Acido alfa lipoico: come funziona?

L’acido alfa lipoico è una piccola molecola che partecipa a diversi meccanismi antiossidanti sia all’interno che all’esterno della cellula (agisce pertanto sia su substrati acquosi che lipidici).
Questa azione può essere potenziata dall’associazione con diversi complessi vitaminici specie quelli del gruppo B e le vitamine C ed E proteggendo dai processi ossidativi di natura ambientale, alimentare o causati da malattie come il diabete.

Acido alfa lipoico: a cosa serve?

I recenti studi hanno anche messo in evidenza il suo ruolo nel controllo del glucosio (per stimolarne l’assorbimento segnala al muscolo una scarsa disponibilità energetica). Proprio grazie a questo meccanismo l’acido lipoico può, teoricamente, migliorare il recupero e la crescita muscolare perché il surplus di glucosio immagazzinato nel muscolo può trasformarsi in glicogeno e questa reazione metabolica può portare conseguenze come l’aumento della sintesi proteica.
Oltre alla crescita muscolare potrebbe anche causare la riduzione del grasso corporeo perché mantenendo la glicemia a livelli moderati non si avranno alti picchi di insulina (principale ormone di deposito e di accumulo delle scorte).

L’acido lipoico può essere utilizzato anche nella prevenzione di alcune patologie come l’ictus o la cataratta.

Acido lipoico: dove si trova

Le fonti alimentari da cui attingere per l’assunzione di questa sostanza sono: le carni rosse (sopratutto fegato e cuore) ma si trova anche nel mondo vegetale (seppur in minor quantità) in patate, broccoli e spinaci.

Acido alfa lipoico integratori

L’acido alfa-Lipoico (conosciuto anche come Acido Tiottico) può essere assunto anche attraverso integratori come, ad esempio, Tiobec che funziona a rilascio differenziato ed è fortemente consigliato in presenza di carenze alimentari oppure di aumentati fabbisogni.

Per la sua grande tollerabilità può essere utilizzato a qualsiasi età ed ha un ruolo come coadiuvante nelle terapie di: tunnel carpale, paralisi facciale, lombo-sciatalgie e neuropatie i diverso tipo (diabetiche, alcoliche, ottiche).

Acido lipoico controindicazioni ed effetti collaterali

Tra gli effetti collaterali più comuni sono stati evidenziati casi di: emicrania, eruzioni cutanee e crampi muscolari.
L’assunzione deve essere fatta sotto controllo del medico in quanto ci possono essere interazioni di tipo farmacologico con altri farmaci comunemente usati.

Presentando la capacità di ridurre in modo sensibile i livelli di zucchero presenti nel sangue potrebbero esserci delle interazioni con gli ipoglicemizzanti (è un’interazione importante data la grande percentuale di persone diabetiche) che possono portare ad uno stato di ipoglicemia.

Recenti studi eseguiti in vivo sugli animali dimostrano che l’acido lipoico può avere anche un ruolo nell’alterazione dei livelli di ormoni tiroidei per cui anche un paziente in terapia con farmaci per la tiroide va tenuto sotto controllo.

In commercio gli integratori come Tiobec sono disponibili a diversi dosaggi pertanto è importante consultare il medico che saprà indicarvi la dose giusta per le vostre esigenze.

Acido Alfa Lipoico, quando evitare

L’Acido Alfa Lipoico è controindicato durante la gravidanza e l’allattamento al seno, ma anche nei soggetti che mostrano ipersensibilità accertata al principio attivo.

Interazioni con altri farmaci e quali alimenti possono modificare il suo effetto?

Assumere l’Acido-Alfa-Lipoico insieme a farmaci ipoglicemizzanti potrebbe causare un abbassamento improvviso e non desiderato della glicemia, un effetto collaterale presente su tutte le etichette di integratori alimentari a base di questo principio attivo.

Inoltre, visto il suo effetto ipoglicemizzante, in caso di presenza di patologia diabetica, è bene essere seguiti dal proprio medico, poiché potrebbero verificarsi alterazioni del metabolismo glucidico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.