Le diverse tipologie di massaggio e i suoi benefici

Il massaggio è una pratica antica che mira ad eliminare la fatica, alleviare il dolore e rilassare parti del corpo, ha più efficacia se praticato con applicazione di oli e unguenti ed è definita la forma più antica di trattamento medico.

Dando uno sguardo alla storia, i primi riferimenti al massaggio si trovano in dei manoscritti cinesi del 2700 a.C, ma anche in testi di medicina indiana circa 2000 anni più tardi, una tecnica che viene consigliata soprattutto per ritardare l’insorgere della fatica e che ancora oggi, in India, chiunque è in grado di eseguirla.

Gli Egiziani all’epoca di Cleopatra amavano farsi fare i massaggi dai propri schiavi, immersi in acqua profumata, successivamente i greci, trassero vantaggio dagli influssi positivi di questa pratica per sviluppare due tecniche di massaggio: il massaggio sportivo per chi partecipava ai giochi e il massaggio curativo connesso alla medicina.

Anche i romani lo ritennero essenziale, poi nel Medioevo fu abbandonato, in quanto vi era il divieto per ogni tipo di palpazione del corpo, ma il massaggio verrà riscoperto nel Rinascimento e poi diventerà popolare nel XVII secolo grazie al medico svedese Henrik Ling che codificò diverse tecniche.

Tipologie di massaggio e i suoi benefici

Massaggio rilassante

Questo tipo di massaggio aiuta ad alleviare stress e fatica, le zone del corpo dove si accumulano più tensioni vengono coccolate: braccia, schiena, piedi, testa e collo.

Grazie al massaggio aumenta la flessibilità del corpo, si stimola il flusso di energia facendoci sentire più vitali, migliora la circolazione sanguigna.

Massaggio per lo sport

È importante per gli sportivi ed è parte integrante dell’allenamento dell’atleta, riguarda soprattutto gambe e piedi, poiché queste estremità lavorano duramente durante la giornata, i muscoli possono accumulare tensioni provocando dolore.

Massaggio riabilitativo

Questo tipo di massaggio è importante per agevolare la guarigione dopo ferite o operazioni chirurgiche per ritornare rapidamente alla normalità, in questi casi andrebbe eseguito da un esperto fisioterapista.

Massaggio estetico

Serve per ammorbidire la pelle e aiuta a ridurre la cellulite, quest’ultima dipende dallo scarso funzionamento del metabolismo che crea gonfiore, accumulo di grasso sul corpo e in particolare sulle gambe, il massaggio aiuta i vasi linfatici a far circolare la linfa che si accumula.

Gli effetti positivi del messaggio e le controindicazioni

I benefici del massaggio sono moltissimi, si inizia con il rilassamento che permette all’organismo di rigenerarsi, riequilibrando il sistema nervoso e ormonale, per poi passare ai seguenti effetti positivi:

  • Potenziamento del sistema immunitario, grazie a una migliore circolazione del liquido linfatico nell’organismo
  • Miglioramento della circolazione, poiché i movimenti compiuti durante il massaggio permettono di direzionare il sangue al cuore
  • Attenuazione dei segnali di tensione nel corpo
  • Eliminazione delle cellule morte della pelle
  • Piacevole sensazione di benessere dovuta dal sentirsi coccolati

I massaggi non hanno particolari controindicazioni, ma prima di praticarli è bene tenere conto di alcune situazioni quali patologie come stati febbrili, infiammazioni, cardiopatie, malattie infettive o lesioni, in questi casi sarebbe meglio evitarli.

Comunque è sempre bene rivolgersi al medico curante nel caso in cui si debba fare un massaggio a una persona affetta da qualche patologia.

Leggi anche: I massaggiatori anticellulite funzionano sì o no? Scopriamo i modelli più gettonati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.