Septum: il Piercing al Naso fa Male? Costi, Dove Farlo e Come Pulirlo

Il Septum è un piercing che consiste nella perforazione della membrana che collega la parte carnosa cutanea del naso e il setto nasale; con la conseguente applicazione di un anello. Parliamo di un trend inarrestabile dell’ultimo periodo, molto comune e molto apprezzato tra i giovani.

Cos’è il Septum: il piercing al naso

A dispetto del nome, che lascia subito presupporre la perforazione del setto nasale vero e proprio, il Piercing Septum va invece ad inserirsi in una zona di connessione molto sottile che risulta molto facile da perforare. Il setto nasale non viene quindi interessato e il dolore che ne consegue risulta del tutto sopportabile. Tuttavia, la forma e la conformazione del naso sono diverse da persona a persona e lo strato di membrana che viene interessato dall’operazione può essere più o meno sottile. Da qui una percezione diversa del dolore a seconda dei casi, e anche un aspetto diverso del piercing: difatti, in alcuni casi, potrebbe risultare più vistoso ed esposto di altri.

Nonostante il naso sia un punto del corpo molto visibile, in realtà il Septum è abbastanza discreto soprattutto con i gioielli a semicerchio, cioè quelli aperti. Infatti possono essere girati all’interno delle narici ed essere nascosti facilmente, senza bisogno che siano rimossi.
Potrebbe sembrare uno dei piercing più delicati e difficili da eseguire, invece gli esperti del campo dichiarano che rientra tra i più semplici; tanto da poter addirittura essere effettuato da principianti. Sebbene i professionisti del settore e coloro che lo hanno richiesto assicurano che il dolore sia accettabile e l’esecuzione abbastanza facile, è sempre opportuno affidarsi a mani consapevoli e professionali per evitare di incorrere in potenziali errori di localizzazione o infezioni.

Come si Esegue il Piercing Septum

Essendo paragonabile ad un piccolo intervento chirurgico, il Piercing Septum deve essere eseguito da perforatori o tatuatori con esperienza; in perfette condizioni di sterilità e con l’ausilio di strumenti adeguati e personale qualificato.
L’operazione di realizzazione del Septum è abbastanza semplice:

  • In primo luogo, viene fermato saldamente la porzione carnosa esterna del naso,
  • Successivamente con un ago rivestito da un tubo sterile viene perforata la membrana che collega la cartilagine del setto nasale all’epidermide del naso.
  • In terzo luogo, l’ago viene estroflesso ed inserito l’apposito anello anallergico.

La procedura è estremamente veloce e non comporta perdita di sangue ma necessita di manualità esperta e di cure successive. Leggi anche Rinoplastica: cosa sapere

Effetti collaterali di un Piercing Septum

Poiché si tratta di apportare un lieve trauma fisico alla zona nasale, il Piercing Septum potrebbe arrecare qualche fastidio nei giorni immediatamente successivi. Potrebbe, infatti, infettarsi o comportare gonfiore e dolore locale. La sua guarigione spontanea è spesso notevolmente veloce e non richiede particolari precauzioni, se non quello di mantenere pulita la zona con soluzione fisiologica salina.

In alcuni casi può succedere che il Septum possa infettarsi e gonfiarsi fino a restringere fisicamente le narici, rendendo più difficile la respirazione. Se dovesse capitare un caso del genere, bisogna applicare pomate antibiotiche topiche e realizzare disinfezioni quotidiane.

Infezione septum 

Nel caso in cui il piercing sia stato fatto in posto che non rispetta le norme igieniche oppure se non si rispettano con attenzione le indicazioni dopo aver fatto il septum, potrebbe incorrere una infezione. Septum piercing viene infatti effettuato in una zona delicata, esposta ai batteri e a un ambiente non facile da sterilizzare. Il consiglio è quello di agire più tempestivamente possibile, non appena vi accorgete anche di una minima infiammazione.

Le regole igieniche sono importanti da rispettare, i primi campanelli di allarme sono prurito nella zona del piercing e rossore. Un cattivo odore o, addirittura, secrezioni di colore verde o giallo sono sintomo dell’inizio del processo di infezione. Non rimuovete subito il nasal septum piercing, andate prima di tutto da un medico. Nel caso in cui vi venga consigliata la rimozione, disinfettate con acqua salina la zona pierced (con il buco) senza toccarla con mani non attentamente pulite. La conseguenza più pericolosa potrebbe essere l’innalzarsi della temperatura, sopra i 37.5 gradi. In caso di febbre, diventa necessario iniziare una cura antibiotica a tutti gli effetti.

