Dimagrire in fretta senza dieta
Sveva Valguarnera
Sveva Valguarnera

Dimagrire in fretta senza dieta: Come fare? Trucchi e trattamenti

Indice

Come dimagrire in fretta senza dieta? È possibile? Se il titolo può sembrarvi strano, non dovete allarmarvi né pensare che dietro questo approfondimento ci sia qualcosa di davvero poco convincente. Perché dimagrire senza dieta si può se solo lo si vuole per davvero. Per decenni si è sempre state abituati al fatto che per dimagrire bisogna ridurre drasticamente determinati cibi e rinunciare a molti piatti gustosi. Per quanto sia vero che un regime di questo tipo faccia perdere peso, è vero anche che fornisce poche certezze in fatto di “mantenimento” nel tempo.

Dimagrire senza dieta, quindi, vuol dire smarcarsi da questa idea ormai un po’ retrò e per certi versi anche inefficace. Bisogna abbracciare invece un’idea totalmente diversa. Si tratta di un’idea che non precluda alcunché, che non vi metta per forza di cose a confronto con una realtà dura da sopportare e difficile da accettare. Dimagrire senza una dieta specifica lo si può fare e in questa sede vogliamo spiegarvi come!

Dimagrire in fretta senza dieta: come fare?

Prima di tutto, per dimagrire in fretta senza dieta specifica, vi consigliamo di dedicare almeno mezz’ora ad ogni pasto e di masticare a lungo e lentamente quel che mangiate. Un ritmo di questo genere contribuirà a farvi sentire più sazi, evitando che possiate avvertire il bisogno di fare uno spuntino ipercalorico per spezzare la fame. Senso di fame che solitamente viene fuori a metà mattinata o a metà pomeriggio. Masticare lentamente e bere molta acqua significa dunque contribuire ad aumentare il senso di sazietà da una parte, e aiutare il corpo ad integrare sali minerali e ad eliminare le tossine che rallentano il dimagrimento dall’altra.

Come regolarsi con l’alimentazione

Per quel che riguarda il mattino fareste bene a consumare una prima colazione ricca e abbondante. Una colazione che vi dia la carica giusta per affrontare il resto della giornata. Se proprio dovete rinunciare a un po’ di cibo, infatti, è molto meglio farlo la sera. Difatti è molto meglio consumare una cena ricca di verdure e proteine, ricca di acqua e naturalmente povera di carboidrati (che sono senz’altro più adatti per il pranzo). Vedi anche: Alimenti brucia grassi.

Chiaramente per dimagrire senza dieta è importante che rispettiate questa sorta di ritmo quotidiano e che lo facciate annoverando dei cibi leggeri, poveri di grassi e di calorie. Ma la differenza tra questa strategia e quella che verrebbe imposta in un’ottica di dieta ferrea, sta proprio nel fatto che in questo caso non c’è un vero e proprio elenco di cibi da mangiare e di cibi da scartare. Dimagrire senza dieta vuol dire proiettarsi verso un regime alimentare che naturalmente abbracci alimenti che non fanno ingrassare. Ma vuol dire al tempo stesso concedersi il lusso di chiudere qualche occhio laddove “in teoria non si potrebbe“. Ma allora come è possibile dimagrire secondo questo metodo? Lo si riesce a fare in primo luogo perché:

  • è ovvio che non si spinga il soggetto a mangiare di tutto e di più (anzi)
  • in secondo luogo perché in questo caso viene consigliato di proiettarsi verso una serenità mentale verso un sostenuto esercizio fisico. Fattori necessari se non proprio indispensabili per raggiungere l’obiettivo di perdere i chili di troppo.

L’esercizio fisico

Per quanto riguarda il movimento, è indispensabile se davvero volete dimagrire. Iscriversi in palestra e seguire un programma personalizzato è senza dubbio il metodo migliore per raggiungere risultati efficaci in tempo breve. Per mantenere lo status che si riuscirà a raggiungere, è raccomandabile seguire un allenamento quotidiano anche dolce. Uno dei trucchi più efficaci in questo senso è praticare la camminata veloce, specie dopo cena.

Ma se non avete l’opportunità economica o il tempo per andare in palestra, potete comunque farvi stilare un programma da un personal trainer. Un programma che possiate seguire a casa secondo un vostro preciso crono-programma. In alternativa è comunque possibile favorire l’azione brucia grassi, il rafforzamento dei muscoli e la velocizzazione del metabolismo mediante un tipo di attività fisica dolce. Ad esempio una semplice passeggiata al giorno da trenta o quaranta minuti, ad esempio!

