Come si mangia il sushi? Il galateo giapponese

Galateo del sushi: come mangiare il sushi

Tutti pazzi per il sushi ma è anche vero ci sono delle regole da seguire. La diffusione dei ristoranti giapponesi con la formula «All you can eat», hanno frainteso l’origine di questo alimento, nato dalla capitale nipponica Tokyo dell’Ottocento come cibo da strada e inseguito entrato a far parte del mondo dell’Alta cucina. Vi siete mai chiesti se esiste un galateo ben preciso da seguire per questa arte? E’ bene sapere quali sono le buone maniere da tenere a tavola per evitare di fare brutte figure ma sopratutto per rispettare la tradizione e l’arte culinaria giapponese. Vero è che se vi trovate in uno dei tantissimi all you can eat non gestiti da giapponesi, poco importerà loro del vostro galateo! Ma andiamo a vedere quali sono le regole per rispondere alla domanda: Come si mangia il sushi?

Mangia tutto e subito: È scortese e di cattivo gusto lasciare qualcosa nel piatto (sarà questo il motivo per cui negli all you can eat si paga ciò che si lascia?) perché significa che non si è gradito il pasto.

galateo sushi

Le bacchette

  • Se nel ristorante trovate le bacchette di legno unite, non vanno mai sfregate tra loro dopo averle separate. Alcuni lo fanno per eliminare schegge, ma si rischia solo di offendere lo chef, insinuando la bassa qualità di esse. Le bacchette inoltre non devono mai essere poste in posizione verticale dentro la ciotola di riso, come stesse infilzando il riso stesso. Come mai? E’ presto detto: le bacchette in questa posizione si usano in Giappone solo quando ci sono dei riti funebri, quindi dirvi che la pratica è male augurante e scorretta è il minimo!
  • Non passarsi il cibo con le bachette: durante il funerale giapponese, nella cremazione di un parente il personale del crematorio con l’aiuto di bacchette trasmette i resti non consumati del defunto a un membro della famiglia per riporli nell’urna funeraria
  • Le bacchette inoltre non devono essere lasciate neanche sopra alla ciotola (ad esempio la zuppa di miso), anche questo gesto è considerato scortese e maleducato.
  • Non infilzare i nigiri o i maki con le bachette
  • Non spostare i piatti con le bacchette, per spostare ciotole o piatte si devono usare le mani
  • Non usare le bacchette per frugare nel cibo, nell’atto di scegliere cosa mangiare e cosa no. E’ anche questo sinonimo di scarsa educazione.
  • Non si devono leccare le bacchette (anche voi amate intingerle nella salsa di soia e poi leccarle?)
  • Le bacchette non devono mai essere alzate oltre la bocca
  • Non si devono unire le bacchette per usarle come un cucciaio o un supporto del cibo

come mangiare il sushi

Le Mani e la bocca

Le mani: Per chi non riesci a consumare le pietanze con le bacchette, avete la possibilità di mangiarlo con le mani ,il sushi nasce come cibo di strada, prima che come piatto da ristorante. In Giappone è accettato che si mangi con le mani, però vale solo per maki e uramaki.

Non mordere per dividere il boccone: Il sushi va mangiato intero. M anche i maki, gli uromaki, e tutto quello che potete ordinare al ristorante giapponese è fatto per essere mangiato in un solo boccone.  È fatto per essere consumato con facilità e in fretta. Nel caso un pezzo sia grande , chiedete allo chef di dividerlo.

Come mangiare le pietanze

  • Zuppa di miso: non è altro che filamenti dai semi di soia gialla unita ad altri cereali e viene consumata come pasto finale e non all’inizio per i suoi effetti digestivi.
  • I condimenti: lo zenzero viene servito in foglie in modo che i commensali possano depurato tra una portata e l’altra. Il wasabi, è un condimento che nei ristoranti più tradizionali viene già inserito dallo chef nella preparazione o normalmente viene affiancato alla salsa di soia.
  • La salsa di soia: non va a contatto con il riso ma solo con il pesce , rovinerebbe la consistenza e il sapore.

Il Locale

  • Il bancone: i sushi bar nascono come luoghi in cui si mangia rapidamente, e avevano sempre pochi tavoli e molti posti di fronte al bancone. Dagli anni Cinquanta i ristoranti hanno messo i tavoli e il bancone è diventato luogo di osservazione della preparazione dei piatti e far due chiacchiero con lo chef.
  • Gli assaggi: Nel galateo del sushi vieta il passaggio del cibo con le bacchette da un piatto all’altro. Se desiderate assaggiare qualcosa dal vostro commensale girate le bacchette dalla parte purché non avete già consumato.
  • L’ordine: Bisogna mangiare prima il sashimi, a seguire nighiri e infine la zuppa. Se vi trovate in un sushi bar giapponese con personale che parla la lingua (o semplicemente se siete in vacanza in giappone), sarebbe buona educazione imparare alcune parole di lingua giapponese: «Arigato gozaimasu» significa «Grazie», mentre «Sumimasen» si utilizza per «Scusi!» per la chiamata del cameriere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.