in

Italia entra nella top 10 mondiale del mondo per turismo

La classifica aggiornata pone la nostra penisola di diritto tra le primissime di tutto il globo. Scopriamo di più!

Procida, Campania, Italy
Procida, Campania, Italy

L’Italia è la nazione più bella del mondo, dunque non può che essere prima come turismo a livello mondiale… sbagliato! Purtroppo, la nostra penisola come è noto riesce a malapena a sfruttare l’incredibile patrimonio paesaggistico, storico-culturale ed enogastronomico a sua disposizione.

La top 10 è comunque un traguardo apprezzabile, ma vederci davanti paesi come Spagna e Francia fa di sicuro storcere il naso. In cima a questa speciale classifica, stilata da una organizzazione svizzera in collaborazione con l’Università del Surrey nel Regno Unito, ci sono gli Stati Uniti, poi abbiamo la Spagna, il Giappone, la Francia, la lontanissima Australia, la Germania, sua maestà la Gran Bretagna, Cina e poi l’Italia, che piazzandosi nona guadagna tre posizioni rispetto al rapporto precedente.

L’Italia non ha mai capeggiato davvero queste classifiche, pur non avendo nulla da invidiare alle sue rivali. Come molti di voi ricorderanno, la meta turistica più apprezzata al mondo da più di 30 anni, la Francia, offre moltissime attrazioni in grado di contrapporsi a quelle italiane: la Torre Eiffel, davvero bizzeffe di ristoranti di livello mondiale, il museo del Louvre, la reggia di Versailles (non certo quella di Caserta), la cattedrale Notre-Dame, le spiagge della Costa Azzurra e, naturalmente, Disneyland Paris. Inoltre, la campagna lussureggiante è piena di villaggi da favola, montagne, vigneti e i moltissimi castelli.

Come fare per migliorare il turismo nella nostra penisola? Semplice, gli italiani devono migliorare nel marketing, ciò in cui davvero veniamo superati dagli altri paesi. Il momento per una rivoluzione è davvero propizio, visto che il settore del turismo è tornato per la prima volta ai livelli pre-pandemici. La pandemia di COVID-19 che noi tutti sciaguratamente ricordiamo ha avuto un effetto davvero devastante sul settore dei viaggi e del turismo. Secondo gli esperti di questo particolare ramo dell’economia di ogni paese, quello del turismo, la pandemia è costata al settore circa 4,5 trilioni di dollari nel 2020, con la conseguente perdita di 62 milioni di posti di lavoro soprattutto stagionali, estivi ed invernali. Adesso che le persone stanno tornando a viaggiare, non bisogna farsi trovare impreparati ed accoglierle al meglio!

Scritto da Luca Petrone

Sono un giornalista pubblicista dal 2021 ed ho conseguito un MA in Journalism alla Birkbeck University di Londra. I miei interessi sono troppo vasti per essere riassunti in una descrizione, ma ogni cosa che faccio inizia dalla scrittura. Attualmente sono web writer ed ho collaborato con svariati siti e testate online. Il mio profilo LinkedIn.