Psicologo, psicoterapeuta, psichiatra…quale scegliere?

Psicologo, psicoterapeuta, psichiatra o psicoanalista? Spesso la scelta è molto difficile. Molte persone infatti fanno molta confusione tra queste figure professionali, occorre allora fare chiarezza e spiegare di preciso i differenti ruoli ricoperti da questi professionisti.

Sono tutte figure a cui rivolgersi, quando si percepisce una situazione di disagio nella propria vita. Grazie ai propri strumenti e alle proprie conoscenze, sono in grado di guidare il paziente verso un nuovo modo di percepire se stesso, facendo emergere i lati positivi nascosti di ogni individuo. Possono operare sia con il singoli, che in attività di gruppo o in comunità ed interviene in casi di:

  • prevenzione, diagnosi e riabilitazione
  • disagio che impedisce la normale gestione delle relazioni sociali
  • sostegno per migliorare l’autostima del paziente
  • disturbi del comportamento, riabilitazione psicosociale
  • benessere psicofisico: gestione dello stress, controllo del fumo etc.

La principale differenza tra  psicologo e psichiatra è che il secondo è un medico e quindi il primo non può prescrivere farmaci. Lo psicologo può svolgere solo dei colloqui di sostegno ed eventualmente effettuare delle valutazioni ricorrendo a dei test.

Lo psicoterapeuta è un titolo aggiuntivo che può associarsi ad entrambe le suddette figure. E’ quindi un laureato in Psicologia o in Medicina che ha seguito una scuola di specializzazione post laurea. Esistono diverse scuole di psicoterapia, tra cui la psicoanalisi, ed ognuna di esse ha delle teorie e dei metodi di intervento differenti. Tra le varie scuole di psicoterapia, da approfondire senz’altro quella cognitivo comportamentale.

Lo psicoanalista è uno dei tanti tipi di psicoterapeuta. Aiuta il paziente a risolvere i problemi inconsci che generano una situazione di malessere nella vita quotidiana. Lo psicoanalista ascolta e guida il paziente attraverso i suoi ricordi, le sue paure e gli eventi significativi della propria vita passata che possono aver causato un trauma. Questa terapia dura per parecchio tempo e richiede anche più sedute settimanali, fino a tre. La psicoanalisi è una terapia indicata per chi soffre di alcune forme di psicopatologie più o meno pesanti, come le nevrosi, l’ansia, la personalità schizoide, maniacale, masochista-distruttiva, narcisista o borderline. Lo psicoanalista rispetto, ad uno psicologo, progetta un percorso ad hoc per il paziente, per scoprire le cause della propria nevrosi e curarla efficacemente.

Lo psichiatra semplice (non specializzato in psicoterapia) è un medico, quindi rispetto allo psicologo e allo psicoterapeuta, ha una laurea in Medicina e una specializzazione in psichiatria. Anche lo psichiatra cura le persone che soffrono di depressione, ansia, disturbi della personalità, disturbi psicotici e disturbi alimentari, anche somministrando una terapia psicofarmacologica.

Lo psichiatra ha sia competenze in campo della psicologia che della medicina, quindi prima di prescrivere la cura, valuterà al meglio gli aspetti psicologici e biologici del proprio paziente. Rispetto alle altre due figure, lo psichiatra è l’unico che può prescrivere dei farmaci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.