Ecco perché non si vogliono più permettere i prelievi: arriva lo stop!

Il limite di prelievo del conto di risparmio non è superiore a sei al mese e si applica a transazioni come scoperti e bonifici e transazioni con carte di debito. Alcuni tipi di ritiro, come visitare un cassiere di persona, non contano ai fini del limite.

Il processo di debancarizzazione del mondo è già iniziato con l’avvento degli istituti bancari online. Man mano, sempre più opzioni non possono più essere eseguite in banca. Tra queste, anche per limitare l’utilizzo del contante, si parla sempre di più dello stop ai prelievi. Tuttavia, le limitazioni alle operazioni bancarie sono più o meno sempre esistite. Se hai un conto di risparmio, potresti essere limitato a non più di sei prelievi o trasferimenti “convenienti” al mese dal conto gratuitamente.

Il limite di prelievo del conto di risparmio non è superiore a sei al mese e si applica a transazioni come scoperti e bonifici e transazioni con carte di debito. Alcuni tipi di ritiro, come visitare un cassiere di persona, non contano ai fini del limite. La ragione principale del limite è che le banche tengono in riserva solo una piccola percentuale dei fondi depositati dai consumatori. Sebbene sia chiaro che le carte di credito comportano interessi e commissioni, prelevare contanti con le carte di credito può rivelarsi un affare costoso. Ecco le spese che questi prestiti attraggono:

Commissione anticipo contante: questa è la commissione addebitata ogni volta che prelevi contanti utilizzando la tua carta di credito. In genere, varia dal 2,5% al ​​3% dell’importo della transazione, soggetto a un importo minimo di Rs 250 a Rs 500 e si riflette nell’estratto conto. Spese finanziarie: le normali transazioni con carta di credito comportano spese finanziarie, così come i prelievi di contanti. L’addebito viene riscosso dalla data della transazione fino al momento in cui il rimborso è stato effettuato.

Prelievo bancario
Prelievo bancario – Foto di Liliana Drew/Pexels.com

La maggior parte delle banche offre ricompense ai titolari di carte di credito. Questo può essere sotto forma di sconti, regali o altre offerte. Le banche creano programmi specifici che incentivano i titolari di carta a utilizzare le carte di credito per cenare, viaggiare, fare shopping, ecc. Utilizzando la tua carta di credito in queste situazioni, puoi accumulare punti premio, che possono essere riscattati per buoni regalo, regali in denaro, miglia aeree, ecc. Tuttavia, quando utilizzi la tua carta di credito per prelevare contanti, potresti non ricevere punti premio, quindi è meglio optare per un anticipo in contanti quando hai un disperato bisogno di denaro.

Sebbene applicabile in alcuni casi, a seconda delle carte di credito HDFC Bank di cui disponi, potresti ricevere alcuni premi e offerte sotto forma di CashBack, punti premio, ecc. Supponiamo che ti trovi di fronte a una crisi finanziaria a breve termine e che tu abbia urgente bisogno di contanti. Se prendere un prestito o chiedere soldi a un amico non è un’opzione praticabile, l’anticipo in contanti può aiutarti a superare la situazione. Se il tuo conto bancario non dispone di fondi sufficienti per soddisfare le tue esigenze, puoi prelevare contanti dalla tua carta di credito, anche se a un costo aggiuntivo. La maggior parte delle carte di credito viene fornita anche con una copertura assicurativa gratuita. Questa fornisce prestazioni in caso di morte o invalidità permanente fino a Rs 10 lakh, soggette a determinati termini e condizioni.