Fanghi di alga Guam: l’azione anticellulite rubata all’Oceano

Ogni giorno, migliaia di donne utilizzano i fanghi di alga Guam per contrastare la cellulite e continuano a farlo. Restano fedeli a questo prodotto di bellezza e ci siamo chiesti perché. Abbiamo indagato e scoperto diverse caratteristiche interessanti di questi fanghi. La prova costume si avvicina ed è questo il momento migliore per iniziare un trattamento ad hoc, quindi non abbiamo perso tempo a pubblicare un approfondimento su questo tema.

Vi spiegheremo cosa sono, da dove provengono, come agiscono, in che modo applicarli, quanto costano. Abbiamo voluto scoprire tutto sui fanghi d’alga Guam, quindi abbiamo arricchito l’articolo di consigli, curiosità, controindicazioni per sentirci pronti a rispondere alla domanda fatidica: funzionano? Vi daremo la nostra opinione per lasciarvi libere di scegliere con qualche preziosa informazione in più.

Guam: i fanghi d’alga contro la cellulite

Da dove provengono i fanghi di alga Guam? Le alghe da cui viene preparata la crema/fango Guam vegetano nei fondali oceanici nel periodo primaverile. Prendono il loro nome dall’isola di Guam, che si trova nell’Oceano Pacifico. Sono alghe che vanno a formare vere e proprie praterie sottomarine: proprio da qui, quando sono in piena crescita (di solito, a maggio), vengono raccolte attraverso sistemi tradizionali.

La composizione di queste alghe è complessa. Gli elementi principali da evidenziare sono: sali minerali, cloro, iodio, fosforo, zolfo, vitamina C (ovvero acido ascorbico) e betacarotene.

Ciò che, più di ogni altra cosa, determina la loro efficacia è il procedimento di lavorazione denominato EBA (aerazione ed essicazione totale ottenuta con sistemi tradizionali). Per mantenere inalterate le proprietà (e la composizione chimica) delle alghe, questa operazione di essiccazione totale deve avvenire nel loro ambiente naturale (con l’azione diretta del sole e del vento dell’Oceano). Il processo dura 3 giorni, inclusa l’aerazione. Grazie al corretto processo di essiccazione totale, le alghe Guam, in fase di produzione cosmetica, potranno essere lavorate senza l’aggiunta di additivi chimici o di sostanze coloranti, non naturali. Se abbinate a questo trattamento anche degli esercizi anticellulite da fare in casa potrete ottenere risultati molto più velocemente.

Come agiscono i fanghi Guam

Abbiamo specificato quali sono gli elementi principali dei fanghi di alga Guam. Ora, ci chiediamo: come agiscono sulla cellulite? Questi fanghi rilasciano effetti disintossicanti e rimineralizzanti sulla pelle. Rinnovano, rigenerano, ristrutturano la pelle riportandola al suo equilibrio idrolipidico ideale.

Da questa azione scaturisce l’effetto di una notevole riduzione della cellulite nelle zone del corpo sottoposte al trattamento. Questo tipo di alga ha la virtù di rallentare la formazione di radicali liberi: combatte l’invecchiamento della pelle.

 guam cellulite

Fanghi di alga Guam: come applicarli

Il primo passo da fare è stendere un’abbondante quantità di fanghi d’alga Guam a freddo sulle zone colpite dalla cellulite. Massaggiate delicatamente e a lungo fino a ricoprire completamente ed in modo uniforme l’area da trattare.

Successivamente, fasciatela utilizzando una pellicola trasparente (del tipo che si usa in cucina) per dar modo al prodotto di rilasciare le sostanze attive sulla pelle. E’ necessario lasciar agire i fanghi per almeno 45 minuti, dopodiché risciacquate con abbondante acqua tiepida. A questo punto, non vi resta che applicare la crema gel Guam abbinata ai fanghi utile per rinfrescare e tonificare la pelle.