Guarigione dopo il piercing

Dopo il Piercing occorre un po’ di tempo prima che la “ferita” si cicatrizzi. Possono volerci dalle due alle tre settimane a seconda dei casi. Tuttavia la guarigione completa richiede qualche mese, in quanto la zona è molto delicata. Il gonfiore è perfettamente normale e scompare dopo qualche tempo. In questo caso è importante non utilizzare ghiaccio perchè è controproducente e rallenta la guarigione.

Dopo i primi giorni dalla realizzazione di un Piercing Septum potrebbero verificarsi delle secrezioni bianche. Queste ultime, che sono assolutamente normali, indicano un normale processo di cicatrizzazione della ferita. Se invece doveste notare secrezioni giallastre o verdi, sarebbe opportuno recarsi da un medico perché potrebbe essere indice di una infezione in corso.
Per i primi tempi è sconsigliabile usare gioielli in argento, in quanto potrebbe dare origine ad allergie. Non bisogna cambiare il gioiello prima che sia passato almeno un mese e in ogni caso è un’operazione che va fatta con molta attenzione.

Septum, fa male? 

La soglia del dolore è estremamente soggettiva, è impossibile stabilire una soglia di sofferenza valida per tutti. Se fatto da un piercer professionista e seguendo tutte le indicazioni igieniche, alcuni clienti sostengono che il dolore sia del tutto sopportabile. Secondo la maggior parte delle esperienze, è possibile percepire del dolore successivamente all’intervento soprattutto con movimenti improvvisi.

C’è davvero chi considera il septum come piercing meno doloroso in assoluto. La perforazione in sè non supera i 10 secondi e, a fortuna di chi fatica a sopportarlo, non causa la perdita di sangue. La membrana che viene perforata è molto sottile e quasi del tutto priva di terminazioni nervose. La prima sensazione percepita sarà quella di fastidio, probabilmente vi verrà da lacrimare ma si tratta di una reazione del tutto normale.

Come pulire il piercing

Per evitare problemi e infezioni è fondamentale rispettare le regole d’igiene. Il piercing deve essere pulito due volte al giorno, ma nei primi tempi non deve essere rimosso. Come disinfettare il septum? Per rimuovere tutti i batteri è molto efficace l’acqua salata o meglio una soluzione salina apposita.

Bisogna inzuppare un batuffolo di cotone nell’acqua e tamponare delicatamente intorno al piercing. Se ci sono delle crosticine è importante rimuoverle con delicatezza dopo averle ammorbidite con l’acqua. Il piercing va spostato delicatamente avanti e indietro per farlo muovere all’interno del foro e poter pulire il gioiello in tutte le sue parti. La procedura di igiene è molto importante dopo una operazione di questo tipo.

Più avanti, quando potrete togliere il piercing, la stessa operazione di pulizia è necessaria sul naso e sul gioiello per pulirlo completamente. Tutte le operazioni di pulizia devono essere fatte con le mani perfettamente pulite, lavate con acqua e sapone.

Quanto costa un Piercing Septum

Premesso che un Piercing Septum non può essere eseguito su soggetti minorenni, a meno che non abbiano un consenso scritto e firmato da un genitore, è importante sapere che il costo medio di un Piercing Septum non è molto elevato. Si aggira, infatti, attorno ai 60 euro per la procedura, a cui si somma il costo del piercing da applicare.

Quest’ultimo può variare da un costo di soli 2 euro fino a 20, ed è importante acquistarne uno anallergico scelto tra quelli presenti nello studio del foratore. Non è, però, da escludere che grandi nomi del settore, molto conosciuti tra i piercer e celebri per le proprie abilità da foratori e tatuatori, possano far lievitare il costo dell’operazione poiché la loro fama garantisce la correttezza dell’esecuzione e la sicurezza del risultato finale. Diffidate di chi vi propone di fare questa delicata operazione di piercing senza l’uso di ago e a un prezzo più basso, l’unica procedura riconosciuta è questa.

Ci si può soffiare il naso? 

Subito dopo che si è fatto il Septum è possibile che soffiare il naso risulti più o meno doloroso in base alla soglia di tolleranza di ognuno. Il Septum infatti ci mette comunque qualche giorno per cicatrizzarsi quindi se lo fate d’estate o comunque in un periodo dove si rischia meno di prendere il raffreddore è sicuramente meglio. Se invece dovete proprio soffiarvi il naso fatelo senza soffiare troppo forte e usando un fazzoletto morbido di cotone o di carta particolarmente soffice. Nel caso in cui percepiate, però, l’inizio di infiammazione o di infezione rivolgetevi prima di tutto ad un medico per evitare di peggiorare la situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.