Come dimagrire in fretta senza dieta: trucchi

Altri trucchi utili per aiutare il dimagrimento senza una dieta specifica possono essere:

  • La Garcinia Cambogia. In ultimo ma non meno importante vi suggeriamo di dare un’occhiata alle potenzialità della Garcinia Cambogia. Si tratta di un frutto in merito al quale potrete informarvi mediante una semplice ricerca in rete. Perché gli approfondimenti sulla garcinia che sono in circolazione, oltre ad essere numerosi, sono anche piuttosto ben fatti tanto da contribuire a darvi un’idea illuminante in merito a come questo frutto vi aiuterà nel dimagrimento fisico.
  • Mangiare lentamente e con piccoli bocconi, masticando bene: vi aiuterà ad aumentare la sazietà, mangiare meno e introdurre meno aria
  • Mangiare spesso e non saltare mai gli spuntini: potete anche prepararli già, specie se si tratta di frutta, e conservarli in frigorifero in modo da avere tutto a disposizione
  • Preferire le scale all’ascensore e, in generale, la passeggiata ai trasporti e all’auto: un trucco utile, ad esempio, è parcheggiare lontano dal luogo di destinazione in modo da camminare di più e senza fatica
  • Colazione ricca e cena povera: in questo modo si favorisce il sonno e la digestione
  • Evitare l’esposizione prolungata a schermi TV, smartphone e PC: in questo modo si evita l’insorgere dello stress e si favorisce dunque il rilassamento e il buon sonno.

Dimagrire in fretta senza dieta: trattamenti

Negli ultimi anni la medicina estetica ha fatto grandi passi nel campo delle tecniche non chirurgiche per l’eliminazione del grasso in eccesso. Oggi sono dunque disponibili diversi tipi di trattamenti non invasivi che consentono una perdita di grasso localizzata, con un consistente miglioramento della zona trattata anche a livello di ritenzione dei liquidi e di tono cutaneo. Sebbene questi metodi siano pensati per le persone che non vogliono o non possono sottoporsi a un tradizionale intervento di liposcultura, ci sono comunque dei casi in cui essi sono controindicati. In generale è necessario che il paziente sia in buona salute, e nel caso delle donne che non siano in gravidanza o durante l’allattamento. Due dei trattamenti più noti in questo ambito sono la criolipolisi e l’Aqualyx® : si tratta di metodi diversi nel funzionamento, ma entrambi validi a livello di risultati.

Dimagrire in fretta senza dieta: la Criolipolisi

Il principio su cui si basa la criolipolisi è la maggiore suscettibilità al freddo degli adipociti rispetto alle altre cellule del nostro corpo. Abbassando in modo localizzato la temperatura della zona da trattare, viene indotta la morte cellulare (apoptosi), causando la successiva eliminazione degli adipociti tramite il sistema linfatico. La tecnica consiste in un trattamento non invasivo e si basa su un manipolo lungo circa 20 – 30 cm che, tramite una pressione negativa (effetto vacuum), si attacca a ventosa sulla cute della zona da trattare. Questo manipolo ha una rientranza, grande quasi quanto il manipolo stesso e profonda qualche centimetro, in cui viene aspirata la pelle per poi essere posta ad una temperatura inferiore allo 0.

Il grasso raffreddato si cristallizza e questo porta ad un danneggiamento “meccanico” delle cellule adipose che vanno incontro, molto lentamente, ad una morte selettiva. Questa tecnica permette di ottenere risultati permanenti ma in modo molto graduale, fino a due o tre mesi dopo il trattamento. Ciò da un lato ha il vantaggio di non sovraccaricare eccessivamente il fegato, come invece accadeva con alcune delle tecniche meno recenti, dall’altro – forse – rende più difficile per il soggetto valutare i risultati.

Dimagrire in fretta senza dieta: Aqualyx®

Il trattamento con Aqualyx® consiste invece nell’iniezione nella zona da trattare di una soluzione contenente un mix di principi in grado di stimolare l’eliminazione delle cellule adipose riducendo il volume del tessuto adiposo. Si tratta dunque di un particolare tipo di intralipoterapia, che come tale può essere associata a un trattamento con ultrasuoni esterni a media frequenza (cavitazione). Gli ultrasuoni aiutano infatti a rompere gli adipociti, agendo in sinergia con i principi attivi utilizzati e permettendo di conseguire maggiori risultati.

