettanto differenti, in base all’utilizzo di materiali, dimensioni, optional, ecc. Tuttavia, possiamo fornire, in linea di massima, un gap di spesa, prendendo in esame uno dei dispositivi più venduti, la tipologia a poltroncina, da installare su una scala rettilinea, ha un costo indicativo di base di € 3.000, mentre se consideriamo la necessità per una scala curvilinea o, peggio ancora, superiore a un piano o a chiocciola, dobbiamo prevedere una spesa a partire dai 6/7.000 euro.

L’alternativa, senza dubbio più economica, può essere quella di acquistare un montascale usato, ovviamente altrettanto sicuro come il nuovo perché garantito da ditte affidabili, che si occupano anche di revisionarlo, prima di rimetterlo in vendita, sostituendo eventuali parti non funzionanti. In questo modo, la spesa sarà ridotta, ma non si potranno avere i contributi statali forniti per chi esegue o acquista opere o dispositivi necessari per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Detrazioni e agevolazioni

Forse non tutti sanno, infatti, che per comprare un montascale, la legge nr.13 del 09/01/89, relativa agli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, contempla la possibilità di richiedere dei contributi economici. Ovviamente, viene richiesto un preciso iter procedurale, a cominciare dal richiedente, che deve essere l’utilizzatore, disabile con menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, o chi l’ha in carico, oppure il condominio dove risiede il beneficiario. Le domande vanno inoltrate in carta bollata entro il 1° marzo di ogni anno al Sindaco del Comune in cui deve essere installato il dispositivo.

Le agevolazioni per l’acquisto di un montascale comprendono sia il contributo statale, in varia misura a seconda della spesa, sia detrazioni fiscali, in quanto l’acquisto di questi ausili rientra nelle specifiche previste per i mezzi di deambulazione e sollevamento (IVA al 4% anziché al 22), oltre alla detrazione Irpef del 19% riconosciuta per le spese sanitarie e per l’acquisto di mezzi di ausilio, e che può essere usufruita anche da un familiare dell’utilizzatore, purché sia fiscalmente a suo carico.

E’ possibile, infine, usufruire, in caso di interventi edilizi sempre legati alla medesima tematica, di una percentuale di detrazione Irpef salita al 50%, raddoppiando il tetto di spesa su cui calcolarla da 48.000 a 96.000 €, al momento stabilita sino al 31/12/2018 (si consiglia di controllare gli aggiornamenti fiscali annuali).

Scegliere un prodotto di Marca può essere sinonimo di Garanzia e Sicurezza

Non possiamo che terminare consigliando di rivolgersi sempre ad aziende di comprovata esperienza nel settore: il montascale rappresenta un ausilio per una persona in difficoltà e, come tale, deve assicurare il meglio a livello di affidabilità e tenuta, a garanzia della salute e sicurezza dell’utilizzatore e dei suoi conviventi. Un ottimo brand saprà senz’altro consigliare il modello migliore, e le personalizzazioni più idonee.

Ditte come Seniorlife, Stannah, Cetto, ThyssenKrupp sono fra le principali e più conosciute nel settore, alle quali possiamo rivolgerci con fiducia, certi di avere sempre un’adeguata assistenza sia nel sopralluogo iniziale che nel post vendita, magari per una revisione o un ammodernamento. Fra le altre, vogliamo segnalare anche Extrema S.r.l, azienda con sede a Bagnolo S.Vito, in provincia di Mantova, specializzata nella progettazione e realizzazione di ausili mirati all’abbattimento delle barriere architettoniche, con particolare attenzione proprio a montascale e servoscale, con un elevato know-how tecnologico, in perfetta coerenza con gli standard di qualità dei suoi prodotti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.