Tumore, la piaga del secolo

Cos’è il tumore?

Nella storia si conoscono diverse malattie che nei secoli hanno creato vere e proprie stragi, ma che con l’avanzamento della ricerca sono diventate delle semplici patologie facilmente curabili.

La piaga del secolo nella medicina è sicuramente il tumore, che scientificamente si può definire come una crescita scoordinata ed incontrollata di un gruppo di cellule. Prendendo in considerazione la branca più pericolosa dei tumori, quelli cosiddetti maligni o anche più comunemente denominati cancro, le terapie che attualmente sono studiate non sono sempre risolutive, la cura viene scelta tra le varie opzioni da uno specialista del settore chiamato oncologo.

Possibili terapie per il tumore

Via chirurgica

Il medico ha tra le possibilità quello di intervenire chirurgicamente, questo tipo di operazione spesso risolve i casi di tumori benigni, mentre nel cancro spesso la dimensione della massa di cellule impazzite è troppo grande per esser asportata completamente e quindi si devono prevedere più interventi, o con la presenza di piccoli focolai detti metastasi che rendono impossibile la completa asportazione.

Chemioterapia

Si affiancano spesso alla chirurgia delle terapie per limitare le dimensioni della massa tumorale e poter così intervenire per l’asportazione totale.
L’utilizzo della chemioterapia ha salvato parecchi pazienti unendolo all’operazione, e per alcune zone colpite come ad esempio polmoni e colon si è rivelata risolutiva.
Essendo una terapia ad alta tossicità spesso ai pazienti crea molteplici problemi anche ad i tessuti sani ed è tra e terapie più pesanti per chi deve subirle.

Radioterapia

Le cellule tumorali sono molto sensibili alle radiazioni ionizzanti ed è proprio per questo che la radioterapia è molto utilizzata, è meno invasiva per il paziente rispetto alla chemioterapia, se presi molto alle origini i tumori possono venir curati totalmente grazie alle radiazioni ma per la maggiore è una cura che affianca la chirurgia e nei casi più gravi si unisce anche alla chemioterapia.

Prototerapia

Una branca della radioterapia è la prototerapia, che utilizza un fascio di protoni per irradiare il tessuto tumorale. permettendo rispetto alle altre terapie simili di localizzare con maggior precisione e con più forza la zona da curare.
Colpendo le cellule tumorali questo fascio riesce a evitare la riproduzione delle parti malate o a volte anche a distruggerlo completamente. Rispetto alla chemioterapia questo trattamento ha pochissimo impatto nel resto dei tessuti del paziente quindi si hanno molti meno effetti collaterali.
Dal 1946 si hanno documenti dello studio delle radiazioni tumorali e grazie alla tecnologia che avanza si migliora sempre più questo tipo di terapia.

Esistono poi delle cure dette palliative che sono solo di contorno per gestire meglio i dolori ed i problemi provocati dal cancro, cercando quindi di rendere sia la convivenza del paziente con la malattia che evitare la sofferena nelle persone che sono nella fase terminale della patologia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.