Cerchi lavoro? Impara a usare il pensiero laterale

“L’intelligenza è qualcosa con cui si nasce. Pensare è un’abilità che richiede allenamento.” cit. Edward de Bono

Sono le parole di Edward de Bono,  psicologo maltese e coniatore del termine “pensiero laterale”.

Chi pensa alla maniera classica, o secondo De Bono “verticalmente”,  adotta un approccio rigido al problema: si basa su dei presupposti ovvi e, tramite deduzioni logiche e uniformi, ricava da questi un risultato.

Proprio perché basato su delle supposizioni evidenti, questo metodo porta a esiti prevedibili, scontati.  I “pensatori laterali” si discostano da ciò.

Analizzano la situazione abbattendo tutti i preconcetti, lasciandosi alle spalle i metodi tradizionali di pensiero. Guardano il problema “di lato”, cercano nuove prospettive. Così facendo, svelano nuove possibilità mai prese in considerazione.  Pensare lateralmente significa escogitare nuove soluzioni in modo creativo e originale.

Pensiero laterale: creatività e lavoro

Nel mondo del business, si sente molto parlare di creatività.  È un requisito fondamentale per poter lavorare in settori come marketing, media, arte e design, ma si rivela un’utile risorsa anche per spiccare a un colloquio di lavoro. Spesso chi intervista i candidati pone loro domande insolite, come “Se ti trovassi in un’isola deserta con solamente un asciugamano, cosa faresti come prima cosa?”, allo scopo di testare le loro abilità di “lateral thinking”. L’inventiva è cruciale per un mondo competitivo come quello delle imprese.

Ma c’è anche chi, stufo di cercare annunci di lavoro, prende l’iniziativa e cerca di farsi notare. Qualcuno adotta vecchi trucchi come inserire nelle buste, insieme al curriculum, una bustina di tè, per permettere a chi lo leggerà di fare una pausa. Le trovate più efficaci però sono quelle innovative:

Alec Brownestein, un neolaureato di New York, era desideroso di lavorare in una grande azienda pubblicitaria. Dopo aver cercato su Google il nome di cinque direttori creativi di altrettante imprese,  con una spesa totale di sei dollari acquistò degli inserti pubblicitari su Google ads che sarebbero comparsi ogniqualvolta i direttori avessero cercato il loro nome su Google. Gli inserti recitavano: “Hey (nome del direttore), cercarti su Google è divertente. Anche assumermi lo è.Su cinque direttori, quattro gli hanno proposto un’intervista e due gli hanno offerto un lavoro.

Video

 

Pensiero laterale: come esercitarsi

Esistono tante risorse volte ad approfondire il tema del lateral thinking e del pensiero creativo, incluse le pubblicazioni dello stesso De Bono. Un consiglio che può essere utile è: siate fantasiosi.

Di seguito un indovinello nel quale potete cimentarvi per mettere alla prova le vostre capacità:

È una notte tempestosa, sei in macchina e stai guidando, quando, passando vicino alla fermata di un autobus, noti tre persone che aspettano:

  1. Una vecchia signora che sembra in procinto di morire.
  2. Un amico di vecchia data che, in un’occasione, ti ha salvato la vita.
  3. Il partner perfetto che avevi sempre sognato.

Sapendo di poter far salire solo un passeggero nella tua macchina, chi scegli?

Soluzione:

Ovviamente la vecchia signora! Dopo averla aiutata a salire in macchina, puoi dare le chiavi al tuo amico ed aspettare l’autobus con la tua anima gemella.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.