Esiste un altro metodo di applicazione che prevede l’immersione nella vasca da bagno. Riempite la vasca di acqua calda: attenzione, dovrete mantenere la temperatura dell’acqua costante durante tutto il trattamento. Applicate i fanghi sulle zone da trattare ed immergetevi restando in acqua per 45 minuti. Successivamente, risciacquate con acqua calda e stendete il gel tonificante.

Se, dopo l’applicazione, la parte trattata si arrossa non preoccupatevi: è l’effetto positivo provocato dalla stimolazione della microcircolazione cutanea, una reazione del tutto normale.

Inizialmente, i fanghi devono essere applicati 4 volte alla settimana ad intervalli: in seguito, basteranno 2 volte alla settimana fino a ridurre l’applicazione ad una sola volta, sempre ad intervalli. Il trattamento completo di 6 mesi consente di ottenere ottimi risultati: un’effettiva riduzione della buccia d’arancia, tonicità e luminosità della pelle.

 

Fanghi di alga Guam: controindicazioni

Questi fanghi non devono essere applicati su una pelle arrossata, irritata, lesa, escoriata o ferita.

Dopo il trattamento, è consigliabile non esporsi subito al sole: lasciate passare almeno 2 ore dall’applicazione.

Si consiglia a chi soffre di fragilità capillare di applicare i fanghi Guam a freddo in quanto non scaldano l’area trattata.

Le donne in gravidanza o in allattamento dovrebbero chiedere il parere del medico prima di usare i fanghi.

Anche chi soffre di particolari disfunzioni tiroidee dovrebbe consultare il medico prima di utilizzare il prodotto perché i fanghi d’alga Guam contengono iodio che potrebbe avere effetti sulla tiroide.

 

Fanghi d’alga Guam: prezzo

I fanghi di alga Guam prodotti da Lacote si possono reperire facilmente online oppure in farmacia, parafarmacia, profumeria o erboristeria.

La confezione di 500 grammi si può trovare online (a seconda delle offerte e dei siti che la propongono in vendita) ad un prezzo che oscilla tra i 25,50 ed i 39 euro.

Si consiglia, per questioni di convenienza, la confezione da 1 kg: si può acquistare su Amazon ad un prezzo  di circa 52 euro (nei negozi costa circa 65 euro).

 

Fanghi d’alga Guam funzionano? La nostra opinione

Le migliaia di donne che hanno usato i fanghi di alga Guam continuano a farlo: questo è già un forte segnale di successo che vale più di qualsiasi opinione o recensione pubblicata sul web. Opinioni online a parte, i benefici di questi fanghi sono comprovati da testimonianze e casi documentati.

Sono stati eseguiti test clinici su donne volontarie che hanno dimostrato la loro efficacia: i fanghi Guam  sono in grado di dare risultati già dopo i primi trattamenti (riduzione del giro coscia, pelle più elastica e tonica).

Chiariamo subito: non si urla al miracolo, questo prodotto non elimina del tutto il nemico numero uno delle donne (che colpisce soprattutto il giro coscia e la pancia) ma i miglioramenti sono notevoli, la pelle a ‘buccia d’arancia’ si riduce. I fanghi Guam sono tra i migliori prodotti, i più efficaci in commercio, nella lotta contro la cellulite. Rendono la pelle più elastica e sana, migliorano il suo aspetto grazie ai loro effetti disintossicanti e rimineralizzanti: contrastano l’invecchiamento della pelle, la rigenerano ripristinando il suo normale equilibrio idrolipidico.

I miracoli non esistono, i buoni consigli sì

Le donne hanno smesso di credere a creme miracolose e soluzioni a buon mercato: puntano sui migliori prodotti in grado di ridurre al massimo gli inestetismi della cellulite. Non credendo ai miracoli, le donne devono anche sapere che, per sconfiggere davvero la cellulite, oltre ad applicare i fanghi di alga Guam, è essenziale seguire una dieta appropriata, smettere di fumare, bere molto e, non ultima, fare una regolare attività fisica.

Sarebbe ridicolo credere che una malattia dovuta a problemi di drenaggio e circolazione possa essere risolta soltanto con un fango o con altri prodotti di bellezza efficaci.

I miracoli non esistono, le strategie giuste si.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.