La soluzione iniettata va a danneggiare le membrane cellulari delle cellule di grasso. Il paziente avverte qualche fastidio, un leggero gonfiore, ma normalmente ben tollerabile. Attualmente l’utilizzo e la vendita di Aqualyx® sono riservati ai medici che abbiano seguito un corso di formazione nelle tecniche dell’intralipoterapia, fornendo così un’ulteriore garanzia al paziente. Anche in questo caso i risultati non sono visibili immediatamente ma si ottengono in modo graduale. È comunque possibile effettuare più sedute fino a ottenere i risultati desiderati. Sia la criolipolisi che il trattamento con Aqualyx® sono opzioni valide per coloro che, soffrendo di adiposità localizzata, non desiderano sottoporsi a un intervento chirurgico invasivo.aqualyx

La soluzione iniettabile Aqualyx

I preparati utilizzati nell’intralipoterapia sono prodotti esclusivamente a questo scopo da industrie farmaceutiche. Si tratta di soluzioni iniettabili a base di fosfatidilcolina, ma più stabili e più attive, in modo da infiltrarsi efficacemente nel tessuto sottocutaneo e sciogliere rapidamente l’adipe. Il grasso disciolto si lega grazie le lipoproteine, cioè dalle molecole preposte al trasporto del grasso verso il fegato. In questo modo il tessuto adiposo localizzato viene rimosso ed eliminato dall’organismo. Sia in forma sottocutanea sia in forma endovenosa, la formulazione della soluzione iniettabile è ottimamente tollerata e non genera reazioni di ipersensibilità. Tuttavia contiene una certa percentuale di lidocaina, un blando anestetico che rende l’iniezione assolutamente indolore.

Gli aghi utilizzati per le iniezioni nell’intralipoterapia sono appositamente studiati e non necessitano di punture ripetute. I siti di accesso sono pochi e standardizzati, ma prima dell’inizio del trattamento sono consigliabili test di impedenziometria e plicometria per evidenziare la quantità reale di tessuto adiposo. Si valuta anche, in questo modo, la concentrazione dei fluidi, in modo da rilevare l’efficacia della terapia dopo un certo numero di sedute.
Il trattamento è indolore e non necessita di anestesia, anche se dopo l’iniezione si può avvertire una sensazione bruciante o di formicolio che dura pochissimi minuti e non causa conseguenze. Dopo i primi giorni si può osservare un certo grado di gonfiore e dolore nella zona trattata. Effetti dovuti all’azione della soluzione lipolitica, che scompaiono in breve tempo. Per aumentare i benefici del trattamento, è utile indossare calze compressive (70 DEN). Inoltre è utile anche eseguire un trattamento linfodrenante con associata una dieta adeguata, che verrà consigliata dallo specialista che effettua la terapia. Anche la terapia a ultrasuoni è un buon adiuvante per la distruzione degli adipociti

Indicazioni alla terapia con Aqualyx

A differenza dei preparati a base di fosfatidilcolina, Aqualyx è indicato per la lipolisi sottocutanea di accumuli adiposi di lieve o media gravità. Le zone che è possibile trattare sono addome, cosce, fianchi, mento, braccia, palpebre. Non è possibile utilizzare Aqualyx in zone con spessore del tessuto adiposo inferiore a 1,5 centimetri. L’intralipoterapia è attualmente la tecnica non chirurgica ideale per la risoluzione delle adiposità localizzate, per chi non volesse sottoporsi a una liposuzione.

Questa tecnica è stata ideata dal professor Pasquale Motolese, che ha dato il nome alla soluzione iniettabile. Le indicazioni all’utilizzo dell’intralipoterapia sono stabilite dallo specialista al momento della prima visita. Sarà il medico stesso a decidere la fattibilità del trattamento, che è controindicato nel caso di allergie, malattie autoimmuni e patologie mentali. Il mancato rispetto delle indicazioni del medico, sia prima sia dopo la terapia, potrebbe condurre a effetti avversi estetici che possono essere irreversibili. Durante tutta la durata del trattamento (solitamente 4 sedute, una a settimana) è necessario NON assumere anticoagulanti (che porterebbero alla formazione di ematomi) ed evitare di esporsi al sole. I primi risultati sono visibili dopo circa 3 settimane dalla fine delle sedute.

Come scegliere tra i due metodi?

Uno dei fattori che può portare a scegliere un metodo piuttosto che un altro può quindi essere la zona da trattare. Ciò perché la criolipolisi è generalmente più indicata per accumuli localizzati ma più estesi, come ad esempio l’addome. Il trattamento con Aqualyx® generalmente si consiglia per adiposità in zone più piccole, come ad esempio il mento o le ginocchia. Inoltre, la criolipolisi necessita di una, o al massimo due sedute nel caso di accumuli consistenti. Con Aqualyx® possono essere necessarie dalle 3 alle 10 sedute per completare un ciclo di trattamento. Bisogna inoltre ricordare che si tratta in entrambi i casi di interventi di medicina estetica, da effettuare dunque su soggetti sani ed esclusivamente in studi medici autorizzati, dopo aver verificato che non ci siano controindicazioni.

Ti potrebbe interessare anche…

condividi articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email