in

Tutti gli ultimi aggiornamenti sullo scontro Ucraina-Russia

Discutiamo di tutti gli ultimi aggiornamenti sulla guerra che intercorre tra i due paesi

esercito in azione
esercito in azione-Pixabay-pexels.com

In questo articolo discuteremo delle ultimissime notizie relative alla guerra tra Ucraina e Russia. Lo scontro come ben sapete va avanti da più di un anno e mezzo, e si contano ormai centinaia di migliaia di vittime tra civili e militari. Gli scontri, nonostante gli ormai tanti mesi, non sembrano però diminuire, ed anzi, sembra che l’odio reciproco abbia preso il sopravvento, e la volontà di distruggere l’altro sia l’unica regola da seguire.

Le ultime notizie infatti sono abbastanza negative e catastrofiche, discuteremo del resto di ulteriori bombardamenti che hanno colpito la popolazione Ucraina, e russa, a causa di vendette e “contro-vendette” che continuano a mietere un gran numero di vittime ogni giorno. Analizziamo dunque di seguito quanto accaduto solo qualche ora fa.

Soldato che spara un colpo
Soldato che spara un colpo-Pixabay-pexels.com

Cosa è accaduto tra il 29 ed il 30 dicembre?

Da quel che possiamo sapere, pochi giorni fa, nello specifico durante la notte del 29 dicembre, la Russia ha condotto un pesante attacco militare contro l’Ucraina. Il ministero della Difesa ha infatti parlato di 110 missili ed addirittura 22 morti civili ucraine. Questo rappresenterebbe, senza nessun dubbio, il più grande attacco aereo dall’inizio della guerra tra i due paesi. Stando alle autorità ucraine alcuni di questi missili avrebbero anche colpito un ospedale adibito alla cura delle mamme che hanno appena partorito.

In risposta, l’Ucraina ha lanciato un attacco combinato di razzi e missili contro Belgorod, una città russa vicino al confine ucraino. Gli attacchi hanno causato la morte di almeno 21 persone e ferite a più di 100, secondo le autorità russe. Sabato 30 dicembre , il ministero della Difesa russo ha accusato l’esercito ucraino per l’assalto, definendolo un “crimine indiscriminato” e ha promesso ritorsioni per le perdite umane.

Se confermato, questo attacco rappresenterebbe uno degli episodi più mortali in Russia dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina quasi due anni fa. L’evento ha avuto luogo mentre l’Ucraina era ancora sotto shock a causa del massiccio bombardamento di droni e missili sferrato dalla Russia venerdì, mirato a obiettivi civili e infrastrutture.

Esplosione causata da una bomba
Esplosione causata da una bomba-Pixabay-pexels.com

La situazione continua a degenerare, ecco cosa accade

I funzionari ucraini non hanno rilasciato dichiarazioni pubbliche sull’attacco di sabato, e di solito evitano di rivendicare la responsabilità degli attacchi all’interno della Russia. Tuttavia, in un discorso venerdì scorso, il presidente Zelenskyj ha dichiarato che l’Ucraina avrebbe risposto ai “terroristi russi” per ogni attacco. Zelenskyj ha affermato: “Continueremo a rafforzare la nostra difesa aerea” e ha sottolineato l’intenzione dell’Ucraina di respingere la guerra “da dove è venuta, in Russia.

Allo stesso modo il ministro russo della difesa ha affermato che i razzi che hanno colpito il paese erano di chiara origine ucraina, specificando anche la tipologia di armamento. Stando alle parole del ministro, inoltre, gran parte dei razzi inviati nel paese sono stati intercettati dalle loro sofisticate unità antiaeree, e solo alcuni di questi avrebbero colpito i loro obiettivi.

Il missile russo nello spazio aereo polacco

Uno dei missili russi che avrebbe colpito il suolo ucraino, stando sia ai radar Nato, che alle parole di alcuni esponenti del governo del paese, avrebbe attraversato lo spazio aereo della Polonia per circa 7 minuti, innescando così non poche discussioni. I jet dell’aviazione polacca hanno cercato di rispondere quanto prima al pericolo, ma non sono riusciti a far esplodere il missile in volo che ha poi raggiunto l’Ucraina. La Polonia, infatti, facente parte della Nato, ha subito avvisato gli stati membri di quanto accaduto, e lo stesso segretario generale dell’organizzazione intergovernativa si è dimostrato subito solidale col popolo polacco per quanto accaduto, affermando che l’organizzazione continuerà a monitorare gli avvenimenti.

Come sappiamo il patto d’alleanza obbliga gli alleati ad intervenire qualora uno dei membri dovesse venire attaccato da una forza “straniera”, e dunque la situazione risulta essere davvero calda oltre che pericolosa.

Scritto da Pasquale Arrichiello

A 24 anni ho conseguito una laurea magistrale in Scienze Storiche alla Federico II di Napoli. Oltre alla storia ed alla filosofia, due delle mie principali passioni, ho da sempre coltivato un profondo amore per la scrittura, ed è proprio questo legame ad avermi condotto nel mondo dei copywriter.