Sarebbe possibile trovare una stufa elettrica a basso consumo?

La risposta è trovare un riscaldatore elettrico che abbia una bassa potenza nominale e/o includa funzionalità chiave come un termostato o un timer per assicurarti di utilizzare il calore solo quando ne hai bisogno.

Tutti credono che l’inverno sia una delle stagioni più amate, grazie alle delizie stagionali che porta. Anche alcuni studi dimostrano che le persone non escono durante l’inverno, il che spesso finisce per aumentare la produttività. Anche se la temperatura fredda durante l’inverno aiuta a potenziare il cervello, riduce l’infiammazione e migliora la produttività, il freddo estremo può fare esattamente l’opposto.

Quando la temperatura scende, il riscaldatore per ambienti a basso consumo energetico può essere il tuo salvatore. Come suggerisce il nome, un riscaldatore per ambienti a basso consumo energetico aiuta a riscaldare la stanza scambiando la potenza possibilmente minima. Non tutta l’energia emessa da una stufa a gas viene convertita in calore con energia persa in umidità, luce e fumi di scarico.

Legna per riscaldare
Legna per riscaldare – Foto di cottonbro studio/Pexels.com

Anche i riscaldatori a gas hanno le loro precauzioni. La stanza in cui si trova la tua stufa a gas deve rimanere ben ventilata per tenere conto dei rischi per la sicurezza del monossido di carbonio e della potenziale condensazione della stufa con conseguente umidità. I riscaldatori elettrici, d’altra parte, sono efficienti al 100% dal punto di vista energetico e tutta l’elettricità viene convertita in calore: tutti i tuoi soldi vanno in ciò che desideri veramente, il che urla denaro ben speso. Tuttavia, ciò non garantisce che sarà economico da gestire poiché maggiore è la potenza nominale del riscaldatore e più calore prodotto può comportare costi più elevati.

La risposta è trovare un riscaldatore elettrico che abbia una bassa potenza nominale e/o includa funzionalità chiave come un termostato o un timer per assicurarti di utilizzare il calore solo quando ne hai bisogno. In questo modo, sceglierai non solo l’opzione migliore per l’efficienza, ma anche quella che non è un peso per i cordoni della tua borsa.

Riscaldatore elettrico in casa
Riscaldatore elettrico in casa – Foto di Sasha Kim/Pexels.com

Sin dai tempi antichi, gli esseri umani sono più desiderosi di riscaldarsi durante la stagione fredda. L’aggiunta di un focolare vicino all’apertura delle grotte (dove anticamente vivevano gli uomini) è stato il primo tentativo di mantenere caldo l’ambiente. Nel corso degli anni, questa tecnica si è evoluta man mano che gli umani trovavano vari altri modi ed esploravano la scienza dietro la temperatura. Dopo il camino, usavano le fornaci per generare il calore.

Hanno persino utilizzato il sistema di riscaldamento centralizzato per convogliare il calore in tutta la casa. Roma era considerata la fondatrice del sistema di riscaldamento centralizzato per la casa. Hanno usato tubi per convogliare il calore dalla fornace al resto della casa e hanno tenuto questi tubi dietro il muro in modo che la casa rimanesse calda. Al giorno d’oggi, mantenere la stanza calda è un compito facile. Hai solo bisogno di acquistare un riscaldatore ben progettato.

La funzione principale della fonte di calore è quella di generare il calore, che viene poi distribuito ulteriormente per mantenere la casa calda attraverso canali di distribuzione appositamente progettati. Può essere una pompa di calore, un forno, una caldaia o serpentine di riscaldamento. Di queste fonti, le bobine sono le più popolari in quanto consentono di convertire l’energia elettrica in calore. Quando si accende un riscaldatore elettrico, l’energia elettrica scorre attraverso la serpentina di riscaldamento e, a causa della resistenza, viene trasformata nel calore. Mentre in altre fonti di calore come la fornace, viene utilizzato il calore del fuoco.