Pensione anticipata: cos’è, requisiti e come richiederla

Pensione anticipata, cioè il trattamento pensionistico erogato a favore dei lavoratori iscritti all’assicurazione generale obbligatoria. Questa misura è rivolta anche alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, commercianti e coltivatori diretti, ai fondi sostitutivi, nonché agli iscritti presso la gestione separata dell’INPS. In altre parole, permette ai lavoratori che hanno maturato un determinato requisito contributivo, di ottenere l’assegno pensionistico, prima di aver compiuto l’età prevista per la pensione di vecchiaia.

La pensione anticipata può essere raggiunta solamente al perfezionamento del solo requisito contributivo, indipendentemente dall’età anagrafica. Nelle prossime righe vedremo insieme nel dettaglio cos’è, quali sono i requisiti per gli uomini e per le donne, a chi è rivolta e come richiederla.

pensione anticipatapensione anticipata 2022

Pensione anticipata: cos’è

Come abbiamo già detto, la pensione anticipata è il trattamento di pensione che permette ai lavoratori, con precisi requisiti contributivi, di ottenere l’assegno pensionistico prima di aver compiuto l’età prevista per la pensione di vecchiaia. Questo trattamento è in vigore dal 1° gennaio 2012 e ha sostituito la precedente pensione di anzianità. Dobbiamo comunque precisare che quest’ultima è rimasta comunque accessibile per quelle persone che hanno maturato i requisiti previsti entro il 31 dicembre 2011.

Le regole della pensione anticipata, per quelle persone che fino al 31 dicembre 1995 avevano iniziato a versare i contributi, e che ricadono nel sistema misto e retributivo, sono le seguenti:

  • La domanda per la pensione si può presentare se al 1° gennaio 2012 hanno maturato 41 anni di contributi e 10 mesi per le donne.
  • I contributi per pensione anticipata sono pari a 42 anni e 10 mesi. Anche in questo caso tra i requisiti per pensione anticipata non è presente quello anagrafico. Questo significa che arriva indipendentemente dall’età, facendo fede solamente ai contributi.

Tuttavia, i requisiti elencati in precedenza sono stati alzati già dal 2013, di anno in anno, e sono stati aggiunti mesi in più ai contributi per pensione anticipata. Ad oggi quindi, è necessario avere in estratto almeno 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini, fino al 2026.

[md_boxinfo title=”Curiosità”]Fattore comune a qualsiasi misura di pensione anticipata è una penalizzazione di assegno. Nel sistema contributivo, prima si lascia il lavoro, meno si prende di assegno rispetto all’uscita classica a 67 anni.[/md_boxinfo]

pensione anticipata

Requisiti per la pensione anticipata

La pensione anticipata può quindi essere richiesta da tutte quelle persone in possesso del requisito contributivo di 41 anni e 10 mesi (pari a 2.175 settimane) nel caso delle donne, mentre 42 anni e 10 mesi (pari a 2.227 settimane) nel caso degli uomini. Inoltre, sulla base delle attuali norme, questi requisiti sono validi fino al 31 dicembre 2026. Per la valutazione della contribuzione versata è fondamentale ricordare che:

  • Per raggiungere il predetto requisito contributivo, è utile la contribuzione a qualsiasi titolo accreditata o versata.
  • Per tutti quei lavoratori che hanno cominciato a versare la contribuzione prima del 1° gennaio 1996, alcune gestioni prevedono che del requisito contributivo dei 42 anni e 10 o 41 anni e 10 mesi, almeno 35 anni siano al netto dei periodi di malattia, disoccupazione o comunque prestazioni equivalenti;
  • Per tutti quei lavoratori che hanno cominciato a versare la contribuzione dal 1° gennaio 1996, ovvero quelli che possono accedere al trattamento pensionistico attraverso il sistema di calcolo contributivo. Dunque non si può valutare la contribuzione derivante dalla prosecuzione volontaria. Quella che invece è accreditata per periodi di lavoro precedenti il raggiungimento del diciottesimo anno di età, deve essere moltiplicata per 1,5.

pensione anticipata

I lavoratori che invece hanno iniziato a versare la contribuzione dal 1° gennaio 1996, possono inoltrare la domanda per la pensione anticipata al compimento del requisito anagrafico di 64 anni di età. Questo requisito dovrà essere adeguato dal 2023 sulla base degli incrementi della speranza di vita. Il precedente  requisito dei 63 anni, infatti, ha subito un innalzamento dal 1° gennaio 2013 a causa degli adeguamenti alla speranza di vita. Questo è possibile solamente a patto che siano soddisfatti gli ulteriori requisiti elencati di seguito:

  • Almeno 20 anni di contribuzione effettiva:questo requisito esclude la contribuzione figurativa;
  • Ammontare della prima rata pensionistica che non deve essere inferiore a 2,8 volte l’importo mensile dell’assegno sociale. Nel dettaglio, per l’anno 2021 l’importo è stato 288,78 euro (460,28 x 2,8).

Per tale tipologia di pensione non viene applicata, in materia di decorrenza, quella che viene definita “finestra”, ovvero il differimento del pagamento della pensione passati tre mesi dalla maturazione dei requisiti. Per ottenere la pensione anticipata è fondamentale chiaramente la cessazione del rapporto di lavoro dipendente. Al contrario, i lavoratori autonomi non sono tenuti a cessare la loro attività. I contributi validi ai fini della richiesta della pensione anticipata, includono sia i contributi obbligatori che quelli figurativi, volontari e anche dei possibili riscatti.

pensione anticipata 2022

Facciamo un esempio concreto per comprendere meglio. Se, in passato, il contribuente ha riscattato i 5 anni della laurea, potrà a pieno diritto conteggiarli tra i contributi per pensione anticipata. Dobbiamo però fare un’importante raccomandazione. Per quei lavoratori iscritti alla gestione generale e ai fondi sostitutivi, è fondamentale perfezionare 35 anni di contributi, escludendo dal conteggio periodi figurativi come quelli di malattia e disoccupazione indennizzata.

  • Vedi anche l’articolo dedicato all’opzione donna, un particolare trattamento pensionistico

Pensione anticipata: a chi è rivolta

La pensione anticipata è prevista per le seguenti categorie:

  • Iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO)
  • Iscritti alla Gestione Separata INPS;
  • Iscritti alle forme sostitutive dell’AGO.
  • Iscritti alle forme esclusive dell’AGO.

La condizione per accedere alla pensione anticipata, come già detto, al momento è quella di aver maturato un’anzianità contributiva pari a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne. Inoltre, per la pensione anticipata INPS 2022, la finestra mobile, sia per uomini che per donne, è di 3 mesi. La finestra mobile è l’arco di tempo che intercorre tra il raggiungimento dei requisiti per accedere alla pensione e la decorrenza della stessa.

pensione anticipata

Come richiedere la pensione anticipata

La domanda di pensione anticipata può essere inoltrata direttamente online all’INPS mediante il servizio dedicato. Il lavoratore accede al servizio con SPIDCIE o CNS. Ma questo non è l’unico sistema possibile. La prima alternativa prevede ci si possa rivolgere al contact center INPS al numero 803 164 oppure allo 06 164164. Il primo numero è gratuito da rete fissa, mentre il secondo è destinato a coloro che chiamano da rete mobile. La seconda alternativa invece, consiste nel rivolgersi a enti di patronato e CAF abilitati.

  • Leggi anche l’articolo dedicato al funzionamento della NASPI, cioè la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego