Nuova specie di coccodrillo marino giurassico trovata!

I coccodrilli moderni sono spesso considerati fossili viventi, reliquie del passato che dimorano pigramente in fiumi e laghi in attesa della preda giusta da catturare.

Il coccodrillo moderno è spesso considerato un fossile vivento, reliquie del passato che dimorano pigramente in fiumi e laghi in attesa della preda giusta da catturare. Per la parte più lunga della loro storia evolutiva di circa 240 milioni di anni, tuttavia, i coccodrilli non assomigliavano per niente ai moderni alligatori, salati e caimani e potevano essere trovati in una più ampia varietà di habitat. Ad esempio, i primi coccodrilli del Triassico (ad esempio Terrestrisuchus) erano creature gracili, veloci, delle dimensioni di una volpe che si nutrivano di piccole prede.

Altri nel Giurassico abbandonarono persino la terra per colonizzare gli oceani aperti. Il primo gruppo noto di crocodylomorph di origine marina è l’ordine Thalattosuchia. Thalattosuchia comprende due famiglie: Teleosauroidea e Metriorhynchoidea. In origine il coccodrillo era un animale semi-acquatico. Solo pochi milioni di anni nel Giurassico medio, una linea di metriorincoidi divenne completamente acquatica attraverso le modifiche del piano corporeo ancestrale dei coccodrilli.

I teleosauroidi erano anche in grado di avventurarsi in mare aperto. Mantenevano un aspetto più “tradizionale” simile a un gaviale e vivevano uno stile di vita semi-acquatico, prosperando nelle lagune e negli habitat marini poco profondi. Una nuova specie teleosauroide descritta di recente, Bathysuchus megarhinus, sfida questa visione tradizionale. Questo studio, recentemente pubblicato sulla rivista PeerJ, suggerisce che durante il tardo Giurassico, un gruppo di teleosauroidi si stava adattando meglio a uno stile di vita pelagico (vivente nell’oceano).

Alligatore semi immerso
Alligatore semi immerso – Foto di Pixabay/Pexels.com

I ricercatori del National Museums Scotland e dell’Università di Edimburgo hanno studiato gli scheletri di Bathysuchus megarhinus e del suo parente stretto Aelodon priscus. Hanno scoperto che erano i primi teleosauroidi conosciuti con chiari adattamenti pelagici. Avevano avambracci corti (quasi ridotti a pale corte), i loro crani sono lisci (probabilmente per ridurre la resistenza in acqua). Inoltre i loro osteodermi sono relativamente piccoli e sottili rispetto a quelli di tutti gli altri teleosauroidi.

Per aggiungere al mistero, alcuni esemplari di Bathysuchus sono stati trovati in depositi di acque profonde del tardo Giurassico. In un momento di innalzamento del livello globale del mare e declino dei teleosauroidi. Ciò suggerisce che Bathysuchus e Aelodon si stavano evolvendo verso uno stile di vita marino profondo, forse come conseguenza dell’innalzamento del livello del mare nel tardo Giurassico.