Tanti avanzi dalle feste? Fai un bel tiramisù!

Che tu stia preparando il tradizionale o una variazione, ci sono diversi segreti per fare il tiramisù perfetto: il dolce deve essere preparato il giorno prima affinché i sapori si amalgamino e gli ingredienti si solidifichino perfettamente. Devi essere sicuro di utilizzare uova fresche, non solo per il sapore ma anche per motivi igienici (perché le uova non si cuociono).

Il tiramisù è uno dei dolci più famosi nel mondo. Spesso, trovandoci con grandi quantitativi di ingredienti avanzati delle feste, non si sa che farne. Perché dunque non provare a realizzare un tiramisù perfetto? Ma qual è il vero Tiramisù? Dovrebbe esserci la panna montata? Va in freezer o in frigo? È fatto con brandy o cognac o è vergine? Se esiste una sola ricetta per realizzare il tiramisù davvero originale, esistono sicuramente molte varianti altrettanto accettabili e sicuramente deliziose.

Che tu stia preparando il tradizionale o una variazione, ci sono diversi segreti per fare il tiramisù perfetto: il dolce deve essere preparato il giorno prima affinché i sapori si amalgamino e gli ingredienti si solidifichino perfettamente. Devi essere sicuro di utilizzare uova fresche, non solo per il sapore ma anche per motivi igienici (perché le uova non si cuociono). Devi usare il vero caffè espresso italiano (per il tiramisù tradizionale). Se scegli di includere il liquore, assicurati che sia di buona qualità. Anche se non fa parte delle ricette italiane originali, ho aggiunto un po’ di cremor tartaro che aiuta a mantenere soffici gli albumi.

Tiramisu in fette
Tiramisu in fette – Foto di min che/Pexels.com

Il tiramisù inizia con uno strato di biscotti. In patria questo significherebbe savoiardi, la versione italiana del classico savoiardo o biscotto boudoir. Dato che questi tendono ad essere difficili da trovare in questo paese, provo entrambi partendo dal presupposto che l’unica differenza sarà il prezzo, ma sono sorpreso di scoprire che oltre ad essere molto più ampi, i savoiardi sono più secchi e friabili del loro francese cugini. Questo li rende molto meno allettanti da mangiare mentre si prepara il tiramisù, ma produce un risultato finale notevolmente più leggero: assorbono più liquido, pur rimanendo più soffici del boudoir più denso. Se riesci a trovarli (i supermercati più grandi dovrebbero averli, i droghieri italiani li riforniranno sicuramente e se tutto il resto fallisce, puoi acquistarli online), usali.

Sbattete i tuorli con lo zucchero fino a quando non saranno ben amalgamati. Aggiungere il mascarpone e mescolare bene. In un’altra ciotola montate a neve ferma gli albumi con il cremor tartaro. Unite delicatamente i tuorli agli albumi e mescolate molto delicatamente. Immergere velocemente ogni lato dei savoiardi in uno dei seguenti impasti: se includi un liquore: mescola 2 parti di caffè espresso e 1 parte di cognac o brandy (in altre parole, per 2 tazzine di caffè espresso, usa 1 tazzina di liquore).

Se si fa un tiramisù “vergine”: diluire leggermente il caffè espresso con un po’ d’acqua e un cucchiaino di zucchero a velo. Disporre i biscotti intinti sul fondo della teglia. Distribuire metà del composto di uova sui biscotti, quindi aggiungere un altro strato di biscotti inzuppati e, infine, il resto del composto di uova sopra. Cospargere leggermente la polvere di cacao sopra e mettere in frigorifero per almeno 12 ore.

Leggi anche