Qual è l’ortaggio più facile da coltivare in casa?

Il giardinaggio è divertente e gratificante, ma se sei nuovo nella coltivazione di verdure può essere un po’ intimidatorio.

Ci sono così tanti tipi di verdure, da dove inizi? Non preoccuparti: siamo qui per aiutarti nelle basi del giardinaggio, a partire dalla scelta dagli ortaggi più facili da coltivare.

Scegli un luogo riparato e soleggiato per far crescere la verdura. Le eccezioni a questa regola includono le foglie di insalata e alcune erbe, che possono germogliare (correre per seminare) in pieno sole, e quindi fare meglio in ombra parziale. Preparare il terreno rimuovendo le erbacce e aggiungendo compost o letame ben decomposto e livellare il rastrello.

Coltiva solo ciò per cui hai spazio. Se non disponi di un grande giardino, puoi coltivare insalate in fioriere, vasi o sacchetti per la coltivazione. Non coltivare le piante troppo vicine tra loro e pungere se necessario – segui sempre i suggerimenti di spaziatura sulla confezione dei semi. Scoraggia lumache e lumache usando barriere fisiche come il nastro di rame. Se possibile, avvia piante vulnerabili, come foglie di insalata e zucchine, al chiuso e piantale quando sono abbastanza grandi da resistere agli attacchi. Usa pellet di lumache rispettosi della fauna selvatica (prodotti con fosfato di ferro) come ultima risorsa.

Le barbabietole possono essere seminate direttamente in trivelle poco profonde nel terreno e sono pronte per la raccolta in poche settimane. ‘Boltardy’ è una barbabietola a forma di globo popolare e affidabile. Ha una buona resistenza all’avvitamento (dalla semina al seme), il che la rende una scelta perfetta per i coltivatori principianti. Produce radici di medie dimensioni, con buccia liscia e polpa di colore rosso intenso.

I pomodori a cespuglio sono più facili da coltivare rispetto alle varietà a cordone, in quanto non necessitano di sostegno e i loro germogli laterali non richiedono la puntura. I pomodori a cespuglio crescono bene in un cesto o vaso appeso, sia in serra che all’aperto. Le patate sono facili da coltivare: basta piantarle nel terreno o in un vecchio sacco di compost, coprire le foglie con terra quando appaiono per la prima volta (noto come “rincalzare”) e raccogliere alcune settimane dopo.

Le patate novelle (piantate all’inizio di aprile) possono essere raccolte a luglio, prima che il clima caldo e umido aumenti la minaccia della peronospora. “Red Duke of York” è un’attraente varietà dalla buccia rossa e “Anya” ha lunghi tuberi con un sapore di nocciola.