in

Ecco come curare al meglio i propri tatuaggi

braccia tatuate
braccia tatuate- Matheus Ferrero-pexels.com

In questo particolare articolo tratteremo un tema molto intrigante, quello dei tatuaggi. Di seguito, nello specifico, ci soffermeremo su un aspetto nel dettaglio, la cura del tatuaggio nelle ore, e nelle settimane, successive alla sua incisione. Indipendentemente dalle dimensioni del tuo nuovo tatuaggio, è essenziale garantire al tattoo una completa guarigione.

Le normative possono variare da paese a paese riguardo a chi può farsi tatuare, al come, ecc., ma nei paesi occidentali tutte le normative impongono al tatuatore di eseguire il proprio compito in maniera pulita, in un ambienta sanificato e protetto. Nelle 24 ore successive al tatuaggio sarà importante tenerlo coperto con una benda che vi sarà fornite dal tatuatore, dopo averla tolta bisognerà prestare attenzione a vari fattori, soffermiamoci proprio su questi ultimi descrivendoli attentamente.

Ragazzo con numerosi tatuaggi su tutto il corpo
Ragazzo con numerosi tatuaggi su tutto il corpo-cottonbro studio-pexels.com

Cosa fare dopo 24 ore dal tatuaggio?

Dopo circa 24 ore (o prima, se raccomandato dal tuo tatuatore), rimuovi la benda dopo esserti lavato accuratamente le mani. Delicatamente, pulisci il tatuaggio con acqua e sapone, preferibilmente antibatterico, e asciugalo con un tovagliolo di carta pulito. Risulta importante applicare uno strato sottile di pomata antibiotica e idratante, evitando di mettere una nuova benda sopra il tatuaggio. Tre volte al giorno, lava delicatamente l’area del tatuaggio con acqua e sapone, quindi asciugala con cura.

Dopo la prima settimana, continua ad applicare una crema idratante o un unguento per mantenere la pelle umida. Nello specifico consigliamo di utilizzare un unguento antibiotico per almeno cinque giorni, trascorsi i quali puoi passare  a una lozione idratante per il corpo delicata e senza profumo. Ripeti questo processo per circa 3 o 4 settimane per garantire una completa guarigione al tuo tattoo.

braccio tatuato con simboli che rimandano alla cultura giapponese
braccio tatuato con simboli che rimandano alla cultura giapponese-Kevin Bidwell-pexels.com

Alcuni dettagli a cui prestare attenzione

Se noti che il tuo tatuaggio forma delle crosticine o diventa un po’ duro, non preoccuparti, è un processo normale di guarigione. Ciò detto, è fondamentale evitare di graffiare, grattare o rimuovere le croste dal tuo tatuaggio, poiché potresti causare un’infiammazione o rimuovere parte del colore. Se sospetti che il tuo tatuaggio sia infetto o non stia guarendo correttamente, consulta immediatamente un medico, e chiedi maggiori informazioni anche all’esperto a cui ti sei affidato per il tattoo.

Leggi anche: Tatuaggi donna, 30 idee da condividere con le tue amiche

Ricorda inoltre di evitare di fare il bagno in piscine, mare, ecc., e di esporre il tuo tatuaggio al sole per almeno due settimane. Mantieni la zona del tatuaggio asciutta e lontana dalla luce solare diretta per favorire una guarigione ottimale. Evita anche di indossare indumenti troppo stretti, poiché potrebbero irritare il tatuaggio e rallentarne il processo di recupero.  È importante proteggere il tuo tatuaggio dal sole e mantenere la pelle idratata. Applica regolarmente una crema solare ad alta protezione ( 30 o superiore) soprattutto durante l’estate per preservare i colori brillanti del tuo tatuaggio e proteggere la pelle dai danni causati dai raggi UV. Idrata il tatuaggio quotidianamente, specialmente se è posizionato in zone soggette a un’usura rapida, come le mani.

tatuatore a lavoro
tatuatore a lavoro-Dan Prado-pexels.com

I prodotti migliori per proteggere il vostro tatuaggio

Esistono diversi prodotti specifici venduti per la cura post-tatuaggio, ma anche alcuni prodotti comuni, non specifici per i tatuaggi, possono essere altrettanto efficaci. È consigliabile consultare il tuo tatuatore per consigli e prestare attenzione agli ingredienti che compongono un bagnoschiuma o altro durante le prime settimane post tatuaggio. Quando si tratta di pulire il tattoo, è consigliabile utilizzare un sapone antibatterico, ma un normale sapone da bagno è altrettanto valido. Evita di utilizzare prodotti troppo abrasivi e mai usare acqua ossigenata o alcol sul tatuaggio, poiché potrebbero danneggiare la pelle e dunque rovinare il tattoo in maniera definitiva.

ragazzo interamente tatuato
ragazzo interamente tatuato-Vija Rindo Pratama-pexels.com

Un leggero strato di pomata antibiotica può essere utile per proteggere il tatuaggio durante la fase iniziale della guarigione. Al termine della seduta di tatuaggio, potresti ricevere della vaselina o un unguento contenente vaselina emolliente dal tuo tatuatore. Tuttavia, alcuni professionisti non raccomandano l’uso di questi prodotti poiché la vaselina potrebbe intrappolare lo sporco all’interno del tatuaggio, aumentando il rischio di infezioni.

Una volta che il tuo tatuaggio è completamente guarito, è importante continuare a proteggerlo. Applica regolarmente la protezione solare, preferibilmente scegliendo prodotti che contengono ossido di zinco, in modo da proteggere il tuo tatuaggio dai dannosi raggi del sole.

Scritto da Pasquale Arrichiello

A 24 anni ho conseguito una laurea magistrale in Scienze Storiche alla Federico II di Napoli. Oltre alla storia ed alla filosofia, due delle mie principali passioni, ho da sempre coltivato un profondo amore per la scrittura, ed è proprio questo legame ad avermi condotto nel mondo dei copywriter.