BioNike Triderm, pelli sensibili: quali prodotti usare

Redazione
Redazione

La linea Triderm di Bionike è perfetta per chi è alla ricerca dei migliori prodotti per la detersione ed il trattamento per pelli sensibili. Scegliere cosmetici e prodotti per la cura del corpo è davvero complicato se si guarda alla varietà di marchi e proposte che troviamo nei negozi specializzati. Alcuni sono molto costosi ma si rivelano poco efficaci. Altri costano sospettosamente troppo poco e non hanno una confezione molto interessante. Tutti riportano etichette difficili da comprendere e promettono miracoli che spesso non si avverano. Allora come orientarsi sulla scelta migliore in base al proprio bio-tipo dermatologico?
Detersione e trattamenti per pelli sensibili: cosa c’è da sapere?

Pelli sensibili, come trattarle?

Le pelli sensibili sono complesse da trattare perché manifestano con più frequenza lesioni, arrossamenti e reazioni allergiche. Di solito sono mediamente molto chiare e soffrono di mancanza di melanina oppure sono solamente troppo “giovani” per tollerare agenti esterni invadenti. Chi si ritrova in questa descrizione molto spesso soffre di eritemi solari, da sfregamento o da freddo. Il calvario per chi ha una pelle molto sensibile è aggravato dai prodotti di cosmesi che celano conservanti tossici e allergeni pericolosi per la cute. Le pelli sensibili oltre a dover essere trattate con i giusti prodotti necessitano di un corpo equilibrato e correttamente idratato. Bere e mangiare molte fibre dona elasticità e lucentezza alla pelle che acquisisce forza e resistenza per contrastare le cause di sensibilità. In casi come questi è anche doveroso integrare l’alimentazione con prodotti ricchi di Vitamina C e B12.

Occhio agli emulsionanti e ai tensioattivi!

La detersione per le pelli sensibili è nemica dei saponi con PH troppo elevato ma non solo. I fattori di pericolo possono provenire dalla durezza e dalla temperatura dell’acqua, dai tessuti degli asciugamani o dalle tipologie di detergenti impiegati. Le pelli sensibili, infatti, non sono adatte ad essere trattate con emulsionanti e tensioattivi perché questi intaccando i lipidi naturalmente presenti sulla cute riducendone drasticamente gli strati di protezione. Questo provoca un impoverimento cellulare dannoso che si traduce in iper-sensibilità di vario genere e che lascia la pelle pulita ma severamente esposta a batteri e ad altri agenti esterni come lo smog o i raggi solari.

Detersione delle pelli sensibili, quali prodotti usare?

Bisogna optare per prodotti privi di emulsionanti e ricchi di proteine idratanti e rinforzanti come il Pantenolo derivante dalla vitamina B5. Oltre a ciò occorre scegliere prodotti ad alta carica lenitiva in grado di alleviare e ridurre gli arrossamenti e i bruciori. Per la detersione è sconsigliato vivamente l’utilizzo di scrub, spazzole e spugne esfolianti. Sarebbe preferibile il massaggio schiumoso o l’utilizzo di panni morbidi in nylon, seta e cotone. Evitate anche l’acqua ghiacciata o eccessivamente calda e praticare trattamenti quotidiani da ripetere al mattino e alla sera, prima di andare a dormire.

Oltre a questi accorgimenti per l’igiene bisogna cercare di mantenere costantemente idratata la cute con prodotti a lento assorbimento nonché privi di alcol e tensioattivi. Il fattore da valutare per la scelta dei migliori prodotti di trattamento è senza dubbio la presenza di protezione dai raggi solari che comportano problematiche anche gravi e che possono macchiare irreversibilmente la cute.

A completare il quadro c’è, naturalmente, l’attenzione alla nutrizione e la condizione di uno stile di vita quanto più possibile salutare. Laddove sia possibile è bene scegliere un’alimentazione basata sui principi alimentari della corretta idratazione e orientata al consumo di alimenti importanti per la pelle come frutta e verdura. La salute di tutto il corpo, in fin dei conti, passa sempre da ciò con cui lo nutriamo.

condividi articolo