in

iPhone 16, parliamo insieme del futuro smartphone di casa Apple

Analizziamo le poche notizie che conosciamo in questo momento in merito al futuro cellulare di casa Apple

prodotti apple
prodotti apple-ATC Comm Photo-pexels.com

Naturalmente, Apple continua a muoversi verso il futuro senza fermarsi. Nel 2024 è prevista una nuova generazione di iPhone, la cui uscita è attesa all’inizio del mese di settembre. L’azienda americana, del resto, è dall’iPhone 11 che inserisce sul mercato i propri prodotti proprio nel mese in questione. Ci si aspetta una gamma diversificata di modelli, con un iPhone standard adatto a budget più contenuti e un iPhone Pro Max pensato per gli utenti più esigenti.

Per giustificare l’arrivo di questi nuovi iPhone, Apple dovrà dimostrare ancora una volta la propria capacità di innovare in un mercato altamente competitivo e maturo. Le specifiche di queste innovazioni e la data di rilascio esatta dei nuovi telefoni saranno oggetto di ulteriori aggiornamenti in quanto al momento non sappiamo ancora molto. Cerchiamo però lo stesso di presentare di seguito le principali notizie che conosciamo in merito proprio al nuovissimo iPhone 16.

Quanti modelli presenterà Apple?

A partire dalla generazione dell’iPhone 12, ogni serie di iPhone (tranne la gamma SE) è stata composta da quattro modelli ogni anno.  C’è stata una sola variazione nella line-up tra le generazioni 13 e 14: i modelli “Mini”, più piccoli ed economici tra gli iPhone premium, sono stati sostituiti dai modelli “Plus”. Secondo le voci di corridoio, anche per la serie 16 sono previsti quattro modelli, come negli anni precedenti. È probabile che quelli con più novità rispetto ai modelli precedenti siano l’iPhone standard e l’iPhone Pro Max, poiché generano la maggior parte delle vendite di smartphone Apple.

Se Apple segue la line-up del 2023, la gamma iPhone 16 sarebbe simile a questa: iPhone 16, iPhone 16 Plus, iPhone 16 Pro, iPhone 16 Pro Max. Ciò detto, nel 2023, c’è stata una voce che suggeriva che Apple stesse preparando un nuovo iPhone di fascia ancora più alta rispetto al modello Pro Max. Questo potrebbe essere denominato “iPhone 15 Ultra” e potrebbe presentare uno schermo di dimensioni maggiori rispetto all’iPhone 15 Pro Max. Potrebbe essere quindi che l’iPhone 16 Pro Max sia quello con uno schermo più grande, continuando la tendenza verso modelli di fascia alta con caratteristiche premium. Resta da vedere se questa ipotesi si concretizzerà nella gamma iPhone 16.

prodotti apple di vario tipo
prodotti apple di vario tipo-Pixabay-pexels.com

Il probabile costo del dispositivo

Il prezzo dell’iPhone 16 rimane ancora un mistero e potrebbe essere influenzato dalla strategia adottata da Apple. Come abbiamo visto nel 2023 con il lancio dell’iPhone 15, l’azienda ha modificato significativamente il posizionamento dei prezzi dei suoi smartphone, riducendo i prezzi di quasi tutti i modelli con la stessa capacità di archiviazione.

Anche se alcune capacità potrebbero essere scomparse, come nel caso dell’iPhone 14 Pro Max da 128 GB, il prezzo complessivo è stato ridotto. Ad esempio, per la stessa quantità di GB, l’iPhone 15 è stato venduto a un prezzo inferiore rispetto all’iPhone 14. È auspicabile che questa tendenza prosegua, ma al momento è difficile fare previsioni precise. Bisognerà attendere ulteriori informazioni da parte di Apple per avere un quadro più chiaro dei prezzi dell’iPhone 16.

cover di vari colori per iPhone
cover di vari colori per iPhone-Mnz-pexels.com

Il design dei nuovi dispositivi

Negli ultimi anni, gli iPhone hanno mantenuto un design piuttosto simile tra una generazione e l’altra, con poche modifiche distinguibili tra gli smartphone lanciati annualmente. Ad esempio, con l’iPhone 15 abbiamo visto l’introduzione del pillola e Dynamic Island, oltre alla sostituzione dell’interruttore della modalità silenziosa con l’Action Button e l’integrazione del titanio nella scocca per gli iPhone 15 Pro e 15 Pro Max. Inoltre, c’è stata l’adozione della porta USB-C al posto della porta Lightning.

Con l’arrivo dell’iPhone 16, Apple sembra continuare su questa linea, anche se i cambiamenti fisici potrebbero essere più significativi rispetto all’anno precedente. Secondo quanto riferito da un noto leaker cinese, Apple potrebbe adottare la tecnologia BRS (Border Reduction Structure). Questa tecnologia consentirebbe di ridurre considerevolmente i bordi intorno agli schermi, consentendo così di ottimizzare lo spazio di visualizzazione.

Scritto da Pasquale Arrichiello

A 24 anni ho conseguito una laurea magistrale in Scienze Storiche alla Federico II di Napoli. Oltre alla storia ed alla filosofia, due delle mie principali passioni, ho da sempre coltivato un profondo amore per la scrittura, ed è proprio questo legame ad avermi condotto nel mondo dei copywriter.