in

La sicurezza innanzitutto: norme e attrezzature per l’edilizia acrobatica

Analizziamo un tema delicato: la sicurezza sul posto di lavoro. Vediamo insieme come ci si regola nell'ambito dell'edilizia acrobatica!

Operaio acrobata
Operaio acrobata - Александр Македонский - Pexels.com

Per edilizia acrobatica si intende solitamente quel tipo di costruzioni effettuate in altezza: un meccanismo di precisione e grande creatività che ci consente di costruire edifici altissimi, moderni e soprattutto sicuri.

Tuttavia, oltre alla stabilità della costruzione, va anche garantita prima di tutto la stabilità dei lavoratori che la mettono in piedi.

Il settore edile rappresenta uno dei più grandi al mondo, con i suoi successi che hanno portato significativi benefici all’intera umanità. Nonostante l’avvento della meccanizzazione, l’edilizia rimane uno dei principali settori di manodopera.

Abbiamo già trattato in precedenza come l’edilizia acrobatica sia un ottima soluzione per il restauro di edifici storici.

Tuttavia, ottenere statistiche accurate in questo settore è spesso difficile, poiché molti incidenti possono passare inosservati e non essere denunciati. In molti paesi, i decessi e gli infortuni registrati nel settore edile superano spesso quelli di qualsiasi altro settore manifatturiero.

L’edilizia acrobatica rappresenta altresì un innovativo approccio alla ristrutturazione e alla costruzione, eliminando la necessità di ponteggi e piattaforme aeree tradizionali e sostituendole con corde di sicurezza e moschettoni da alpinismo.

Questo tipo di lavoro non è adatto a tutti; gli operai sono altamente specializzati e, anziché lavorare su impalcature, svolgono compiti verticali agganciati a corde.

Operaio al lavoro
Operaio al lavoro – Foto di RODNAE Productions/Pexels.com

Per eseguire tali lavori, sono essenziali strumenti di sicurezza come elmetti, guanti, scarpe antinfortunistiche, imbracature di sicurezza, corde e moschettoni.

A partire dal 1994, sempre più professionisti hanno abbandonato le impalcature tradizionali per abbracciare l’edilizia acrobatica su edifici alti, sia pubblici che privati, adottando rigorosi protocolli di sicurezza.

La legge prevede la nomina di personale di sicurezza qualificato e la redazione di un piano di sicurezza per proteggere i lavoratori esperti dalle cadute durante i lavori su fune. Pertanto, quando si richiedono interventi edili acrobatici, è fondamentale affidarsi a imprese specializzate capaci di garantire non solo risultati di qualità, ma anche la sicurezza sul lavoro, tenendo presente che il cliente è responsabile per gli eventi sul campo durante l’esecuzione dei lavori.

L’edilizia acrobatica è sicura sia per gli operai che per i proprietari. La presenza di impalcature espone il palazzo in questione spesso ad un rischio maggiore di furti e comporta aumento di costi a garanzia della sicurezza.

Quindi, oltre all’efficacia maggiore e alla minore ingombro, l’edilizia acrobatica offre anche il vantaggio di essere molto più economica rispetto agli interventi tradizionali.

Poiché non richiede l’uso di ponteggi, piattaforme aeree o macchinari, e non ci sono costi di noleggio da sostenere, così come non è necessario pagare tariffe per l’occupazione del suolo pubblico.

Gru nel cantiere
Gru nel cantiere – SevenStorm JUHASZIMRUS – Pexels.com

Per comprendere il campo di applicazione delle costruzioni acrobatiche è utile citare alcuni esempi. In molte città italiane sono numerose le stati effettuate e gli interventi che non hanno coinciso con le qualifiche personali della propria corda. A Roma, durante i lavori del Giubileo della Misericordia, la professionalità dei suoi operatori ha permesso di realizzare la nuova illuminazione dei ponti storici della città, oltre a Piazza San Pietro.

Tuttavia, costruire su corde non è sempre la scelta più conveniente. In situazioni in cui la ristrutturazione richiede tempi lunghi, l’utilizzo di ponteggi può risultare più economico. D’altra parte, per interventi brevi, specifici e urgenti, l’edilizia acrobatica rappresenta un’opzione vantaggiosa poiché elimina i costi legati alla costruzione di impalcature o al noleggio di piattaforme.

I lavori in quota tramite costruzioni acrobatiche sono impiegati per una serie di attività, inclusa l’installazione di linee vita e altri sistemi anticaduta, lavori sui tetti e sulle coperture, montaggio di dissuasori per piccioni, pulizia di finestre e facciate, lavori in quota sulle facciate degli edifici e pulizia e sostituzione di grondaie e pluviali.

La costruzione acrobatica sia nata quasi per caso, come molte grandi invenzioni. Un giorno, un amico di un imprenditore genovese si trovò a dover riparare una grondaia situata in un punto di difficile accesso. I budget erano eccessivi e il costo più significativo era rappresentato dal noleggio delle impalcature. Fu così che l’ideatore di questa tecnica costruttiva si offrì di eseguire l’opera utilizzando la stessa tecnica di corda con cui si arrampicava sull’albero della sua nave.

Scritto da Luca Petrone

Sono un giornalista pubblicista dal 2021 ed ho conseguito un MA in Journalism alla Birkbeck University di Londra. I miei interessi sono troppo vasti per essere riassunti in una descrizione, ma ogni cosa che faccio inizia dalla scrittura. Attualmente sono web writer ed ho collaborato con svariati siti e testate online. Il mio profilo LinkedIn.