Kindle Unlimited by Amazon – Letture illimitate per 9€ al mese

Gli ebook

Sono passati solo pochi anni da quando gli ebook hanno fatto la loro comparsa rivoluzionando il mondo dell’editoria e travolgendo completamente il mercato. Hanno permesso a tanti lettori un diverso approccio al libro e maggiori possibilità di lettura, anche se forse hanno danneggiato gli editori. Per gli scrittori, invece, gli ebook hanno rappresentato una nuova strada da percorrere per proporre le proprie opere al pubblico. La piattaforma di Amazon per l’autopubblicazione, Kindle Direct Publishing, in questo caso è una della più usate da quest’ultima categoria.

Kindle Unlimited

Negli ultimi periodi si sta diffondendo sempre più la tendenza della lettura in streaming su abbonamento, sul modello di quello che accade con Spotify che diffonde la musica in formato digitale.  Per questo motivo, il colosso dell’e-commerce Amazon ha lanciato in Italia, lo scorso 4 novembre, Kindle Unlimited. Dopo aver esordito negli USA lo scorso luglio, questo servizio in abbonamento – che in Italia costa 9,99 euro al mese, negli Stati $ 9.99, e nel Regno Unito £7,99 – è disponibile per i dispositivi Kindle e per tutti  gli smartphone, tablet, Mac e pc che hanno scaricato l’applicazione Kindle per la lettura degli e-book di Amazon.

Stando a quanto ha quanto dichiarato Amazon, il servizio consente di leggere un numero illimitato di libri, circa 700mila titoli tra cui scegliere e a disposizione degli utenti. Di questi, però, solo 15mila sono in italiano. La ragione di questo si deve al fatto che, a questa versione italiana di Kindle Unlimited, non hanno aderito gruppi editoriali come Mondadori, Feltrinelli e Gems, e alcuni di quelli che invece hanno aderito, come Newton Compton, lo hanno fatto mettendo a disposizione solo una parte del proprio catalogo.

L’offerta resta comunque allettante, ed è un sogno che si realizza per tutti i lettori accaniti che non leggono diversi libri al mese. Amazon offre anche un periodo di prova gratuita di 30 giorni per tutti coloro che vogliono provare il nuovo servizio di lettura “illimitata” prima di aderire e sottoscrivere l’abbonamento. Accedere ai libri della selezione Kindle Unlimited è semplice perché tutti i titoli disponibili sono contrassegnati dal logo Kindle Unlimited. Tra i titoli presenti spiccano quelli di autori famosi – come Harry Potter – ma anche autori sconosciuti o semisconosciuti. È possibili solo scegliere dieci titoli al mese da scaricare sul proprio dispositivo con Kindle Unlimited. Ma questo non penalizza molto i lettori, che terminato un libro possono ‘restituirlo’ ad Amazon e sceglierne un altro al suo posto in qualunque momento. Potrebbe anche essere un vantaggio per chi non vuole riempire troppo la memoria del dispositivo o conservare inutilmente libri già letti.

L’offerta è resa ancora più allettante grazie alla possibilità di utilizzare il servizio Whispersync for Voice, un servizio che in qualunque momento consente di passare dalla lettura dell’ebook all’ascolto dello stesso senza per questo dover perdere il segno.

Alcune considerazioni

L’arrivo di Kindle Unlimited in Italia è stato accolto bene dai lettori, che hanno la possibilità di leggere una quantità illimitata di titoli. C’è chi afferma però che difficilmente chi non legge molto deciderà mai di sottoscrivere un abbonamento anche se bisogna considerare che il costo dell’abbonamento equivale al costo di un libro stesso e questo potrebbe portare chi legge poco a leggere di più, anche perché la lettura si rivelerebbe molto meno dispendiosa. Qualcuno ha affermato che il servizio di Amazon affosserà l’editoria, ma lo si ripete da tempo e va anche riconosciuto il fatto che l’editoria era già in crisi ben prima che arrivassero gli ebook.

Un’altra considerazione da fare riguarda gli scrittori. Kindle Unlimited sembrerebbe penalizzante questa categoria. A questo proposito un gruppo di autori, tra cui Donna Tartt, Malcolm Gladwell e Stephen King, si sono uniti col nome di “Authors United” per protestare contro Amazon e le sue tattiche di negoziazione che non approvano, sia sui prezzi di vendita, che sulle royalty. “Amazon sta minando la capacità degli autori di sostenere le loro famiglie, pagare i loro mutui, e prevedere studi universitari per i propri figli,” hanno affermato in una lettera inviata all’azienda. “Amazon ha altri strumenti di negoziazione a sua disposizione; non ha bisogno di infliggere un danno ai suoi stessi autori che oltretutto hanno contribuito a farlo diventare uno dei più grandi rivenditori in tutto il mondo.”

La risposta dell’azienda a questo è che gli autori verranno pagati ogni volta che qualcuno leggerà più del 10% di uno dei loro libri grazie al nuovo servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.