L’implantologia a carico immediato, una soluzione di ultima generazione per ritrovare il sorriso

Il sorriso è importantissimo per ognuno di noi, ma può essere a volte fonte di estremo disagio. Chi ha bisogno di un intervento più importante per poterlo recuperare e tornare a sorridere e masticare come prima, a oggi può valutare un intervento di implantologia a carico immediato.

Si tratta di un intervento che si serve di tecnologie avanzate e dell’anestesia per poter inserire delle corone sugli impianti nello stesso giorno e avere così delle protesi fisse in tempi immediati, in modo semplice e veloce.

In passato, infatti, non era possibile tornare a masticare o sorridere subito dopo il posizionamento di un impianto, ora tutto questo è stato superato e i passi avanti fatti grazie a questa procedura sono enormi. Ma vediamo nello specifico quando è consigliata e in cosa consiste.

Ragazza con bei denti
Ragazza con bei denti – Foto di Miguel Arcanjo Saddi/Pexel.com

Implantologia a carico immediato, di cosa si tratta

Partiamo col dire che un impianto è una protesi fissa, costituita da una piccola vite in lega di titanio e zirconio che, una volta avvitata nell’osso posto al di sotto della gengiva, mima l’azione della radice di un dente naturale.

I nuovi denti fissi, infatti, verranno successivamente ancorati a queste viti. Per intuirne i vantaggi, basti pensare che mentre in un sistema di implantologia dentale tradizionale l’attesa per il posizionamento della protesi va dalle 4 alle 12 settimane, con gli impianti a carico immediato, tutto ciò sarà possibile nello stesso giorno.

Scegliere tra un’implantologia a carico immediato o differito, quindi, significa anche poter tornare alle proprie attività quotidiane senza difficili attese. 

Tutto ciò è ovviamente possibile però solo se ci si affida a uno studio dentistico di comprovata esperienza e professionalità, come ad esempio Odontoiatria FQ, del dr. Franco Quinti, uno dei pionieri nella realizzazione di impianti a carico immediato ad Arezzo.

In questi casi sarà appunto necessario eseguire uno studio attento e accurato del caso e valutare la scelta migliore per il paziente.

Una volta eseguita al meglio questa tecnica, il paziente potrà portare avanti le sue attività quotidiane di masticazione e sorridere da subito senza problemi. Ci troviamo di fronte quindi a una vera e propria riabilitazione dentale completa e rapida.

 

Quando è sconsigliata l’implantologia immediata?

Come abbiamo già accennato, scegliere se servirsi o meno di un impianto a carico immediato è comunque una scelta da ponderare insieme al proprio professionista di fiducia, poiché sconsigliato in quei pazienti che presentano una scarsa quantità di osso.

Il requisito fondamentale per questo genere di intervento, resta la stabilità primaria dell’impianto e, per raggiungere questo obiettivo, l’osso dovrà essere adeguato sia in fatto di quantità che di qualità.

Nel momento in cui ci si trova di fronte ad una situazione di scarsità della qualità dell’osso, l’implantologo potrebbe suggerire di optare invece per una soluzione intermedia e mobile per qualche tempo, fino al raggiungimento di un’osteointegrazione degli impianti completa e perfetta.

Quali sono i costi

I prezzi per questo tipo di intervento sono variabili. La differenza, infatti, è data dal numero di impianti e dalle protesi sia provvisorie che definitive necessarie.

Prima di procedere, dunque, è sempre bene informarsi sulle tariffe e sulla qualità dei materiali utilizzati. In questo caso, anche l’esperienza dei professionisti fa sicuramente la differenza, meglio quindi scegliere con cura a chi affidarsi.